Non Prendetevela col Digitale!

2011-06-24 1

Il futuro è analogico, sì: lo sappiamo tutti?! Ma provate a pensare a quanto di questa rivoluzione analogica si basi sull’intervento digitale e perché funzioni così bene.

Dovete tornare indietro per andare avanti e andare avanti per tornare indietro, un’espressione trita e ritrita e un cliché a tutti gli effetti, ma “Tutti i cliché sono verità lapalissiane e tutte le verità sono vere” – Kerouac. Comunque, immagino di aver già iniziato a divagare.

Viviamo in una società altamente tecnologizzata, piena zeppa di delizie tecnofantastiche e carabattole “cromate” – il cromo sarà molto FIGO i futuro, dev’essere questa la ragione per cui anche Google si sta imbellettando con styling placcati di metallo – ora non più solo per Buck Rodgers!

All’alba della fotografia, i fotografi desideravano ardentemente catturare la vera naturalezza, che era davvero difficile da ottenere su pellicola, date le tante variabili coinvolte, le tante possibilità di sbagliare qualcosa, il tono perfetto della pelle poteva essere rovinato dall’agitazione o da un calo della temperatura, ad esempio. Poi arrivarono le macchine fotografiche digitali, offrendoci l’opportunità di vedere e manipolare finalmente le immagini, istantaneamente, di avere il controllo immediato nelle situazioni di studio e, più importante, di liberarci dagli errori.

Sembrò risolvere ogni possibile problema fotografico; ora, anche l’uomo comune – senza alcuna esperienza – può fare ottime immagini. Ma è giusto quello; una macchina digitale fa immagini, formazioni perfette in ogni pixel di colore e tono naturali. Noi non vogliamo più immagini; noi vogliamo FOTOGRAFIE! Ecco perché noi utilizziamo la pellicola, noi sposiamo l’errore, noi lo usiamo come forma di espressione come faceva Warhol -tutti noi amiamo gli incidenti fortuiti. Questa è una cosa di cui non ci saremmo mai resi conto se non ci fosse stata data l’apparecchiatura per creare la perfezioni in un “premi a metà per la messa a fuoco” – “premi fino in fondo per scattare”.

Più che aver bisogno della sola esistenza della fotografia digitale, la fotografia analogica, in questo anno del signore 2011, ha anche bisogno di un pubblico; ironicamente, la fotografia analogica ha trovato il suo pubblico più vasto, volenteroso e ispirato online, su internet, che è probabilmente l’unica cosa considerata un “posto” esistente pur non esistendo, in pratica la cosa più digitale dell’intero mondo digitale, un tempio del pixel? Come possiamo convertire la grana in pixel per “fare la nostra parte” nella causa analogica – il “bene superiore”, diciamo? Beh, avrete bisogno di uno scanner o di un apparecchio che crei una composizione di pixel partendo dalle vostre creazioni molecolari, che trasformino le vostre fotografie in un’immagine, rendendovi possibile la condivisione attraverso siti e community.

La fotografia analogica basa interamente la sua esistenza sulla realtà del digital imaging, si chiama analogica solo perché è un’alternativa al digitale. Non dovrebbe essere percepita come un’antitesi al digitale ma come qualcosa che esiste in armonia con la nostra attuale società tecnologica; un modo per andare avanti, in un certo senso, andando indietro (ma non per davvero).

Scritto da pmcameraclub il 2011-06-24 in #gear #tutorials #avant-garde #tipster #analogue #digital #art #film #future
tradotto da sidsel

Un Commento

  1. marant69
    marant69 ·

    mmmmh... la fotografia tradizionale, se intesa come utilizzo della pellicola e lo sviluppo della stessa può tranquillamente esistere senza il digitale e ci consente di ottenere dei bei negativi/diapositive da conservare per decenni. Un'altro discorso, in effetti, è la loro fruizione e condivisione il digital imaging permette di semplificare moltissimo il processo! Io apprezzo molto l'unione delle due cose! :-)

Altri Articoli Interessanti

  • C'è sempre una prima volta

    Scritto da Lomography il 2016-04-04 in #news
    C'è sempre una prima volta

    Non crederete a ciò che abbiamo in serbo per voi con il lancio del nostro prodotto misterioso. Che idea folle, hanno pensato. Non può essere creato, hanno detto. Ma alla Lomography, sappiamo che c'è una prima volta per tutto. Così abbiamo deciso di viaggiare indietro nel tempo e dare un rapido sguardo agli inizii della storia della fotografia. Potrebbero queste pietre miliari avere a che fare con il nostro prodotto misterioso?

    2016-04-04
  • ​ Partenza! "Con la fotocamera al collo"

    Scritto da simonesavo il 2016-10-05 in #gear
    ​ Partenza! "Con la fotocamera al collo"

    Dopo tanto tempo torno a scrivere qui sopra e questa volta lo faccio con una serie di racconti sui posti che visito e delle piccole gite fuori porta che faccio di tanto in tanto. Ma non vi preoccupate perché anche in questa serie i soggetti principali sono le nostre amate fotocamere! Allacciate le cinture e partite con me in questa nuova avventura.

