Piccoli passi nel bianco e nero: Prepariamo un nuovo rivelatore

Pronti per qualcosa di forte? Preparate la Tank!

Nella puntata precedente abbiamo visto come preparare il Caffenol, un rivelatore dal costo contenuto, versatile e facile da mettere a punto anche per i meno esperti; quello che vi proporrò oggi invece, è un rivelatore poco conosciuto ma dai risultati di alto livello con una grana molto fine e tempi di sviluppo ridotti.
Mi sono imbattuto in questo rivelatore per caso, avevo acquistato diversi chimici da camera oscura come Metolo, Idrochinone, acido ascorbico e Potassio Bromuro, sono davvero pochi e non avevo idea di cosa potessi “cucinare” per poter successivamente testare.

Fortunatamente avevo sotto mano il “ricettario per la camera oscura” (The darkroom cookbook, Steve Anchell) da poter consultare e dopo una breve ricerca tra le pagine ho trovato un rivelatore molto insolito: pochi ingredienti, semplice da utilizzare e con le dovute accortezze anche versatile. Il rivelatore in questione è chiamato Developer #105, ma comunemente soprannominato Beutler, dal nome del suo ideatore Willi Beutler.

Ne ho subito preparato una piccola quantità per testarlo e i risultati sono stati davvero magnifici, per essere davvero semplice, inoltre la grana prodotta è davvero ridotta se non impercettibile con le giuste emulsioni.

Facendo qualche ricerca ho scoperto che questo rivelatore è molto simile al Neofin Blue, prodotto e commercializzato dalla Tetenal. Molti sostengono che le formule siano uguali o molto simili, ma sinceramente non ho mai avuto la possibilità di provare la versione commercializzata quindi non ho modo di fare un confronto. Inoltre, la versione commercializzata è contenuta in una singola boccetta, mentre questa ricetta prevede la formulazioni di due parti separate che poi saranno unite prima dello sviluppo.
Questa formula è catalogata nel formulario come rivelatore ad alta definizione, quindi a grana finissima, una caratteristica di rivelatori tipicamente lenti ed efficaci solo con pellicole a bassa sensibilità, mentre in realtà ha dei tempi piuttosto ragionevoli ed versatile anche con pellicole veloci.

Preparazione

Il rivelatore Beutler è composto da due parti: parte A e parte B.
Ogni parte è separata dall’altra, perciò vi consiglio prima della preparazione di procurarvi un paio di boccette, potete trovarle in farmacia.
La formula richiede per la parte A:
-250ml di acqua pre-riscaldata
-2.5gr di Metolo
-12.5gr di Sodio Solfito Anidro
mentre per la parte B:
-250ml di acqua pre-riscaldata
-12.5gr di Carbonato di Sodio (Soda Solvay)

Prima di procedere voglio ricordare di utilizzare assolutamente i guanti e occhiali di protezione per eventuali schizzi, il carbonato di sodio se concentrato può essere corrosivo ed il metolo è un prodotto chimico tossico e nocivo, evitate di entrarci a contatto direttamente con la pelle!

La preparazione è molto semplice ma occorre che i passaggi vengano eseguiti come scritto ma soprattutto con le quantità indicate: una qualsiasi variazione di quantità porterà ad un cambiamento dei risultati e dei tempi di sviluppo.
-Per cominciare prendete le boccette e su di ognuna scrivete rispettivamente PARTE A e PARTE B

-Prendete l’acqua per la preparazione della parte B, assicuratevi che la quantità sia esatta

-Pesate 12.5 grammi di carbonato di Sodio e versateli nell’acqua e mescolate fino alla completa dissoluzione

-Versate la soluzione nella boccetta, chiudetela e lasciate raffreddare

-Per preparare la parte A pre-riscaldate i 250ml di acqua e pesate 12.5 grammi di Sodio Solfito

-Versate metà del Sodio Solfito nell’acqua e mescolate per dissovlere completamente

-Pesate 2.5 grammi di Metolo e versateli nella soluzione, mescolate fino a completo dissolvimento, aggiungete il Sodio Solfito rimanente e mescolate fino a completo dissolvimento.

-Versate la soluzione nella corrispettiva boccetta, sigillate e lasciate raffreddare.

Qualche spiegazione

Come visto la preparazione è semplicissima!

