Have an account? Login | Nuovo su Lomography? Registrati | Lab | Current Site:

Hai una Macchina Fotografica, Viaggerai

Amo viaggiare e amo portare a casa stupende foto. Bene, chi non lo ama? Lascia che ti dica i miei segreti per ottimi scatti di viaggio.

Foto di stratski

Come la maggior parte delle cose, la fotografia di viaggio beneficia di un po’ di preparazione.

Arma scelta

Delle buone foto di viaggio iniziano con la tua scelta della macchina fotografica. Se ne hai solo due o tre è facile: portale tutte. Ma se sei un collezionista come me, la scelta può essere un po’ più difficile. Prenditi un momento per pensare cosa vuoi ottenere. Foto nitide, chiare in stile National Geographic? Portati qualcosa con obiettivo di vetro, preferibilmente una SLR o TLR. Foto morbide con un’anima? Scegli tra la Holga o la Diana. Multi esposizione? Scegli tra la LC-A+ o un’altra macchina Lomography. Panorami? Prendi la Horizon o la Spinner 360.

Poi, che tempo ti aspetti? Molta pioggia? Porta una macchina waterproof. Sole o neve? Piccoli obiettivi di plastica. Tempo grigiastro? Usa obiettivi di vetro, qualcosa che non ha bisogno di molta luce per produrre immagini adeguatamente esposte.

Ottima per i giorni di pioggia.

Ultimo, ma non meno importante, quanto peso vuoi (o puoi) portare? Un’escursione di due settimane in montagna potrebbe non essere il viaggio migliore in cui portare quella SLR pesante e la tua Horizon. Ma anche se stai facendo un giro di piacere in una città, puoi evitare di spezzarti le spalle portando troppe macchine (l’ho fatto.)

Munizioni

Poi c’è ovviamente la scelta della pellicola. Per quelle foto National Geographic, usa della normale pellicola a colori negativa. Con il brutto tempo, X-Pro o Redscale potrebbero dare un po’ di colore in più ai tuoi scatti. O fai il contrario e scatta in B&N. Le spiagge assolate o le piste da sci andranno bene a 100 ISO, per la maggior parte delle altre destinazioni consiglierei ISO maggiori, specialmente se usi una macchina con obiettivo di plastica. Di solito porto un mix di pellicole negative a colori, diapositive e B&N e cerco di essere sicura che ogni macchina abbia un tipo di pellicola diverso caricato.

Accessibilità

Come dice il vecchio modo di dire: la miglior macchina fotografica è quella che hai con te. Lo cambierei così: la miglior macchina fotografica è quella che puoi raggiungere in cinque secondi. A meno che non stia viaggiando con altri appassionati di fotografia, le persone tendono ad annoiarsi se devono aspettare ogni dieci minuti mentre cerchi la tua macchina. Quindi assicurati di avere accesso veloce alla tua macchina. Un laccio al collo comodo è un investimento valido.

Quando faccio escursioni con il bel tempo, cammino con una macchina al collo, un’altra attaccata al mio zaino con un moschettone e un’altra in una tasca del mio zaino che posso aprire e chiudere senza togliermelo dalle spalle. Con il brutto tempo metto una o due macchine fotografiche nella tasca impermeabile e attacco una macchina waterproof allo zaino. Non è il look più affascinante, ma posso scattare foto in qualche secondo. A volte è tutto quello che hai.

Vedi quel laccio della macchina che spunta dalla tasca?

Infine, le foto!

E poi la cosa vera e propria: le foto. La buona fotografia di viaggio è in realtà abbastanza simile a ogni altra fotografia. La cosa principale è tenere gli occhi aperti e, se hai un dubbio, scattare. Prova a ricordare regole come la regola dei terzi, lead room e i gusti. Sono consigli utili che funzionano davvero. Una volta che li conosci puoi sempre certamente scegliere di rompere queste regole, ma le trovo linee guida immensamente utili.

Circa 1/3 di cielo, 2/3 di terra, una strada che conduce nella foto, un escursionista a 1/3 della foto.

Alcune delle mie tecniche preferite sono:

Una strada, un fiume, un cordolo o cose del genere che vanno da un angolo verso il centro della tua foto possono guidare l’occhio nell’immagine. Questa è la mia tecnica preferita di tutte. Non deve essere per forza una strada, ma tieni gli occhi aperti per vedere linee utili.

Una strada che conduce in una foresta tedesca. Chissà cosa sta dietro a quegli alberi…
Scale corse che conducono nella foto.

Quando fotografi dei paesaggi, prova anche ad avere qualcosa in primo piano, per aggiungere profondità. A volte fotografo meravigliosi paesaggi che diventano abbastanza noiosi in foto: una linea di terra verde in basso, una linea di cielo blu in alto – insieme formano una fotografia abbastanza piatta. Avere qualcosa davanti aggiunge immediatamente maggior profondità, producendo una foto più interessante.

Due escursionisti forniscono un primo piano a un ampio paesaggio della Groenlandia

Non dimenticarti dei dettagli. Di solito viaggio nella natura dove tendo molto a scattare foto di enormi ampli paesaggi. Provare a immortalare quanto più possibile nelle tue foto è una tentazione, specialmente quando si viaggia in destinazioni nuove ed esotiche. Ma non dimenticare di fotografare anche qualche dettaglio – un cartello divertente, un po’ di scultura sull’angolo di un edificio. Quando stai scorrendo 50 viste di montagna, è bello vedere un fiore ogni tanto.

Fiore della Groenlandia
Pietra miliare a Dartmoor
Maria sopra una porta corsa

Un po’ di contrasto nel tuo soggetto può spesso funzionare bene. Vecchio contro nuovo, grande contro piccolo. Hai capito.

Il minuscolo escursionista evidenzia la dimensione dei pini corsi.
Amo il contrasto tra l’industria tedesca e i bei fiori.

Così, questi sono i miei consigli per dell’ottima fotografia di viaggio. Ora esci e rendimi geloso delle tue foto stupende.

scritto da stratskie tradotto da virtualflyer

No comments yet, be the first