Un Ostello davvero Bello in una caotica città.

1

I ragazzi dell' Ostello Bello ve li avevamo già presentati qualche tempo fa. E' davvero un piacere riscoprire di avere un punto di ritrovo, un tetto dove dormire, quattro chiacchere da fare e socializzare in una città cosi' caotica e non abituata a questa tipologia di living come Milano.

Agli amici dell’ Ostello Bello abbiamo lasciato due delle nostre fidate amiche analogiche, una Fisheye e una La Sardina e abbiamo preparato loro una piccola intervista.

Mettetevi comodi e godetevele entrambe.

Cari amici dell’ Ostello Bello, diteci un po’.. Come nasce l’ idea di mettere su la vostra attività nella caotica Milano, una città comunque lontana all’ idea di Ostello?

L’idea di aprire un ostello nasce nella testa dei suoi fondatori già anni or sono quando poco più che adolescenti si iniziava a viaggiare frequentando i vari ostelli che incontravamo nei nostri viaggi. Si andava per ostelli non solo per il prezzo accessibile nelle ristrette economie di noi giovani viaggiatori, ma perché anche era assicurata quella socialità che caratterizza questi luoghi di incontro. Negli anni ci siamo accorti che Milano, città europea di grandi stimoli, era invece arretrata nel campo dell’accoglienza, attenta solo ai business men che atterrano nella nostra città per fiere o eventi. E tutti quelli che invece come noi viaggiano con lo zaino in spalla spinti dalla curiosità di conoscere luoghi e persone? Quelli come noi che pensano che viaggiare per ostelli sia uno stile di vita e di viaggio? Chi li ospita a Milano? Ecco quelle poche e semplici domande che ci hanno spinto ad iniziare questa avventura imprenditoriale e non solo.

Quali tipi di difficoltà e, allo stesso tempo, quali e quante soddisfazioni siete riusciti ad ottenere ad un anno ormai dalla vostra apertura ?

Le più grandi difficoltà sono state di carattere culturale e burocratico. Perché culturale? Perché in Italia si pensa ancora all’ostello come un luogo per scappati di casa, con stanze spoglie e da caserma militare, low cost come low profile, insomma ci presentavamo in un mercato che ci vedeva un po’ come i black block del turismo.
La Burocrazia invece è come la tua compagna di classe saccente e antipatica, che anche quando pensi che ti stia aiutando invece ti sta fregando, quella che se fai una cosa che piace al tuo prof. deve sempre trovare comunque un difetto al tuo lavoro. Potremmo raccontarne tante da scriverne un libro, ma preferiamo scrivere altre pagine, di un libro più bello che si sta riempiendo di capitoli.
Le soddisfazioni ad oggi sono tante e diverse tra loro, ma anche tutte collegate: il premio che abbiamo vinto a Dublino come secondo miglior nuovo ostello nel mondo agli Hostelworld Award ha il volto dei più di 10mila ospiti che sono passati da noi in questi mesi, che ci hanno aiutato a crescere come impresa, e ancor di più a fare crescere tutti noi dello staff come PERSONE!

Il vostro Ostello non è proprio come tutti gli altri. Ormai ritrovo di Milanesi e non, sappiamo che ospitate diverse iniziative. Ce ne parlate un po’? Quali saranno le prossime ?

La nostra scelta principale è quella di essere anche attori attivi sul territorio milanese, fare impresa ma fare anche cultura, stimolare la socialità, educare e invitare tutti all’ incontro tra persone diverse, per questo abbiamo scelto di aprire le porte dell’ostello anche ai milanesi.
Le attività che sono state presentate in questi mesi sono molto diverse tra loro e hanno toccato diverse forme di arte e di eventi: presentazioni di libri, cicli di incontri sul viaggio, concerti, mostre, mercatini, dibattiti.
In futuro l’idea è di creare degli appuntamenti fissi, fare sempre più musica, far sí che Ostello Bello sia sempre di più un riferimento per chi questa città la vive e la viene a visitare, far sí che Ostello Bello sia un luogo dove creare sinergie!

E di Lomography invece, cosa ne pensate? Siete familiari al mondo analogico oppure è tutto una novità?

Lomography è molto vicina ad Ostello Bello nella filosofia che vi e ci caratterizza: il gusto per un mondo che stava scomparendo. Voi avete dato una seconda opportunità all’analogico sopraffatto dalle nuove tecnologie, noi abbiamo arredato recuperando oggetti in giro; voi rendete la fotografia democratica, divertente, fantasiosa, noi stimoliamo le persone a fare lo stesso nell’incontrarsi.
Ci diverte l’idea di rubare dei momenti con le vostre macchine, senza l’ansia di rivedere subito quel momento, curiosi di sapere con calma quale sarà il risultato.

