Il Ponte delle Catene di Budapest

Il Ponte delle Catene (Lánc Híd) attraversa il Danube ed è il più antico ed il più bello tra quelli che collegano Buda e Pest. E' un ponte sospeso inaugurato nel 1849.

Di notte, insieme al Castello di Buda ed al bastione del pescatore, il Ponte delle Catene offre una visita incantevole mentre è illuminato se tu ti trovi sul lato di Pest (Budapest è costituita dall’unione di due città, Buda e Pest, sulle sponte opposte del fiume – N.d.T.). D’altra parte, se sei sul lato di Buda, tu puoi vedere il ponte insieme al Palazzo del Parlamento ungherese. La loro luccicante illuminazione notturna, insieme alle altre luci della città si riflettono magnificamente nelle acque scure e luccidanti del Danubio in uno scenario da favola!

Credits: lihooi

Il ponte sospeso è stato costruito sulla teoria fondamentale dell’ingegneria strutturale, ove le forze di trazione dei cavi, e le forze di compressione sui pilastri si bilanciano a vicenda. I cavi sospesi tramite le torri sostengono la superficie stradale, e il peso è trasferito dai cavi alle torri, le quali lo trasmettono al terreno.

Credits: lihooi

Le catene di ferro sono tenute da due piloni fluviali di 28 metri, posti su entrambi i lati e in stile classico. Da loro deriva il nome “Ponte delle Catene”. Gli anelli delle catene sono fatte da piastre di ferro lunghe parecchi metri, e le parti sono connesse mediante rivettatura per formare delle catene reali. L’intero ponte è lungo 380 metri.

Credits: lihooi

Nei giorni sereni, camminare lungo il bellissimo Ponte delle Catene di Budapest può essere un’esperienza indimenticabile.

Credits: lihooi

I leoni di pietra situtati su entrambe le spalle sono stati scolpiti dallo scultore János Marschalkó.

Credits: lihooi

NOTA DEL TRADUTTORE (mia aggiunta, autore sirio174): Mentre ero a Budapest, la guida ci raccontava un aneddoto sul ponte: l’ingegnere, progettista durante l’inaugurazione disse: se trovate qualche imperfezione, mi tuffo dal ponte. Convinto che tutto fosse perfetto, si stupì quando qualcuno gli fece notare: “Guarda, i leoni non hanno la lingua”… ed allora dovette tuffarsi!

Scritto da lihooi il 2012-01-25 in #mondo #locations #europa #lanc-hid #primavera #pest #matrimonio #budapest #danubio #lca #ponte-delle-catene #aventure-urbane #rescale #mx #buda #ungheria #arte-e-cultura #doppia
tradotto da sirio174

Altri Articoli Interessanti

  • 5 Dicembre Offerta del Calendario dell´Avvento: Stai cercando una Fantastica Fotocamera da regalare? (Codice Online: BRIGHTDELIGHT15)

    Scritto da jacobs il 2014-12-05 in #news
    5 Dicembre Offerta del Calendario dell´Avvento: Stai cercando una Fantastica Fotocamera da regalare?  (Codice Online: BRIGHTDELIGHT15)

    È il momento più bello della giornata: L´offerta del Calendario dell´Avvento di Lomography é qui! Oggi potrai sfruttare un 15% di sconto sulle fotocamere La Sardina! Ne hai già una? Bé, puoi comprarne un altra o acquistare una delle altre fotocamere di plastica Lomography!

  • Mostrare la bellezza: un'intervista con Francesco Poroli

    Scritto da giulialaura il 2015-07-03 in #persone #lomoamigos
    Mostrare la bellezza: un'intervista con Francesco Poroli

    Siamo contentissimi di aver lavorato con l´illustratore milanese Francesco Poroli, che vanta collaborazioni con molte delle principali testate italiane ed internazionali, come Il Sole 24 Ore, Panorama ed anche il New York Times. Per noi ha personalizzato la sua La Sardina e ci ha parlato un po´di lui e del suo lavoro. Siamo sicuri che vi piacerá.