Come molti rivelatori divisi, questo è per motivi pratici ad esempio per il controllo dei tempi o del contrasto ecc ma nel nostro caso invece, le due parti sono separate perchè il sodio solfito agisce da preservante per il metolo, che altrimenti sarebbe ossidato e diventato inattivo molto rapidamente, soprattutto se mescolato anche con il carbonato di sodio, che viene utilizzato come accelleratore dello sviluppo. Tenendo le due parti separate, lo sviluppo si mantiene per circa 6 mesi se sigillato correttamente in una boccetta quasi piena, se uniti si ossideranno e degraderanno molto rapidamente in qualche giorno.

Dato che non si hanno molte informazioni su questo rivelatore per i tempi non c’è nessun riferimento preciso, ma questo sviluppo fortunatamente non mi ha mai dato problemi di sovra o sotto-sviluppo.
La concentrazione da utilizzare è di 1:1:8 ovvero una parte A + una parte B + 8 parti di acqua, i riferimenti per i tempi che sono riuscito a trovare sono tutti uguali e indicano dai 7 ai 10 minuti per pellicole a bassa sensibilità (fino a 100 ISO) mentre da 8 a 12 minuti per pellicole più veloci (dai 200 ai 400 ISO), questo rivelatore non è adatto a sensibilità maggiori e neanche per tiraggi ecc, se avete una pellicola esposta correttamente e volete un ottimo risultato con questo rivelatore potete andare sul sicuro.

Per la preparazione della soluzione di sviluppo vi consiglio di versare prima la parte A poi la parte B e iniziare subito a sviluppare altrimenti il rivelatore inizierà il processo di ossidazione.

Di seguito ho inserito alcune foto che sono state sviluppate con questo rivelatore, scattate con Holga pellicola Ilford FP4+ scaduta 10 minuti a 20°C.

Scritto da yayoboy il 2013-10-03 in #gear #tutorials #contributor #pellicola #preparazione #neofin #yayoboy #development #rivelatore #film #sviluppo #blue #tutorial #beutler #tipster

Altri Articoli Interessanti

  • Specialista del Monotono: Nero, Grigio, Bianco

    Scritto da lomographymagazine il 2016-02-28 in
    Specialista del Monotono: Nero, Grigio, Bianco

    Giocare con le pellicole bianco e nero è un ottimo modo per catturare luci ed ombre. Di seguito trovate alcuni esempi della Community di Lomography.

  • Pellicole Da Amare: ORWOPAN 100

    Scritto da simonesavo il 2015-07-17 in #gear
    Pellicole Da Amare: ORWOPAN 100

    Pellicola pancromatica in bianco e nero negativa con indice di esposizione di ISO 100. Adatta per la maggior parte delle situazioni fotografiche.. Continuate a leggere per scoprire di più.

  • Prime impressioni con la lente artistica Daguerreotype Achromat 2.9/64: Pablo Rodrigo

    Scritto da ellakoppensteiner il 2016-05-13 in #gear #news
    Prime impressioni con la lente artistica Daguerreotype Achromat 2.9/64: Pablo Rodrigo

    Fotografia in bianco e nero. Ritratti e paesaggi con un tocco vintage. Il fotografo Pablo Rodrigo ci riporta indietro nel tempo con le sue superlative immagini ottenute con la lente artistica Daguerreotype Achromat 2.9/64.

  • Shop News

    Lomo’Instant Reykjavik Edition

    Lomo’Instant Reykjavik Edition

    Ottieni foto istantanee uniche con la Lomo’Instant Reykjavik. Le varie lenti e lo Splitzer ti permetteranno di dar vita alla tua creatività!

  • Una gita all'EXPO in compagnia della mia Lomo LC-A+ RL

    Scritto da sirio174 il 2015-12-08 in #places #news
    Una gita all'EXPO in compagnia della mia Lomo LC-A+ RL

    L'EXPO 2015 è stato un evento unico per la città di Milano. In visita d'istruzione coi miei studenti di un Istituto Tecnico della mia città Como, ne ho approfittato per scattare una serie di foto in bianco e nero della manifestazione, portando con me una mitica macchina fotografica: la Lomo LC-A+ nella splendida versione dotata di lente Minitar russa originale. Non mi resta che mostrarvi le foto, state a vedere!

  • Dettagli architettonici degni di nota

    Scritto da lomographymagazine il 2015-07-22 in
    Dettagli architettonici degni di nota

    Un edificio é la storia di un impegno collettivo. Le persone che lo hanno materialmente costruito e tiratoa lucido sono ai piú sconosciute, ma il loro lavoro é un concentrato di identitá. Per alcuni l´architettura é qualcosa da vedere e comprare in formato souvenir. Ma per altri, per i viaggiatori con fotocamera sempre al seguito, quello che conta di piú, é la forte componente visiva che sprigiona.