Per tutta l’ estate anche le nostre fotocamere saranno ospiti del vostro Ostello. Le avete testate? Fisheye o La Sardina? Quali caratteristiche di queste macchine fotografiche pensate possano calzarvi di più a pennello ?

Ogni giorno alcuni dei nostri ospiti vanno in giro per Milano portandosi in giro queste 2 macchine, tutti si divertono, alcuni di loro forse sono così giovani che non hanno mai usato la pellicola, li vediamo entusiasti.
Forse si adatta più al nostro pubblico così variegato una macchina come la fisheye, che offre nella sua peculiarità, la possibilità di una foto più “artistica” senza particolari capacità da parte di chi scatta la foto.

Un ultima domanda.. Quel è stato l’ ospite più strambo che avete avuto e quale invece vi piacerebbe ospitare (famoso e non)?

Non ricordiamo un ospite particolarmente strambo, ma sono tanti quelli che ci hanno lasciato bellissimi ricordi: c’è quello arrivato in bici dall’India, quello che si è innamorato del nostro ostello e invece di 2 giorni è rimasto con noi 2 settimane, e tanti tanti altri….
Chi vorremmo in ostello come ospite? Uno dei tanti viaggiatori che abbiamo incontrato negli altri ostelli quando anche noi eravamo dei semplici e sognanti viaggiatori.

Grazie a Nicola che ha risposto all’intervista!
Ricordatevi che se doveste passare per Milano e avete voglia di sentirvi un po’ come a casa, fate un salto all’ Ostello Bello, non ne rimarrete delusi.

Scritto da biri il 2012-09-12 in #persone #lomoamigos #milano #lomoamigo #ostello-bello #fisheye #family #fun #happy-hour

Un Commento

  1. sirio174
    sirio174 ·

    bell'iniziativa!

Altri Articoli Interessanti

  • Per fare delle panchine... ci vuole l'albero!

    Scritto da sirio174 il 2014-12-30 in #lifestyle
    Per fare delle panchine... ci vuole l'albero!

    Ragazzi, scommetto che mentre state leggendo quest'articolo avrete sicuramente già preparato (e magari anche fotografato) il vostro albero di Natale. Nel frattempo vi propongo una sequenza di toto dedicata all'allestimento del grande albero in Piazza Duomo a Milano, scattate con la mia Lomo LC-A Refurbished, ancora una volta caricata con un rullino in bianco e nero! State a vedere!

  • Petzval della settimana: tienaustin

    Scritto da anamartaml il 2015-07-07 in #mondo #lifestyle
    Petzval della settimana: tienaustin

    Eterea e delicata sono solo alcune delle parole che vengono in mente se si pensa all'arte ed ai lavori di Tien Austin, una giovane fotografa di base ad Honolulu, la capitale delle Hawaii.

  • Le ragazze cantavano il Gospel

    Scritto da sirio174 il 2015-07-06 in #persone #lifestyle
    Le ragazze cantavano il Gospel

    Con questo articolo desidero proseguire la mia serie dedicata ai grandi cantautori italiani. Questa volta tocca ad un indimenticabile artista che da pochi anni si è ritirato dai concerti: Ivano Fossati, ed alla sua canzone "La Signora Cantava il Blues" contenuta nel suo album del 1981 intitolato "Panama e Dintorni". A differenza di questa canzone, in questa serie di foto non vedrete una signora cantare il blues a bordo di un treno, ma un simpatico un gruppo di ragazze, che ci ha regalato una bella serata di Gospel in una caldissima giornata di fine Giugno. State a vedere!

  • Shop News

    Inkodye - Come usarlo?

    Inkodye - Come usarlo?

    1.Scuoti bene e applica sul tessuto, usando un fazzoletto di carta per rimuovere l´eccesso. 2.Crea il tuo stile usando Inkofilm, o anche qualsiasi cosa che possa creare un´ombra. 3.Dopodiché esponi il tutto alla luce del sole, o sotto raggi ultravioletti per 10-20 minuti, finché il colore diventa saturo. 4.Metti tutto in lavatrice con Inkowash per rimuovere la tinta superflua. 5.Raddopia il tempo di esposizione se il cielo é coperto. 6.Goditi il risultato!

  • Fantasie in bianco e nero con Efke

    Scritto da Kwyn Kenaz Aquino il 2015-07-06 in #mondo #lifestyle
    Fantasie in bianco e nero con Efke

    Soffici nuvole, bianchi raggi di sole, mucchi di foglie simili a spugne. La pellicola Efke rivisita la natura come se fosse un´immateriale agglomerato di splendore.

  • Tornare Teenager: Lomography x Ypsigrock

    Scritto da giulialaura il 2015-07-06 in #mondo #competizioni
    Tornare Teenager: Lomography x Ypsigrock

    Sará per l´estate cosí torrida, per gli schizzi in riva al mare, per quelle serate cosí lunghe e calde che si torna a fare chiacchiere interminabili sulle panchine vicino a casa…ogni estate è piacevolemente uguale a quella precedente!