    1
  • Le Mani in Pasta ed altre Storie Creative

    Scritto da sirio174 il 2015-07-21 in #persone #lifestyle
    Le Mani in Pasta ed altre Storie Creative

    Questo è il mio secondo articolo dedicato alla Giornata dell'Arte e della Creatività organizzata dagli studenti delle scuole superiori di Como a inizio Giugno 2015. Mentre nel precedente articolo vi ho mostrato delle divertenti esibizioni ginniche delle ragazze di un Liceo comasco, in quest'articolo potete vedere quello che hanno combinato i miei studenti di un Istituto Tecnico cittadino. Il tema era l'EXPO, e quindi...

  • Shop News

    Inkodye - Come usarlo?

    Inkodye - Come usarlo?

    1.Scuoti bene e applica sul tessuto, usando un fazzoletto di carta per rimuovere l´eccesso. 2.Crea il tuo stile usando Inkofilm, o anche qualsiasi cosa che possa creare un´ombra. 3.Dopodiché esponi il tutto alla luce del sole, o sotto raggi ultravioletti per 10-20 minuti, finché il colore diventa saturo. 4.Metti tutto in lavatrice con Inkowash per rimuovere la tinta superflua. 5.Raddopia il tempo di esposizione se il cielo é coperto. 6.Goditi il risultato!

  • Son tornate a potare le rose...

    Scritto da sirio174 il 2015-08-10 in #persone #lifestyle
    Son tornate a potare le rose...

    Questa'articolo è dedicato ad un gruppo di volontari comaschi che da tempo si occupa di rendere l'arredo urbano della città più bello e più pulito. Dopo molti interventi di cancellazione dei graffiti, documentata in un mio precedente articolo, questa volta si è provveduto alla risistemazione di una parte del verde pubblico cittadino. State a vedere!

  • LomoGuru della settimana: sirio174

    Scritto da Eunice Abique il 2015-03-23 in #persone #lifestyle #videos
    LomoGuru della settimana: sirio174

    Lo conosciamo giá tutti come l´uomo dietro ad alcuni degli scatti di street photography piú incredibili della nostra community, oltre che allo scrittore di numerosi articoli per il nostro Magazine. Oltre a tutto ció é anche un ingeniere ed insegnante di elettronica, nonché un radioamatore. In questa intervista Davide Tambuchi ci parla di radio, ciclismo, Subbuteo e, ovviamente, di fotografia analogica!

  • Il Primo Giorno del Circo (Un Omaggio ad Angelo Branduardi e Giorgio Faletti)

    Scritto da sirio174 il 2015-05-08 in #mondo #lifestyle
    Il Primo Giorno del Circo (Un Omaggio ad Angelo Branduardi e Giorgio Faletti)

    Quest'articolo è un omaggio ad una straordinaria coppia di artisti, il grande cantautore italiano Angelo Branduardi ed il compianto comico Giorgio Faletti, che nel 1988 realizzarono insieme uno splendido album contenente anche alcuni brani dedicati al mondo del circo, di cui per l'occasione ho documentato i giorni dell'allestimento con una serie di foto in bianco e nero. State a vedere!

  • Shop News

    Portati a casa un pezzo di storia

    Portati a casa un pezzo di storia

    La Zenit MF-1 è stata davvero parte dell´arsenale dell´Intelligence Sovietica. Grazie alle sue ridotte dimensioni, ma corredata di tutte le features necessarie, questa piccola fotocamera è la scelta perfetta per missioni di spionaggio. Ne vengono prodotte poche all´anno e la chance di aggiudicarsene una, è davvero unica! Prendi anche tu il tuo pezzo di storia sovietica! Spedizione esclusiva da Vienna, Austria.

  • Napul'è... (Un omaggio a Pino Daniele)

    Scritto da sirio174 il 2015-03-13 in #mondo #locations
    Napul'è... (Un omaggio a Pino Daniele)

    Quest'articolo è un omaggio a una città straordinaria, dai mille colori, Napoli, ed anche un tributo ad un grande cantautore italiano recentemente scomparso, Pino Daniele. Godetevi questa serie di foto scattate nel centro storico di Napoli, tra Piazza Plebiscito e la Cattedrale!