  • La Lente Artistica New Petzval 58 Bokeh Control alla Lunar New Year Parade

    Scritto da antoniocastello il 2015-06-16 in #gear
    La Lente Artistica New Petzval 58 Bokeh Control alla Lunar New Year Parade

    Da quando Lomography ha lanciato la Lente Artistica New Petzval 58 Bokeh Control come progetto su Kickstarter, abbiamo visto una serie di foto pazzesche, da scimmie di montagna in Giappone, a foto di backstage della Fashion Week di NYC. Molte di queste foto sono state scattate con fotocamera digitale, per questo ora vogliamo vedere come se la cava la New Petzval 58 sulla analogicissima fotocamera Canon Rebel, caricata con pellicola in bianco e nero ed x-pro. Unisciti a noi in questo viaggio nel cuore della China Town di New York durante la Lunar New Year Parade.

  • Shop News

    Foto in sequenza? Super Sampler Black

    Foto in sequenza? Super Sampler Black

    Tira la corda, premi il bottone ed ecco le 4 foto in sequenza!

  • Storie di Viaggio: Una Birra da... Primato!

    Scritto da sirio174 il 2015-05-29 in #people #places
    Storie di Viaggio: Una Birra da... Primato!

    All'inizio del mese di aprile 2015 sono stato in Irlanda per una vacanza di qualche giorno. Dopo il mio articolo dedicato alla pittoresca città di Galway, vi presento ora l'attrazione turistica più popolare di Dublino: la fabbrica di una famosa birra scura irlandese. L'ex magazzino, adibito da oltre un decennio a museo è stato ripreso con la mia fedele Lomo LC-A+RL caricata con un rullino in bianco e nero Ilford HP5+ esposto a 800 ISO. State a vedere!

  • Pellicole Da Amare: Lomography Lady Grey 400

    Scritto da simonesavo il 2015-07-21 in #gear
    Pellicole Da Amare:  Lomography Lady Grey 400

    La Lomography Lady Grey 400 una pellicola pancromatica bianco e nero negativa con indice di esposizione di ISO 400. Adatta per fotografare situazioni con scarsa illuminazione o scene che richiedono brevi tempi di esposizione.

  • Il Kinderheim di Como

    Scritto da sirio174 il 2015-10-06 in #people #news
    Il Kinderheim di Como

    Quest'anno, durante il periodo estivo da Luglio a Settembre, ogni sabato pomeriggio il Comune di Como ha organizzato una simpatica iniziativa per intrattenere i bambini in una piccola piazzetta del centro storico cittadino. Con la mia Fed 2 ed un rullino in bianco e nero ho documentato il tutto riprendendone l'attività in due sabati consecutivi di Settembre. State a vedere!

  • Shop News

    Lomo'Instant Marrakesh

    Lomo'Instant Marrakesh

    Ispirata ad una delle destinazioni piú romantiche al mondo, la Lomo’Instant Marrakesh ti fará innamorare delle sue seducenti caratteristiche.

  • LomoAmigo Heison Ng e la sua Lente New Russar+

    Scritto da minawoo il 2015-07-28 in #people
    LomoAmigo Heison Ng e la sua Lente New Russar+

    Il LomoAmigo Heson Ng ha scattato, ancora una volta, una serie di foto assolutamente indimenticabile. A questo giro ha creato foto in bianco e nero minimaliste ma piene di atmosfera, ovviamente con la Lente New Russar+.

  • Pellicole Da Amare: Rollei RPX 25 ISO

    Scritto da simonesavo il 2015-06-15 in #gear
    Pellicole Da Amare: Rollei RPX 25 ISO

    Rollei RPX 25 ISO è una pellicola pancromatica in bianco e nero con indice di esposizione di 25 ISO. Pellicola per uso generale che può essere utilizzata in quasi tutte le applicazioni come ritratto, paesaggio, architettura. Continuate a leggere per scoprire di più.

  • La bellezza del bianco e nero

    Scritto da Lomography il 2015-11-20 in
    La bellezza del bianco e nero

    Una famosa citazione del fotografo giornalista Ted Grant dice: " Quando fai fotografie a colori di persone, fotografi soltanto i loro vestiti. Ma quando fotografi in bianco e nero, fotografi la loro anima!" Infatti, la mancanza di colori accesi spinge l'osservatore a vedere oltre, in modo da riconoscere l'atmosfera che circonda la foto. In questo articolo abbiamo selezionato scatti in bianco e nero che attraversano diversi stati d'animo.