Portogallo: segreti e misteri di un luogo senza tempo

2

Il Portogallo è una di quelle nazioni che almeno una volta nella vita dev'essere visitata! Ricco di fascino, questo paese strega il suo visitatore con la ricchezza e la varietà di cultura, cibo, storia unica nel suo genere. Se siete tra quelli che il languore è insito nella vostra anima, il Portogallo ha una sua parola che descrive benissimo questa dimensione "Saudade" indica una forma di malinconia. Una sorta di modo di vivere, che noi lomografi conosciamo molto bene, simile ad un caro ricordo, Saudade richiama quella sensazione di affetto, di presenza - assenza che vorresti riportare in vita, di ripossederlo. In molti casi una dimensione quasi mistica, come accettazione del passato e fede nel futuro.

Valentina Mazzini, durante il suo viaggio in Portogallo ha portato con sè la Lomo’Instant Square e grazie ai suoi scatti siamo riusciti a rivivere questa sensazione!

Valentina raccontaci di te e del tuo fantastico viaggio

Molto volentieri ti racconto qualcosa di me e del mio viaggio! :) Ho iniziato qualche anno fa il mio percorso scattando ritratti in polaroid per poi passare al digitale mischiandodo la fotografia fine art alla fashion photography.

Sono una persona abbastanza riservata, a tratti troppo timida e ho trovato nella fotografia un mezzo d’espressione che mi permette di essere me stessa e di parlare attraverso le immagini. Amo dedicarmi al ritratto femminile, è come se ogni volta parlassi un po’ di me e del mio universo.

Oltre alla passione per la fotografia ho anche quella dei viaggi: appena ho un po’ di tempo libero investo i miei soldi per girare un po’ il mondo, niente apre la mente come un viaggio, conoscere nuove culture, usanze, modi di vivere ti può far capire molte cose sulla natura umana e sul mondo in cui viviamo.

Quello in Portogallo è stato uno dei viaggi in cui ho scoperto la forza dell’oceano e la bellezza dei portoghesi e di Lisbona. Sono partita con la mia reflex e la mia Lomo'Instant Square. Prima di tutto mi sono fatta un’idea di quello che per me comunicava Lisbona: il continuo sali-scendi, le case piastrellate, i colori pastello, la luce atlantica.

Ho lasciato in albergo la reflex ed ho deciso di scattare solo con la Lomo, non potevo fare diversamente. Quel velo di malinconia e di sapore retrò potevo rivederlo solo con fotografie analogiche.

Le prime foto sono state fatte per le strade di Lisbona, le case mi incantavano proprio.

Poi ho scattato 3 instax square a 3 monumenti: la torre i di Belém, la chiesa del Carmo e la quinta de regaleira a Sintra una piccola città a pochi kilometri di distanza da Lisbona.

Le altre foto ritraggono la natura portoghese. Sono state fatte durante lo spostamento verso Cabo da Roca, il punto più occidentale del continente europeo.

Mi ha letteralmente entusiasmato la forza del vento , il colore dell’oceano e le ripide scogliere che mi hanno regalato panorami mozzafiato che non dimenticherò mai.

Infine ho immortalato una splendida ragazza portoghese (Leonor Carmo) con cui però ho scattato poi solo foto digitali. Devo dire che però alla fine quella che mi piace di più è proprio questa fatta con la Lomo che le ha dato quel sapore un po’ Bohémien, che lei aveva, senza nemmeno utilizzare photoshop! :) <3

Grazie Valentina per averci raccontato il tuo viaggio!

___________________________________
Se vuoi conoscere i suoi scatti, visita la sua pagina o il suo canale Instagram

Scritto da macilomo il 2018-04-09 in #cultura #news #persone #luoghi

2 Commenti

  1. kii_87
    kii_87 ·

    Bellissimi scatti di viaggio, mettono voglia di partire al più presto!

  2. bluecorals
    bluecorals ·

    Molto belle non ve ne una brutta! Brava!

Altri Articoli Interessanti