    4
  • Quadrati perfetti con la LC-A 120

    Scritto da pripri2000 il 2015-04-23 in #gear #news
    Quadrati perfetti con la LC-A 120

    Cattura tutto ció che hai intorno e fallo tuo con vibranti foto grandangolari! La LC-A 120 ti regalerá avventure e sensazioni uniche e ti sorprenderá con tutte le sue funzioni da sperimentare, tra cui lunghe esposizioni e totale controllo ISO. Inoltre é una fotocamera super veloce ed ultra compatta: perfetta da portare sempre con te. Se ti preoccupano le pellicole di medio formato, rilassati! Puoi usare qualsiasi pellicola da 120, e la scelta é ampia: é proprio questo che rende la LC-A 120 cosí versatile! Goditi questa gallery per avere un´anteprima delle mirabolanti qualitá di questa stupenda macchina fotografica!

  • Alla ricerca delle pellicole perdute

    Scritto da hannah_brown il 2015-02-18 in #mondo #lifestyle
    Alla ricerca delle pellicole perdute

    Il Progetto per il Recupero delle Pellicole Perdute colleziona, sviluppa ed archivia pellicole non sviluppate o non volute in tutto il mondo. Di recente, il gruppo ha acquisito 31 rullini in un’asta in Ohio, che, come si è scoperto, sono della prima guerra mondiale e contenevano sorpendente materiale fotografico risalente a quell’epoca. Il fondatore, ed esperto di pellicole Levi Bettwieser ci parla di questo progetto.

  • Shop News

    Pellicole in sconto con la Lubitel

    Pellicole in sconto con la Lubitel

    Prendi ora il nostro Lubitel & Flash Bundle e potrai avere uno sconto del 15% su tutte le pellicole Lomography!

  • Le ragazze cantavano il Gospel

    Scritto da sirio174 il 2015-07-06 in #persone #lifestyle
    Le ragazze cantavano il Gospel

    Con questo articolo desidero proseguire la mia serie dedicata ai grandi cantautori italiani. Questa volta tocca ad un indimenticabile artista che da pochi anni si è ritirato dai concerti: Ivano Fossati, ed alla sua canzone "La Signora Cantava il Blues" contenuta nel suo album del 1981 intitolato "Panama e Dintorni". A differenza di questa canzone, in questa serie di foto non vedrete una signora cantare il blues a bordo di un treno, ma un simpatico un gruppo di ragazze, che ci ha regalato una bella serata di Gospel in una caldissima giornata di fine Giugno. State a vedere!

  • La Magia che Verrà: Parte 1

    Scritto da Lomography il 2014-09-02 in #news
    La  Magia che Verrà: Parte 1

    Gente, ho una storia un po' strana e molto misteriosa che voglio condividere con voi. Giusto l´altro giorno, era in un bar con un paio di amici. Sembrava una sera come un´altra; sorseggiando i nostri cocktail ci raccontavamo le nostre avventure quotidiane scoppiando in fragorose risate per poi finire a meditare un po' brilli sul senso della vita, dell´universo e di tutto quanto ( per altro, uno scienziato una volta mi disse che la risposta a tutto questo era 42, nel caso ve lo domandaste). Ma quella sera non era una sera normale e qualcosa di veramente strano stava per accadere. Scoprite il resto e commentate qui sotto!

    2
  • La Venezia che non ti aspetti: San Lazzaro degli Armeni

    Scritto da sirio174 il 2014-12-16 in #mondo #locations
    La Venezia che non ti aspetti: San Lazzaro degli Armeni

    Se cercate un itinerario veneziano lontano dalle classiche rotte del turismodromo, vi consiglio di passare un pomeriggio in un'oasi di pace e tranquillità, su un'isoletta posta a metà strada tra Piazza San Marco ed il Lido: San Lazzaro degli Armeni. Qui dei simpatici monaci vi aspetteranno per una dettagliata visita guidata. State a vedere!