Divertimento e spensieratezza con la Lomo'Instant Wide: Paolo Raeli

2017-01-02

Un appartamento, il proprio gruppo di amici, alcuni vestiti sbrilluccicanti ed ecco creato un fantastico set fotografico.

Paolo Raeli è un giovanissimo fotografo italo-danese dotato di un talento speciale per raccontare le storie dei propri coetanei, esprimendone le diverse emozioni con estrema naturalezza e intensità. Vediamo gli scatti realizzati con la Lomo'Instant Wide e conosciamolo meglio in quest'intervista.

Ciao Paolo, è un grande piacere per noi averti qui. Ci puoi raccontare di te e di come ti sei avvicinato alla fotografia?

Ciao! Il piacere è tutto mio. Mi chiamo Paolo, 22 anni ad Agosto, sono cresciuto in Sicilia ed è da qui che ho cominciato a scattare le mie prime foto! Mi sono avvicinato alla fotografia a diciassette anni, tramite una persona che ho amato molto che mi ha fatto innamorare di questa arte bellissima. Tutto è iniziato con molta spensieratezza e senza alcuna pretesa, più per spirito di imitazione dovuta all'ammirazione rivolta verso questa persona. Non potevo immaginare che sarei arrivato fin qui.

Cosa significa per te questo mezzo espressivo?

Mi aiuta molto a ricordare, a non dimenticare. Le persone, i luoghi, le cose, ogni cosa è soggetta a cambiamenti. I ricordi purtroppo tendono ad avere contorni sempre meno nitidi con il passare del tempo, come è logico che sia, ma in qualche modo nelle foto tutto resta invariato. Ecco una cosa di cui ho veramente paura: dimenticare.

Come definiresti il tuo stile fotografico (max 5 aggettivi)?

Non è una cosa che amo fare, preferisco decisamente di più quando sono gli altri a dargli una definizione, in base a quello che vedono e percepiscono. Mi piace quando mi dicono che molte foto sembrano estratti di film.

I tuoi scatti sono caratterizzati da una forte impronta narrativa, quasi cinematografica. Come riesci a raggiungere questo fine?

Forse il motivo per cui chi guarda le mie foto riesce in qualche modo a sentirsi partecipe è perché la mia visione un po' luccicante del mondo, i sogni e i desideri mostrati tramite le foto, non è poi così diversa dalla loro.

Come nascono i tuoi scatti? Quanto c’è di programmato e quanto lasciato all’ispirazione del momento?

Mentirei dicendo che è tutto spontaneo. Capita delle volte che organizzi con i miei amici di andare in qualche posto particolare, prefissandomi l'obiettivo di tornare a casa con qualche bel ricordo su pellicola o nella mia scheda SD! Ahah. Tuttavia nessun sorriso, nessun abbraccio, nessuna gentilezza è forzata o falsa. Le emozioni sono tutte vere. Ed è questo che le rende magiche. Succede comunque che per rendere più bella l'inquadratura chieda ad uno dei soggetti di spostare i capelli da un lato, guardare in camera o rilassare le spalle. Cose normali. Cose così. Segui quache regola precisa, tua o convezionale, nello scattare? Se può considerarsi una regola, non amo quando percepisco imbarazzo o disagio nelle persone che fotografo. A nessuno piace essere fotografati quando non ci troviamo a nostro agio, ed è un'emozione che traspare e rimane ben visibile nelle foto, e di conseguenza salvo rare eccezioni, la rovina. Prima di fare una foto mi assicuro che tutti nell'inquadratura siano sereni ed a proprio agio.

Raccontaci della serie di scatti realizzati con la Lomo’Instant Wide.

È stato veramente divertente. Io e alcuni amici siamo andati nell'appartamento di questa nostra amica francese, Joelle, abbiamo ordinato delle pizze, messo su della bella musica e indossato le cose più bizarre che avevamo a disposizione - fra pellicce azzurre, giacche arcobaleno di pailettes e calzini colorati. Quando il ragazzo delle consegne ci ha visto, ha fatto una faccia! Avreste dovuto vederla. Fra una fetta di pizza e l'altra ho scattato una ventina di foto. CI siamo divertiti molto.

È la prima volta che hai utilizzato una macchina fotografica istantanea? Cosa ne pensi?

La macchina è veramente confortevole e leggiera, è stato bellissimo vedersele letteralmente spuntare davanti una volta premuto il bottone. Quando ho sentito "istantanea" non pensavo davvero così.. Istantanea! Erano già perfettamente sviluppate in pochissimo tempo. Ho apprezzato tantissimo la resa pregievole dei colori, vividi e belli come lo erano per davvero.

Abbiamo notato che hai davvero moltissime persone che seguono con passione il tuo lavoro. Qual è secondo te il motivo per il quale i tuoi scatti diventano così virali?

È una cosa di cui non smetterò mai di essere grato abbastanza. L'amicizia, l'amore, il volersi divertire, il viaggio... Sono tutti temi ricorrenti nelle mie foto e che in qualche modo desideriamo più o meno tutti, specialmente i più giovani. Combinando queste cose insieme credo che chi osserva le foto riesca a rivedersi in certe situazioni, in certi sorrisi, e allora non è più troppo difficile sentire vicini alla spensieratezza dei ragazzi e le ragazze ritratti nelle mie foto.

Hai qualche progetto per il futuro?

Tantissimi! Ma ho paura che parlandone possa in qualche modo comprometterli! Come si suol dire.. Se ne parli non si avverano. Sono molto geloso di sogni e progetti. Inoltre mi piacerebbe moltissimo viaggiare oltreoceano, cosa che purtroppo non ho mai potuto fare, e visitare ed apprezzare culture e situazioni che qui non potrei mai vivere. C'è così tanto da vedere e fare, lì fuori.. E da fotografare.


Date un'occhiata ai lavori di Paolo sul suo sito Internet e sulla sua pagina Instagram.
Paolo ha inoltre pubblicato già un book fotografico, che potete trovare qui.

Scritto da lomosmarti il 2017-01-02 in #news #persone #instax-wide #fotografia-istantanea #lomo-instant-wide

Altri Articoli Interessanti