Angelica Trinco: atmosfere estive con l'obiettivo Petzval 85

2017-06-12 3

Tonalità pastello e delicate figure femminili: Angelica Trinco, giovane fotografa del Trentino, ha portato con sé l'obiettivo Petzval 85 per realizzare degli scatti ambientati in effimere atmosfere estive.

Come definiresti il tuo stile e da cosa sei influenzata?

Spesso mi chiedono che stile faccio, solitamente dico che sono una ritrattista e che mi occupo di comunicazione d'immagine per la parte più commerciale, però in realtà non so ben definire il mio stile. Mi piace cercare di capire una persona e provare a rappresentare la sua anima e carattere negli scatti. Mi è sempre piaciuto guardare molte fotografie, mi innamoro della fotografia anche ammirando quanti talenti ci sono al mondo.

Cosa ti piace fotografare e cosa invece non fotograferesti mai?

Mi piace fotografare le persone, in particolare le donne. Mi piace parlare e cercare di capire ciò che vorrebbero rappresentare per poi realizzare scatti che trasmettano i sentimenti o l'idea che loro vorrebbero, sempre però mettendoci il mio stile e una parte di me.
Non c'è qualcosa che non fotograferei, però faccio fatica senza l'elemento umano. A parte le scene d'architettura che mi piacciono sempre un sacco, solitamente i paesaggi che faccio sono solo prove luci fatte prima di iniziare lo shooting; poi, durante la post produzione, mi rendo conto di averle scattate e così provo a post produrre. Vorrei iniziare a fare più paesaggi ma con l'intenzione di trasmettere determinati sentimenti.

Come si svolge il tuo processo creativo che porta dal concept degli scatti alla realizzazione ed eventuale post produzione?

Mi piace tantissimo viaggiare, sia nel mondo che qui in Trentino. Ho la fortuna di abitare in un posto quasi fatato e dunque giro moltissimo in macchina vedendo posti talmente belli da sembrare finti. A forza di girare scopro posti sempre diversi che mi portano a sviluppare idee e concept che poi realizzo. Vedendo un posto inizio a pensare al tipo di persona con cui mi piacerebbe scattare in questo luogo, poi penso a come la fotograferei e alla storia che vorrei creare. Infine mi occupo della post, che invece si adatta più allo stato d'animo del momento. Una volta facevo sempre moltissima post produzione, mentre negli ultimi anni ne faccio meno: preferisco scattare creando determinate effetti subito sul set piuttosto che aggiungere in post.

Raccontaci di questa serie di scatti. Cosa hai voluto realizzare e raccontare?

Negli scatti che vi ho inviato ci sono tante storie, ci sono le due Sabrine, Jovana, e Giulia. Ogni serie racconta una storia.

Nella serie realizzata con Jovana si racconta la storia del vento e della voglia di volare e andare via, questa serie è stata realizzata con l'aiuto di un sacco di persone: Linda Maculan, Camilla Spagni, Alessio Ravelli e Giulia Broz.

Con Sabrina T. ho voluto raccontare un po' com'è lei, che assolutamente adoro e con cui scatto spesso, ha questa calma e serenità interiore che invidio ogni volta che la incontro.

Con Sabrina G. anche ho scattato moltissimo, ho sempre pensato avesse un qualcosa di un'altra epoca e così ho provato a congelarla in una camera d'altri tempi prendendone i dettagli. I suoi scatti mi piacciono molto, perchè oltre allo stile un po' vintage, le pose e l'effetto finale rappresentano alcuni periodi della mia vita.

Cosa è successo la prima volta che hai scattato con il Petzval 85? Quali sono state le tue prime impressioni?

La prima volta che ho provato l'obiettivo l'ho trovato super particolare ma un pò impegnativo, ci ho messo un attimo a trovare la giusta confidenza Poi me ne sono innamorata, mi piacciono un sacco gli scatti che si riescono a realizzare.

Come si è adattato l'obiettivo al tuo stile fotografico? E inoltre, è stato difficile utilizzarlo?

L'obiettivo crea un'atmosfera un po' vintage che si adatta molto bene al genere che faccio, soprattutto la sfocatura circolare mi piace tantissimo per i ritratti. Inizialmente è stato un po' complesso abituarsi all'uso ma dopo qualche scatto non ho più avuto problemi.

Qual è il tuo scatto preferito tra questi e perchè? Quale storia si nasconde dietro?

Non ho uno scatto preferito, mi piacciono un po' tutti. Amo le foto con Sabrina T., perché secondo me sono un mix perfetto tra come è lei e come sono io. Oltre a trasmettere serenità, possiedono un qualcosa che porta a soffermarsi sulla foto, cercando di capire la storia che si nasconde dietro, a come Sabrina abbia fatto a raggiungere questa serenità, pur avendo affrontato situazioni non semplici nella sua vita.

Quali progetti hai mente per il prossimo periodo?

Al momento sono concentrata sulla tesi di laurea che farò sulla fotografia, il progetto lo realizzerò durante l'estate e grazie a questa inizierò a dedicarmi molto anche all'analogico. Finita l'Accademia, mi piacerebbe trasferirmi e girare un altro po' il mondo. Spero di trovare un sacco di persone e di nuove storie da raccontare.


Per continuare a seguire Angelica, visitate il suo profilo Instagram e la sua pagina Facebook.

Fotocamera: Canon 5d mkiii

Scritto da lomogiu il 2017-06-12 in #persone #ritratto #artlens #petzval-85

3 Commenti

  1. argentic-translation
    argentic-translation ·

    Amazing work =)

  2. sirio174
    sirio174 ·

    La terza foto è la mia preferita, splendida

  3. lomosmarti
    lomosmarti ·

    @argentic-translation many thanks for following the Italian magazine <3 we will translate this article also in English :)

Altri Articoli Interessanti