Bombay Times

Sono stato talmente fortunato ad avere la possibilità di vivere in una città culturalmente così sbalorditiva che non era proprio il caso di sprecare i miei giorni là. Un paio di amici ed io abbiamo esplorato la città più che potevamo e questo è, in poche parole, quanto siamo riusciti a scoprire di Bombay (o Mumbai).

Nota per essere la città più ricca dell’India, veniva chiamata Bombay ma il nome è stato cambiato ufficialmente in Mumbai nel 1995, a causa dell’insistenza di un partito nazionalista per eliminare il lascito indesiderato del dominio coloniale. Oggi la città è molto popolare per il commercio e il divertimento.

Credits: stuckintraffic

Questi sono i miei posti preferiti:

1) Colaba

Credits: stuckintraffic

La parte di città che preferisco. Il centro di Colaba è ricco di edifici storici di architettura gotica che mi hanno ricordato New York; è bello passeggiare e godersi l’età delle costruzioni, una mescolanza di sedicesimo/diciassettesimo e ventunesimo secolo.
Ci sono un sacco di boutiques di design e di negozi a Colaba che rendono lo shopping un vero divertimento. Colaba ospita anche Attic, un negozio che vende articoli Lomo; il negozio è incantevole, con tutti quei libricini carini, un vasto assortimento di macchine Lomografiche e spessi libri d’arte di Warhol.

2) Hotel Taj Mahal

Credits: stuckintraffic

Uno degli hotel a cinque stelle più famosi in città, quest’albergo non è per nulla deludente. L’esterno è bello, e non guasta rifugiarsi nella sua hall accogliente dopo una lunga giornata passata ad esplorare Colaba.
.
3) Porta dell’India

Credits: stuckintraffic

Questo è un monumento di Mumbai abbastanza famoso. La sua storia inizia ai primi del Novecento, durante la colonizzazione britannica. E’ stato costruito per commemorare lo sbarco del re Giorgio V e della regina Maria durante la loro visita nel 1911. Era usata in quel periodo come area d’approdo per le figure importante (viceré, governatori e simili).

4) Il ponte Bandra-Worli

Credits: stuckintraffic

Il ponte sospeso sul mare che collega i sobborghi di Bandra e Worli è il mio preferito. La struttura è semplicemente fantastica ed è piuttosto piacevole attraversarlo alla guida. Se si vuole solo farsi un giro per la città, questo ponte è da non perdere; rende più facile l’attraversamento della città da un punto all’altro ed è anche un buon modo per sfuggire al traffico terribile.

5) I centri commerciali

Credits: stuckintraffic

Per lo shopping moderno ci si deve recare al Millennium Atria Mall ed al Palladium ad High Street Phoenix. High Street Phoenix è un agglomerato di tre centri commerciali con ristoranti, negozi e bar. Lo consiglio senza dubbio come uno dei migliori centri commerciali in città. Invece, se si desidera fare shopping da strada, il posto giusto è Bandra.

6) Haji Ali

Credits: stuckintraffic

Una moschea lungo le rive di Worli.

7) Il museo del principe del Galles

Credits: stuckintraffic

Si tratta di una struttura molto bella nel cuore di Colaba; il museo non solo ospita delle bellezze, ma è bello di per sè. Costruito per commemorare la visita del principe del Galles, il museo è pieno di artefatti e reliquie della storia antica indiana.

La nostra esperienza di sei settimane a Mumbai è finita troppo presto ma la ricorderò sempre, mi ha davvero arricchito. Una delle cose che mi mancherà di più sarà il tramonto. C’è qualcosa di speciale nel tramonto di Bombay, è sempre denso e ricco di colore, come se la giornata si concludesse con la speranza di un domani più luminoso.

Credits: stuckintraffic

Scritto da stuckintraffic il 2012-06-06 in #mondo #locations #travel-destination #city #urban-adventures #india #select-type-of-location #landmarks #mumbai
tradotto da valeriapaperia

Altri Articoli Interessanti