Il surfista Roby d'Amico con la Lomo'Instant Automat

2017-06-28

I need the sea è la prima cosa che si legge visitando il sito di Roberto d'Amico. Cresciuto vicino al mare, ha passato tutta l'infanzia e adolescenza in spaggia, fino a diventare uno tra i più conosciuti e rispettati surfisti professionisti italiani.

Dopo averlo incontrato durante il Nikon Surf Challenge e incuriositi dal suo stile di vita, questa volta gli abbiamo chiesto di immortalare alcuni suoi attimi quotidiani con la Lomo'Instant Automat.

Vediamo cosa ci racconta!

Ciao Roby e bentornato su Lomography! Potresti presentarti alla nostra community?

Ciao a tutti! Sono Roberto D’Amico, un semplice ragazzo che ama girare, conoscere molte persone e fare ciò che ama più di qualsiasi cosa: il surf.

Dunque, qual è la tua storia con il surf? Come è iniziato tutto?

Sono cresciuto a Ladispoli, una piccola cittadina sul mare. Mi è sempre piaciuto giocare in spiaggia e andare a pesca. Il mare è sempre stato un mio punto di pace. Iniziai a mettermi in piedi con un bodyboard, dopo di che provai una vera tavola all’età di otto anni e quella sensazione non è mai più svanita.

Il tuo ricordo e l'emozione più belli legati a questo sport?

Le emozioni sono davvero tante, dipende da come si vuole vivere questo sport.

Che tipo di ambiente è quello del surf in Italia?

In Italia il surf è cresciuto moltissimo, purtroppo abbiamo poche onde ma siamo ben collegati con il resto d’Europa e possiamo permetterci brevi viaggi. Il numero di praticanti è aumentato moltissimo e oggi il surf non viene più considerato solo un gioco estivo ma come un vero e proprio sport.

Sia dal punto di vista sportivo che umano, c'è qualche atleta che apprezzi particolarmente?

Beh io sono molto affezionato a Leo Fioravanti, siamo cresciuti insieme e lui sta vivendo il sogno che tutti noi abbiamo sempre avuto.

Cosa ti aspetta quest'anno e quali sono i tuoi obiettivi?

I miei obiettivi vanno in base alle mareggiate in giro per il mondo, prepararmi per gli Europei in Norvegia e surfare sempre il più possibile.

Ci puoi raccontare un po' del tuo stile di vita?

Vivo due stili di vita totalmente differenti tra casa e viaggio. Quando sono qui ho molto tempo libero e cerco di non stare fermo. Mi piace esplorare le città vicine e conoscere le diverse culture anche a pochi chilometri di distanza. Quando sono in viaggio i miei orari vengono stravolti: sveglia al buio, surf, eat, sleep and repeat!

Qual è il tuo rapporto con la fotografia? In generale cosa ti piace fotografare?

Amo la fotografia, mi piace immortalare i bei momenti per riviverli in altre circostanze. Mi piace fotografare la natura, paesaggi. Se scatto una foto è perché sto vivendo un buon momento... vorrei scattare il più possibile.

Come ti sei trovato con la Lomo'Instant Automat ?

Davvero molto bella e pratica. Una macchina con cui non hai due chance, immortali il momento e quello deve essere. Hai un ricordo in mano e non su un hard disk, ho ritrovato quel valore della pellicola che avevo un po' perso.

Qual è la caratteristica che hai apprezzato e cosa hai scattato?

Ho fatto molte foto alla mia fidanzata, e lei ne ha fatte a me. Un po' in giro per Roma, Milano e Gaeta.
Avere lo scatto in mano in un istante crea molta curiosità, credo che il momento migliore sia l’attesa dello scatto e aspettare che la pellicola prenda vita.


Grazie mille a Roberto per la chiaccherata! Potete seguirlo anche su Instagram, Facebook e Vimeo.

Scritto da lomogiu il 2017-06-28 in #persone #instant #surf #istantanee #fotografia-istantanea

Altri Articoli Interessanti