La Fotocamera più creativa al mondo: Ora Disponibile in Preordine!

Header
Have an account? Login | Nuovo su Lomography? Registrati | Lab | Current Site:

Un caffè macchiato e un cornetto all'albicocca con Charles.

C’era una volta, Beverly Hills 90210, Non è la Rai, gli Invicta, gli scuba swatch, e un adolescente di una piccola città di provincia che ascoltava Isola Posse All Stars e Public Enemy, leggeva Allenza Latina e girava con una Kodak Instamatic 25 per fotografare i primi “murale”s che apparivano lungo la linea ferroviaria e sugli edifici abbandonati di periferia per poi ridisegnarli sui suoi quaderni di matematica.

… poi, un dì hai scoperto la fotografia… come?
Erano i giorni della guerra in Kuwait o di Bosnia, non ricordo, dalla finestra di camera mia vidi volare in formazione degli elicotteri mangusta, seguivano l’orizzonte del mare mentre il tramonto rendeva il cielo di un rosso intenso, il mio stereo suonava Hey Joe. Ero come dentro la locandina di Apocalyps now.
Sentii la necessità di documentare quel perfetto incontro di bellezza e distruzione e corsi a prendere la reflex che mio padre teneva nel cassetto del “mobile della sala”. Le prime foto le scattai preso dal fuoco sacro del fotoreporter, ma a guardarle ora fanno tenerezza.

Cos’ ha cambiato Lomography nel tuo modo di vedere la fotografia?
La lomografia è il punk della fotografia. Non c’è bisogno che ti dica altro.

Macchina foto è uguale a…? cosa significa per te tenere in mano una macchina fotografica?
La macchina fotografica sta al fotografo come la penna allo scrittore (o la spada laser allo Jedi?), cosa scrivere con la luce poi lo decide l’ispirazione. La fotografia è un arte, è quindi necessario il talento, ma oltre a questo è richiesta tanta tecnica ed esercizio. Previsualizzare lo scatto che si vuole ottenere, lavorare per sottrazione nella scelta compositiva, intuire da particolari che qualcosa di sublime sta per accadere. Come in un dejavù.

In che mood sei di solito quando riesci ad esprimerti al meglio attraverso gli scatti?
Mi sento carico e curioso. Galvanizzato.

Dire WOW davanti ad una foto. Cosa ti fa reagire?
Mi fanno reagire le foto di Dondero, di Burri, di Fontana, di Alex Fakso, di Basilico e di Bogie.
Reagisco al sublime e alla capacità di rappresentarlo nelle forme in cui ha deciso di palesarsi a noi.
Un bello scatto per me deve coniugare estetica e messaggio.

Quali esperienze ti hanno “cresciuto” a livello fotografico? E da quanti anni sei Lomografo?
Le mie skills in fotografia sono ancora troppo immature per poterti rispondere senza essere presuntuoso. Tuttavia credo che il viaggio sia un’esperienza che porta alla crescita e alla maturazione di ogni persona sotto tutti gli aspetti, nel mio caso i viaggi e i periodi passati all’estero sono il principale stimolo al miglioramento anche in campo fotografico.
Sono lomografo da tre anni, da quando i miei amici hanno deciso di regalarmi una Diana F+ con flash e fisheye. Da quel giorno è sempre con me: è stata una buona compagna per le calle del Raval di Barcellona, sulle piste da sci di Campiglio, sui tram di Lisbona, e nella quotidianità di Bologna. Da poco più di un anno si è aggiunta anche una Holga con cui sono tornato a scattare in BN.

Da chi arriverebbe o è arrivato il commento/complimento più importante per te?
Sarei molto fiero se Mario Dondero apprezzasse uno solo dei miei scatti. Ho avuto l’onore di ascoltarlo a Bologna, e dalla sua narrazione ho capito molte cose sull’animo del fotografo. Sicuraemnte è un esempio da seguire.

Se la fotografia è arte, per te cosa rappresenta? E se fosse un libro, un film e una canzone, sarebbe…
La fotografia è un esercizio di comprensione (di se e del mondo) e di traduzione del percepito in immagine. In Asia di Terzani, Blow up di Antonioni, il reading di Remo Remotti Mamma Roma addio. Ed aggiungo, come trasmissione radiofonica sarebbe Tropical Pizza.

Paesaggi o ritratti?
Perché porsi limiti? Paesaggi o ritratti non fanno differenza, con una Holga è divertente esplorare qualsiasi soggetto.

Sei “analogico” perché?
Mi sentirei limitato a scattare solo in digitale, sarà banale ma le foto prendono un altro aroma.

Cosa ami di Lomography?
Sono macchine relativamente semplici che stimolano la fantasia, in cui conta divertirsi e io non voglio perdere il lato ludico di far fotografia.
Inoltre la gente non si spaventa se fotografi, sono macchine simpatiche, nessuno ti corre dietro urlandoti “voglio quel rullino, cancella quella foto!!!”. Piuttosto chiedono “ma è vera?” e poi se ne vanno via sorridenti.

Sei fiero di te quando…?
Quando guardo una foto che risulta essere esattamente come me la immaginavo mentre la stavo scattando.

Non c’entra nulla, ma a colazione cosa mangi?
Latte fresco macchiato con caffè equo e un cornetto con marmellata biologica di albicocche.
Ad eccezione della mattina di Pasqua, quando per tradizione nella mia famiglia si mangiano: uova sode, prosciutto, formaggio pecorino, e crescia di Pasqua.

Nome Vero: “Tutti mi chiamano Charles”
Nome da lomografo: Duck&Cover
Anni:31
Segni particolari: Baffi asburgici.
Macchine preferite: Holga

scritto da alessiab

3 commenti

  1. belletts

    belletts

    Complimenti! Mi piace la tua visione!

    circa 3 anni ago · report as spam
  2. goonies

    goonies

    scatti fantastici!!!

    circa 3 anni ago · report as spam
  3. onnei

    onnei

    Complimenti, hai davvero occhio... scatti carichi e intrisi di bellezza, analogica.. ! Ho appena regalato la Diana F+ con obiettivo fish eye, attendo curiosa i primi risultati.
    circa 3 anni ago · report as spam