Al diavolo la perfezione. Libertà alla fotografia!

Mrgamera, la passione e la curiosità di un Lomo Urban Explorer!

Mrgamera è un taletuoso lomografo. La sua LomoHome ha attirato la nostra attenzione per i viaggi intrapresi, la sua curisoistà verso il mondo e per la sua passione verso l'iconica fotocamera Diana F+.

Ciao Mrgamera, benvenuto sul nostro magazine! Per iniziare vorremo proporti il quiz che abbiamo sviluppato per capire che tipo di fotografo sei. Puoi dirci il tuo risultato?

Che gioia! Sono un “Urban Explorer”, ed è proprio quello che mi piace fare, girovagare per la città, a volte anche senza una meta precisa alla ricerca di angoli e persone. La capitale è una città estesa, un territorio enorme che nasconde una ricchezza incredibile.

Credits: mrgamera

Quando è iniziata la tua passione per la fotografia?

Avrò sicuramente in qualche cassetto le foto che scattavo appena adolescente, ma ho iniziato a fotografare “seriamente” all’università; da buon entomologo insetti e ragni erano spesso l’oggetto del mio interesse, insieme alle fotografie dei viaggi formativi di quegli anni. Una Konica autoreflex TC era la mia compagna, la mia prima reflex e una fotocamera che ancora oggi a volte uso con entusiasmo.

Credits: mrgamera

Hai pubblicato 4 album nella community di viaggi che hai fatto. Da cosa ti sei lasciato ispirare?

Da tutto quello che spesso non risulta nelle immagini turistiche e dal desiderio di comunicare le sensazioni del momento che stavo vivendo. Sono una persona semplice, se provo felicità o rabbia, tranquillità o agitazione durante un viaggio, scatto una fotografia che (spero) dichiari come mi sento.

Credits: mrgamera

Di questi 4 album, due sono stati scattati con la Diana F+. Perché ami la fotografi analogica e cosa ti piace della Diana?

La Diana F+ è spesso con me durante i viaggi. La pellicola obbliga a pensare, se non altro perché è limitato il numero di scatti a disposizione, sicuramente ci incita a capire come funziona una “fotografia” e aiuta moltissimo a creare una serie fotografica; dovendoci concentrare su cosa scegliere come soggetto è più facile (lo è per me sicuramente) ideare un racconto. La Diana F+ è semplicemente perfetta: è indistruttibile! Io la uso gioiosamente, nonostante l’usura ne abbia ridotto le possibilità, da quasi dieci anni. Inoltre posso fare delle “pinhole”!

Credits: mrgamera

Durante il tuo viaggio a Barcellona hai utilizzato come macchina fotografica la Diana F+ e il rullino Redscale. Perchè hai scelto questa tonalità color miele?
Serendipity! Ero al MACBA, non avevo più pellicola 120 e vidi quei rullini Redscale, restai un attimo dubbioso perché sono spesso testardo e amo il BN ma li presi. Meraviglia!! Barcellona ha assecondato i miei desideri. Inoltre il Redscale è veramente adeguato per esprimere l’importanza di alcuni luoghi.

Credits: mrgamera

Quali sono stati i viaggi fotografici più memorabili che hai fatto fino ad ora?

In Francia nel 2011, devo ancora creare un album, ho visitato Carcassonne e Béziers dove vivevano e dove hanno trovato la morte i Catari. Un’emozione fortissima. Poi la Sicilia che non hai mai “fine” ed offre moltissime possibilità. Una terra follemente meravigliosa, nella quale ho potuto fotografare le molte contraddizioni di quel territorio.

Credits: mrgamera

Cosa ci dobbiamo aspettare come prossimi album?
A breve dovrei recarmi a Madrid, a distanza di più di vent’anni dalla mia ultima visita, la Diana sarà con me. Inoltre i sobborghi della capitale che spesso ho fotografato cercando di immaginare una prospettiva diversa. E visi, se mi riuscirà di essere meno timido.

Credits: mrgamera

Grazie a Marco per aver condiviso con noi queste foto e questa intervista, scopri tutte le foto di Marco nella sua LomoHome

Scritto da macilomo il 2018-06-14 in #cultura #persone #mrgamera

Altri Articoli Interessanti