Have an account? Login | Nuovo su Lomography? Registrati | Lab | Current Site:

She Makes War scatta con il LomoKino

Laura Kidd aka. She Makes War è un' eclettica artista, innamorata della musica, viene dall'inghilterra e fa la cantante – Ha debuttato con il suo primo album "Disarm" nel 2010 e prima del prossimo anno uscirà il suo secondo album ‘Little Battles’. Laura ha realizzato un sensazionale teaser video per il suo nuovo album usando il Lomokino – Leggete l'intervista, guardate il suo video e assicuratevi di ordinare una copia del suo album!

City: London
Country: UK

Raccontaci un po’ di te…
In arte She Makes War, also lavoro come regista di video e redattrice freelance, fotografa e social media rabble rouser. Ho appena completato il mio secondo album, “Little Battles”, e sto sistemando le ultime cose prima di lanciarlo.

Sei Lomografa da molto o sei una novellina ?
Ho comprato la mia prima macchina fotografica Lomography in tour a San Francisco nel 2008 e inseguito ho raccolto una bella collezione, che comprende una LC-A+, Smena, Lubitel, Sprocket Rocket e La Sardina.. Ho sempre voluto portare in Tour una Lomo, sono simpatiche divertenti e leggere.

The She Makes War video shot using the LomoKino!

Come è stao girare il il tuo video con il LomoKino?
E ’stato fantastico! Avevo programmato due servizi fotografici in un giorno con i miei amici Dina Karklina e Laura Ward che mi hanno aiutato a girare una piccola storia per i luoghi piu conosciuti. Siamo stati fortunati con il tempo e mi sono divertito come non mai.

Qual ’è stato il fascino di girare un video in analogico e non digitale?
Sicuramente l’effetto sorpresa e il risultato che ne esce fuori. Certo da una parte, è rischioso perchè non sai esattamente cosa hai scattato fino al ritiro delle scansioni – ma poi il giorno dopo sei comunque anzioso di rimetterti in gioco sul set sapendo che dovrai rilassarti un pò di più per la fase di montaggio. Ho riscoperto in realtà che l’attesa delle scansioni non è una cosa brutta perchè mi ero resa conto che cosi facendo mi dedicavo alla realizzazione del video su un’ aspetto globale e non su ogni singolo scatto. E inoltre è sempre meglio scattare qualche rullino in più, perchè creare un video è si divertente e bello ma l’errore umano può sempre ribaltare la situazione. Infatti le due pellicole scattate da me erano uscite completamente vuote! E’ stato bello anche non dovere apportare nessuna modifica sula graduazione di colore una volta completato l’editing. Tutto era bello cosi’ com’era!

Ci hanno detto che oltre ad essere una brava cantante, sei anche una talentuosa filmmaker – Come pensi questi due mondi possano stare bene insieme?
Nel mio progetto She Makes war, le immagini sono un modo di trasmettere un altro aspetto della atmosfera creata dalla musica, in questo modo creo video musicali che danno un’altra versione delle mie canzoni. Mi piace essere abbastanza aperta con le parole, utilizzare simboli e arrivare cosi al nocciolo della questione, come è capitato nel mio recente video con la canzone intitolata Slow Puncture (from my first album “Disarm”),
Ho creato una caccia al tesoro intorno ai miei pezzi preferiti di street art a East London e pedalato da una posizione all’altra. L’idea era che una creatura di un video precedente, “Let This Be”, aveva lasciato una scia di indizi per darmi una lezione e farmi capire il valore delle cose che avevo, piuttosto che essere ossessionati da ciò che non è perfetto, e penso che è proprio quello che si leggerà attraverso le immagini del video, anche se il sottotesto non sarà poi così evidente allo spettatore.
Penso che si possa benissimo raccontare una storia attraverso la musica, o un film, o entrambi, o attraverso qualcosa di completamente diverso, e nel mio caso mi piace di fondere insieme musica e cinema, perché a volte ragiono con la melodia e talvolta con le immagini.

Riguardo al movie-making, avresti qualche tips da condividerecon noi registi in erba?
Stabilite a priori cosa volete raccontare e come meglio si può mostrare senza dover spiegare troppo. Tulle le vostre intenzioni e emozioni che avete in mente si imbatteranno nello spettatore, ma non preoccupatevi, questo non deve significare che dovete pianificare ogni minimo dettaglio – lasciate spazio alla creatività e lasciate accadere le cose cosi come vengono. Questo renderà la “Slow puncture” un incidente felice – le gocce di pioggia scintillante, il buffo aspetto che ho avuto da passanti, l’uccello che piomba al momento perfetto, la Stormtroopers …

Se dovessi lasciare il LomoKino ad un altro regista, chi sarebbe e perchè?
Michel Gondry,perché penso che sia uno dei registi più creativi del momento. Mi piace come crea effetti insoliti fuori del movimento, oggetti di scena e scenografia. Dà sempre un senso tangibile di spazio e che in me riscuote tanto apprezzamento.

Quale attore attrice vorresti recitasse in un tuo LomoKino movie?
Penso che Annie Clark aka St. Vincent sarebbe meravigliosa in un film con il LomoKino – ha una presenza molto delicato ma forte, e sarebbe divertente vederla all’opera in un film. E ‘una musicista, non un’attrice, ma è sensazionale nei suoi video musicali.

Domanda scontata, qual’è il tuo film preferito?
Posso dirti quale film preferisco al momento, ed è un documentario dal titolo Catfish. Invece il mio film preferito di tutti i tempi è Eternal Sunshine Of The Spotless Mind.

Come descriveresti il LomoKino in 5 parole?
Creativo, adorabile, Sparky, sorprendente, divertente.

Quale caratteristica preferisci del LomoKino e perchè?
E’ lo stop frame effect, è sensazionale godere di quasta caratteristica che nel Lomokino è del tutto naturale senza doverla programmare. E’ sicuramente qualcosa che lo contraddistingue!

Visitate She Makes War Website e cliccate Little Battles Microsite per sentire e ordinare il suo nuovo album!

Riportando nel 21st century la magia di far film, il LomoKino ,vi sarà d’aiuto per creare divertenti filmati su pellicola da 35mm. Cliccate sul Microsite, per guardare dei Movies e date inizio oggi alla vostra nuova carriera da registi!

scritto da tomas_batese tradotto da biri

No comments yet, be the first

Leggi questo articolo in un'altra lingua

La versione originale di questo articolo è scritta in: English E' inoltre disponibile in: Deutsch, 中文(繁體版), 한국어, Français, Spanish, ภาษาไทย, Nederlands, 中文(繁體版) & 日本語.