Have an account? Login | Nuovo su Lomography? Registrati | Lab | Current Site:

Anche le macchine fotografiche hanno un nome!

So che molte persone amano nominare gli oggetti a cui tengono di più. Così da bravo lomo-entusiasta, non sarei sorpreso di trovare tra queste persone chi da i nomi alle proprie macchine fotografiche. Questo articolo è infatti, sul come, dove e perché le mie macchine si chiamano così!

Conosco delle persone in questa community che hanno dato dei nomi alle loro macchine:
Quelle di Renenob la Olympus XA e la LC-A si chiamano “Mara” e “Clara”.
La Olympus di Hans12 si chiama “Sven” e la sua Vivitar IC100 “Val”. Non so il motivo per cui abbiamo scelto questi nomi, forse rappresentano qualcosa di speciale, ma anche se non fosse così, di sicuro un motivo c’è.

Per me è normalissimo dare nomi alle cose a cui tengo, anche la mia chitarra, che si chiama “Alexandria”, si chiama così per omaggiare la più famosa cantante-compositrice Cynthia Alexander. Questo quindi vale anche per le mie macchine. Le considero come delle amiche e dargli dei nomi significa per me conoscerle meglio e sentirmi meglio quando scatto con loro.

Voglio iniziare la lista con “Kidlat”, la mia prima lomo una Lomography Colorsplash. Kidlat in tagalog significa lampo/saetta. L’ho comprata al Lomography Store a Singapore. Ero indeciso tra tutte quelle lomo ma Kidlat mi ha colpito, come se mi stesse chiamando. Dal suo primo e luminoso flash, sapevo benissimo che nome darle. Kidlat è fortissima negli scatti notturni, ecco alcuni scatti.

La mia seconda macchina è “Dos”, una Canon EOS. L’ho comprata da un amico (che ora si dedica alla fotografia digitale) per pochissimo, 1700 pesos che sono meno di 40$ (32 Euro N.d.T.) ed è ancora in ottime condizioni. Dos significa due, e due sta perché è la mia seconda macchinetta. Sembra un nome scontato ma non dimenticatevi che è stato grazie a lei se sono stato per la prima volta tra le foto “selected”, quindi le sono davvero grato!

La mia terza macchina è “Lucy” una Superheadz Black Slim Devil, un clone della leggendaria Vivitar Ultra Wide and Slim. L’ho chiamata così per scherzo. Il nome deriva da “Lucifero” che è adattissimo per una “black slim devil” (Diavolo magro e nero XD N.d.T.) Non so perché ma l’ho trovato davvero divertente anche se “Lucy” in realtà è un nome da bambine. Solo per la cronaca “Lucifero” in latino significa “Portatore di Luce”. Ecco degli scatti che ho fatto con lei.

L’ultima arrivata in famiglia è “Love” una Lubitel 166B comprata da un collezionista. Era in ottime condizioni come se non fosse mai stata usata. la cosa carina è che me la sono auto-regalata per il compleanno. L’ho chiamata Love per tre motivi: 1) Sono sicuro che farà delle foto meravigliosi; 2) Per compensare la mia vita privata che è senza speranza (ahahahaha!) e 3) Perché so già che amerò questa macchina intensamente.

Mi chiedo come chiamerò la mia LC-A quando ne avrò una. Spero che vi siete divertiti nel leggere quest’articolo e spero di leggere i nomi delle vostre macchine. Scriveteli!

scritto da walasiteoditoe tradotto da ophelia

No comments yet, be the first