Petzval_preorder_header_kit

Now Available for Pre-Order - First Come, First Served

Have an account? Login | Nuovo su Lomography? Registrati | Lab | Current Site:

Cittá fantasma giapponese fermata su pellicola da Riccardo Parenti

Sono sempre stato convinto del fatto che ogni cittá abbia le sue rovine, i suoi edifici abbandonati, luoghi dimenticati e ignorati eppure pieni di storie da raccontarci. Poi ci sono le cittá fantasma: intere cittá, un tempo brulicanti di vita, adesso fatiscenti, che marciscono con il passare del tempo. Il fotografo italiano residente a Tokyo Riccardo Parenti si é dedicato proprio a progetti fotografici sulle cittá fantasma giapponesi: lavori che senza dubbio hanno con sé un enorme fascino.

Abitazioni fatiscenti, costruzioni distrutte, stanze in disordine, pareti ancora ricoperte di vernice incrostata: gli edifici abbandonati sembrano essere scene da incudo o da film dell’orrore, ma ci sará sempre un fotografo esploratore pronto ad avventurarsi alla scoperta di ogni costruzione spettrale. Per chi tra noi non ha paura di sbirciare attraverso le finestre di vecchie abbandonate, abbiamo queste anime coraggiose che alimentano le nostre curiositá.

Uno di questi fotografi é Riccardo Parenti, un art director italiano, residente a Tokyo. Uno dei suoi attuali progetti concerne proprio la cittá fantasma di Nichitsu, un piccolo centro a circa tre ore Tokyo.

Situata a Chichibu, nella regione montagnosa di Saitama, a Nichitsu risiedevano circa 3.000 persone fino al 1965. Quando, peró, la omonima compagnia Nichitsu Corporation ha cessato l’attivitá mineraria nel 1978, in molti hanno lasciato la cittá. Alcuni esploratori continuano a frequestare la zona della miniera di calcare, ma la cittá é del tutto abbandoanata.

Le foto di Parenti, scattate con una Mamiya 7 e Kodak Ektar 100, ci racconta di una cittadina di montagna, perfettamente fornita di tutto ció che i suoi abitanti potessero necesitare: case confortevoli, l’ufficio postale, il comune, la scuola e anche un ospedale. In molte delle stanze che Roberto ha visitato, ci sono ancora gli effetti personali di chi abitó quella casa, rendendo la scena ancora piú grottesca.

Mentre aspettiamo che Roberto realizzi nuovi scatti su Nichitsu, guardiamo questo video che vi mostra le immagini di questa spettrale ma affascinante cittá:

Siete mai stati in una cittá abbandonata? Mostrateci le vostre foto e raccontateci le vostre storie lasciando un commento qui sotto.

Tutte le informazione per questo articolo sono state tratte da Koi Koi Koi e Haikyo.org.

scritto da plasticpopsiclee tradotto da martadublin

No comments yet, be the first

Leggi questo articolo in un'altra lingua

La versione originale di questo articolo è scritta in: English E' inoltre disponibile in: Nederlands, Spanish, Československy, Türkçe & Français.