    2
  • Il viscerale Lomo Amigo Max Petrone

    Scritto da bartolomo il 2016-01-08 in #persone
    Il viscerale Lomo Amigo Max Petrone

    La nostra fotocamera La Sardina DIY ha avuto il piacere di ricevere una personalizzazione da un artista dai mille colori, il Lomo Amigo Max Petrone! Abbiamo deciso di fare due chiacchere con questo artista di fama internazionale per capire cosa frulla nella sua testa mentre dipinge, ma come tutti i pittori è a dir poco difficile capirlo! Comunque, siamo sicuri che dopo aver letto questa intervista, avrete una voglia pazza di pitturare il primo muro bianco che vi capita davanti!

    2016-01-08
  • Shop News

    Lomo'Instant Mumbai

    Lomo'Instant Mumbai

    Ispirata alla dorata metropoli indiana, caratterizzata da un’architettura affascinante, caotici mercati e cibo speziato. Un omaggio alla frenetica vita e allo splendore di Bollywood, la Lomo’Instant Mumbai unisce alla bellezza del rame brillante un’elegante ecopelle grigia chiaro.

  • Almalo: Ritratti con la Lomo'Instant Wide

    Scritto da shanti929 il 2016-08-16 in #persone
    Almalo: Ritratti con la Lomo'Instant Wide

    La fotografa analogica di Taiwan Almalo lavorava come interior designer. Volendo inseguire un suo sogno, si è licenziata ed ha aperto un locale con il suo ragazzo. Come si evince dai suoi ritratti, riesce a bilanciare perfettamente sogno e realtà.

    2016-08-16
  • Fotografie in Libertà con la mia Pentax ME Super

    Scritto da sirio174 il 2016-03-04 in #gear
    Fotografie in Libertà con la mia Pentax ME Super

    Cari amici, come vi avevo promesso in un precedente articolo, vi presento la mia piccola Pentax ME Super, un gioiellino di tecnologia, piccolo e nero come il mitico pulcino Calimero, una macchinetta leggera e dall'uso intuitivo, ma provvista allo stesso tempo di tutti i comandi necessari per un utilizzo professionale: negli anni '80 e '90 è stata il celebre cavallo di battaglia del grande fotografo sociale francese Willy Ronis, che aveva abbandonato la sua Foca a telemetro, regalata ad un gruppo di fotoamatori, per utilizzare solo questa piccola meraviglia, di cui era pienamente soddisfatto.

    2016-03-04 2
  • Janne Parviainen: Il Mago di Luci

    Scritto da mpflawer il 2015-12-22 in #videos #persone
    Janne Parviainen: Il Mago di Luci

    Janne Parviainen è un artista di 35 anni di Helsinki. È sia un pittore che fotografo, ma a volte usa il suo talento da pittore per fare del light painting una vera e propria arte. I posti abbandonati sono i suoi favoriti, perché secondo lui "sono posti vissuti e pieni di storie da raccontare, sono diari perduti e le foto riemergono le vite passate in quei posti".

    2015-12-22
  • Shop News

    Lomo'Instant Milano

    Lomo'Instant Milano

    Ispirata alla capitale della moda italiana, la Lomo’Instant Milano Edition è un mix perfetto di stile e funzionalità, con tantissime caratteristiche super creative!

  • Corri Babbo, Corri!

    Scritto da sirio174 il 2015-12-28 in #persone #news
    Corri Babbo, Corri!

    Quest'articolo è dedicato ad una simpatica manifestazione che ha visto la partecipazione di più di mille persone: una corsa non competitiva in cui tutti erano vestiti da Babbo Natale. L'ho ripresa con la mia Fed 2, caricata con un rullino Ilford Delta 400. Il titolo è un omaggio al celebre film "Forrest Gump". State a vedere!

    2015-12-28
  • Prime impressioni con la Dagurreotype Achromat Art Lens: Antonio Borzillo

    Scritto da lomosmarti il 2016-12-02 in #persone
    Prime impressioni con la Dagurreotype Achromat Art Lens: Antonio Borzillo

    Antonio Borzillo è un giovane fotografo campano che si contraddistingue per uno straordinario stile romantico e delicato.

    2016-12-02
  • Winter Wonderland

    Scritto da lomographymagazine il 2016-12-01 in #cultura #luoghi
    Winter Wonderland

    Questa è la stagione per essere allegri! Preparati a goderti i straordinari paesaggi invernali e a scattare foto straordinarie.

  • Shop News

    Power Practical Luminoodle

    Power Practical Luminoodle

    Dipingi il mondo in strisce di luce con questo flessibile ed adattabile Power Practical Luminoodle.

  • Riscalda l'inverno con il rullino Lomochrome Turquoise XR

    Scritto da lomographymagazine il 2016-11-28 in #gear #tutorials
    Riscalda l'inverno con il rullino Lomochrome Turquoise XR

    Indossa delle lenti azzurrine grazie alla pellicola Lomochrome Turquoise XR di Lomography e riscalda il tuo inverno.

    2016-11-28
  • Riflessioni istantanee con Frankie hi-nrg mc

    Scritto da lomosmarti il 2016-11-25 in #news #persone
    Riflessioni istantanee con Frankie hi-nrg mc

    Frankie hi-nrg mc, icona della scena hip hop e rap italiana, ha realizzato alcuni scatti con la Lomo'Instant Wide!

    2016-11-25
  • New York in Neon: i nuovi scatti di Toby Harvard

    Scritto da lomographymagazine il 2016-11-24 in #persone
    New York in Neon: i nuovi scatti di Toby Harvard

    Il ritrattista inglese Toby Harvard è tornato con un nuovo esperimento analogico. Ha condiviso con noi alcuni scatti in anteprima.

    2016-11-24