Have an account? Login | Nuovo su Lomography? Registrati | Lab | Current Site:

Fotografie in doppia esposizione di dipinti e dei loro creatori di Stelios Baklavas

Separando l'artista dall'opera d'arte e, allo stesso tempo incorporandoli nei ritratti, è un processo ed una tecnica fatta magistralmente dal fotografo greco Stelios Baklavas. Guarda altri suoi ritratti nell'articolo intero.

Stelios Baklavas mette a fuoco sull’artista e sull’arte creata da colpi di pennello, dolore e tele. Le sue serie intrecciate “Ritratti Dipinti” mostra la creazione di persone e degli artisti stessi. Le doppie esposizioni tentano di combinare l’elemento degli artisti e i loro lavori in una singola forma d’arte.

Prendendo spunto da vari stili fotografici, Baklavas mostra una vista dei dipinti che differisce dalla solita fotografia dei lavori fra le mani delle menti creative che li hanno fatti. Staccandosi dallo stile usuale e dal soggetto, che è la danza e la fotografia di nudo, i ritratti risaltano come collezioni di storie – ognuna mostrando un volto diverso della vita dell’artista e delle loro creazioni.

La sua tecnica di sovrapposizione nei ritratti usa la luce, i colori e la composizione per mettere in mostra il loro lavoro e i loro stili creativi. Lo stile unico dell’artista e l’approccio al dipinto sono stati usati come scenario per i ritratti.

Stelios Baklavas è nato in Grecia, ad Atene, nel 1963 ed è un fotografo di fine art. Le sue doppie esposizioni su pellicola e l’apprezzamento dello stile fotografico corpulento è uno dei lavori più notevoli della fotografia a pellicola di oggi. Guarda altri dei suoi lavori su pellicola qui.

Tutte le informazioni e le foto per questo articolo hanno come fonte Shooting Film, il sito web Stelios Baklavas.

Post correlati:
Carne su carne: Ritratti ad esposizione multipla di Shaina Craft
Bellissimi disegni di doppie esposizioni di Jane Radstrom
Foto analogiche psichedeliche di Jessica Eaton
Nascondino: Una serie di paesaggi emergenti e che stanno scomparendo di Jieun Park

scritto da cheeoe tradotto da robertoragno

No comments yet, be the first

Leggi questo articolo in un'altra lingua

La versione originale di questo articolo è scritta in: English