  • Mostrare la bellezza: un'intervista con Francesco Poroli

    Scritto da giulialaura il 2015-07-03 in #persone #lomoamigos
    Mostrare la bellezza: un'intervista con Francesco Poroli

    Siamo contentissimi di aver lavorato con l´illustratore milanese Francesco Poroli, che vanta collaborazioni con molte delle principali testate italiane ed internazionali, come Il Sole 24 Ore, Panorama ed anche il New York Times. Per noi ha personalizzato la sua La Sardina e ci ha parlato un po´di lui e del suo lavoro. Siamo sicuri che vi piacerá.

    1
  • Shop News

    Il regalo che vogliono

    Il regalo che vogliono

    Un voucher Lomography è il regalo perfetto: lascia che il tuo fortunato prescelto decida da sè il suo regalo, cosí potrá anche divertirsi a passeggiare nel nostro negozio online. Disponibili a partire da 10 EUR sono validi per tutti i nostri prodotti e durano per un anno intero! Il voucher puó anche essere combinato con i piggies...cogli la tua chance!

  • Effetti Collaterali: Un Rullino Affogato nella Pepsi

    Scritto da simonesavo il 2015-07-03 in #persone #tipster
    Effetti Collaterali: Un Rullino Affogato nella Pepsi

    Anche questo mese vi parlo di un esperimento sulla manipolazione dei rulli, questa volta é toccato a un povero Konica Centuria SXG 200 dimenticato per qualche ora in un bicchiere con della Pepsi..

  • Un fantastico matrimonio visto con gli occhi della Lente Artistica New Petzval 85

    Scritto da shhquiet il 2015-07-01 in #gear #news
    Un fantastico matrimonio visto con gli occhi della Lente Artistica New Petzval 85

    Non é un segreto che la Lente New Petzval 85 sia stata la silenziosa testimone di tanti eventi importanti, matrimoni inclusi. Poco tempo fa Juan Hoyos, conosciuto nella community come antoniocastello, se ne é servito per immortalare il matrimonio di un collega, ed é stato tanto gentile da condividere con noi i suoi scatti.

  • Lomo LC-A 120: versatilità e semplicità d'uso per le tue foto!

    Scritto da sirio174 il 2015-06-30 in #gear #reviews
    Lomo LC-A 120: versatilità e semplicità d'uso per le tue foto!

    In questo articolo vi presento le mie prime impressioni sulla straordinaria Lomo LC-A 120, una macchina che abbina semplicità d'uso, versatilità, super grandangolo alla grande ricchezza di dettagli registrati su una pellicola medio formato. L'ho testata con due differenti rullini, in due differenti occasioni con due tematiche completamente diverse tra loro. State a vedere!

    1
  • Shop News

    Pellicole creative

    Pellicole creative

    Se la tua creativitá aveva bisogno di una spinta, questo è il prodotto giusto per te! Una nuova esperienza di fotografia analogica di aspetta con questo pacchetto di pellicole rare, scadute o fuori produzione. Scegli ora questo pacchetto e attendi gli incredibili risultati che saprá darti!

  • Estetica e dramma: il cupo mondo di Fabio Interra e della sua Petzval

    Scritto da giulialaura il 2015-06-26 in #persone #lomoamigos
    Estetica e dramma: il cupo mondo di Fabio Interra e della sua Petzval

    Un altro giovane fotografo si aggiunge alla lista degli artisti che Lomography é fiera di poter presentare. Godetevi le bellissime foto di Fabio Interra, corredate da una spontanea intervista che vi fará innamorare!

  • Issa Ng e le sue foto di bordo con la New Petzval 58

    Scritto da minawoo il 2015-06-25 in #persone #lifestyle
    Issa Ng e le sue foto di bordo con la New Petzval 58

    È con immenso piacere che possiamo condividere ancora una volta le foto scattate con New Petzval 58 dal talentuoso fotografo di Hong Kong Issa Ng. Queste foto sono la prova ulteriore dell´immenso gusto estetico e della bravura di questo artista, godiamocele insieme.

    1
  • Premi e vantaggi di Kickstarter: 30 ore per assicurarti la Lente Artistica New Petzval 58 Bokeh Control

    Scritto da Kwyn Kenaz Aquino il 2015-06-25 in #gear #news
    Premi e vantaggi di Kickstarter: 30 ore per assicurarti la Lente Artistica New Petzval 58 Bokeh Control

    Ora che il traguardo é in vista, Lomography da a tutti i fotografi l´opportunitá di possedere una Lente Artistica New Petzval 58 Bokeh Control corredata dei suoi accessori per risaltare i colori.