Lomoinstant_en
Have an account? Login | Nuovo su Lomography? Registrati | Lab | Current Site:

Guida alla Pellicola di Lomography: Introduzione ai formati delle pellicole

La prima volta che scatti foto con pellicola e vuoi scoprire di più? Il mondo analogico ha tante sorprese ed interessanti esperienze fotografiche in serbo per te, quindi abbiamo messo insieme qualche parola per formare una guida allo scopo di aiutarti con tutto ciò che c'è da sapere sui diversi formati di pellicola.

Il mondo della fotografia ha visto “tanti formati per foto e video nella sua storia”:http://en.wikipedia.org/wiki/Film_format, così, questa guida copre tutti quelli reperibili al giorno d’oggi.

Pellicola 135 o 35 mm

Oggi il più comune dei formati, la pellicola 135 fu introdotta da Kodak nel 1934 e fu immediatamente nota come 35mm. La pellicola, larga 35mm (o 1.4 pollici) ha dei buchi chiamati sprocket holes, e varia in lunghezza, numero di esposizione, formati e sensibilità (o ISO).

  • Lunghezza: La lunghezza standard della pellicola ha 36 esposizioni, ma ve ne sono anche da 24 e da 12.
  • Tipo di pellicola: I più comuni tipi di pellicola sono i colore, diapositive, monocromatiche o bianco e nero. Non è una sorpresa trovare anche emulsioni rare ed esotiche come le pellicole ad infrarossi.
  • Sensibilità della Pellicola: Le più comuni velocità sono 100 ISO, 200 ISO, 400 ISO e 800 ISO; rare sono le pellicole con 25ISO, 50 ISO, o 1600ISO e 3200 ISO (più che rare).
Foto di clownshoes

Pellicola 120

Un’altra pellicola introdotta da Kodak, il formato 120 fu fatto da Kodak per la loro Brownie No. 2 nel 1901. Chiamata anche medio formato, questa pellicola è larga 60mm ed è avvolta intorno ad una spoletta di plastica, incartata infine in dei fogli. La carta protettiva è stampata con i numeri dei fotogrammi.

  • Lunghezza: Un rullo di pellicola 120 è tipicamente lungo 76cm e tipicamente scatta 16 immagini (formato 6 × 4.5) o 12 immagini (formato quadrato 6×6). Alcune camere scattano anche 8 esposizioni con il formato 6×9, o 6 esposizioni con il formato panoramico 6×12.
  • Tipo di pellicola: Come le pellicola 135, le pellicole da 120 sono di solito a colori, diapositive, e bianco e nero.
  • Sensibilità della pellicola: 100 ISO, 400 ISO, e 800 ISO sono anche le velocità tipiche del 120, anche se è possibile incontrare 160 ISO, 50 ISO e 64 ISO.
  • Formati simili: La pellicola 220 arriva nella stessa larghezza del 120, ma doppiamente lungo, ed ha il numero di esposizioni sdoppiato; la pellicola da 600, è essenzialmente la stessa ma con una spoletta più stretta.

Cartuccia 110

La pellicola-cartuccia 110 fu introdotta da Kodak nel 1972 per le sue fotocamere Pocket Instamatic. Una versione ridotta del formato 126, la striscia di pellicola è 16mm in larghezza ed è collocata all’interno di una cassetta di plastica che registra anche ad ogni scatto quando il film avanza. Il 110 è stato interrotto nel 2009, ma Lomography ha reintrodotto il formato nel 2012 con l’Orca Nera e la pellicola da 100 ISO.

  • Esposizioni: Ogni cartuccia ha 24 esposizioni.
  • Tipo di pellicola: Mentre i film 110 erano di solito a colori, Lomography ha anche creato pellicole bianco e nero e diapositive.
  • Sensibilità della pellicola: I film 110 arrivano nelle velocità 100 ISO o 400ISO, ma la diapositiva Peacock di Lomography arriva nella velocità 200 ISO.
Foto di kashmir87

Pellicola istantanea

Inventata dalla Agfa ma introdotta dalla Polaroid, le pellicole istantanee contengono tutti i chimici necessari allo sviluppo e al fissaggio dopo l’esposizione. Le fotocamere istantanee iniziano il processo di sviluppo dopo ogni foto. Oggi, ci sono due tipi di pellicole istantanee sul mercato: integrali e peel-apart.

  • Pellicola integrale o positivo istantaneo, che sviluppa automaticamente e fissa la foto; ad esempio le Instax Mini e Wide di Fuji.
  • Pellicole “Peel-apart”, che produce una stampa attraverso il trasferimento di un reagente fra il negativo esposto e il foglio positivo che lo riceve; ad esempio le Polaroid tipo 100 e le Fujifilm FP-100C.
  • Sensibilità pellicola: Le pellicole Fuji Instax tipicamente arrivano nelle velocità 800ISO, ma la Fuji FP-100C e FB-300B hanno rispettivamente 100 e 3000 ISO.
  • Tipo di pellicola: Colore o bianco e nero.

Advanced Photo System (APS)

Introdotto nel 1996 e interrotto nel 2012, diverse compagnie producevano pellicole APS sotto diversi nomi: Advantix di Kodak, Nexia di Fujifilm, Futura di Agfa, Centuria di Konica. Simile al 135, l’APS è leggermente più piccolo in larghezza ed è anche collocato all’interno di una cassetta di plastica. Questo formato arrivava in 40, 25 o 16 Esposizioni.

La differenza di questo formato è l’abilità di registrare informazioni oltre alla foto, come la data e l’ora in cui è stata scattata la foto, il formato, una descrizione, dati esposizione (oggi EXIF). Comunque, a differenza della pellicola 135, l’APS sviluppata resta nella cartuccia.

Tutte le informazioni per questo articolo hanno come fonte 135 film, 120 film, 110 film, Instant film e Advanced Photo System su Wikipedia.

scritto da plasticpopsiclee tradotto da robertoragno

No comments yet, be the first

Leggi questo articolo in un'altra lingua

La versione originale di questo articolo è scritta in: English E' inoltre disponibile in: Português & Deutsch.