Trees

Un double creativo con la Disderi Robot 3 Lens

Ecco come fare un double con una Disderi Robot 3 Lens, per trasformare una semplice macchinetta che fa 3 foto in sequenza, in un mix di esperienze diverse, costruendo una storia che coinvolge 2 amiche con la passione della lomografia.

Credits: lizharlem

L’esperimento è stato pensato in coppia con lelegiove, con la quale condivido la passione per la fotografia, in tutte le sue forme. Il nostro progetto primario riguarda la fotografia sensoriale e l’elicitazione, che potete seguire qui, ma ci piace anche occuparci di tanto altro.
L’idea di fondo di questo double è mischiare le nostre esperienze e ciò che ci capita di fotografare in un unico rullino, con dei semplici passaggi. La pellicola è stata impressionata 2 volte, impressionando ogni volta una parte di pellicola diversa…
Questa tecnica mi ha inoltre fatto scoprire potenzialità nuove di una macchinetta che usavo ormai pochissimo.
E’ una cosa piuttosto semplice da realizzare, è un esperimento adatto anche ai più imbranati!
Questa è stata per noi una prova generale, quindi non tutti gli scatti sono venuti come volevamo, però ci ha aiutate negli esperimenti che abbiamo adesso per le mani…

Cosa serve?
Una macchina fotografica che scatti più foto nello stesso fotogramma, come la Disderi Robot, usata da noi.
Nastro isolante nero
Nastro adesivo
pennarello indelebile, usato per scrivere su cd
Ovviamente..una pellicola

Cosa dobbiamo fare?
Caricare la pellicola la prima volta: attaccare alla linguetta della pellicola un pezzetto di nastro adesivo trasparente, che serve per assicurare saldamente il rullino al rocchetto di avvolgimento, cosicché, quando avremo finito la prima serie di scatti, riavvolgeremo la pellicola fino a che non sentiremo forzare, il che vorrà dire che siamo arrivato al nastro adesivo.
Questo serve perché non dobbiamo usare estrattori o tecniche per tirar fuori la pellicola avvolta nel rullino: con questa tecnica ne resterà sempre un pezzetto fuori, pronto per essere srotolato di nuovo.

Caricare la pellicola, facendo aderire il nastro adesivo al rocchetto.

E’ molto importante segnare con il pennarello, sulla pellicola, lo spazio occupato dal 1° fotogramma, così, quando caricheremo la pellicola la seconda volta, avremo un riferimento preciso e non rischieremo di avere una serie di fotogrammi non in asse gli uni con gli altri.

Credits: lizharlem

La Disderi ha 3 fori: tappatene uno o due a vostra scelta con il nastro isolante nero, a seconda di quale effetto volete ottenere e di quante volte volete esporla.

Scattate tranquillamente tutte le foto che vi va e finito il rullino riavvolgete la pellicola, fino a sentire un po’ di resistenza, causata dal nastro adesivo.

Caricate di nuovo la pellicola (se è l’ultima esposizione che fate potete togliere il nastro adesivo, altrimenti lasciatelo lì) e cambiate il psoto al nastro nero sopra i fori: adesso impressionerete quelli che prima erano stati coperti…
Potete ripetere questa procedura anche per ogni foro che avete a diposizione!

E adesso divertitevi!

Scritto da lizharlem il 2014-02-26 in #gear #tutorials #art #tipster #quickie-tipster #select-type-of-tipster #select-what-this-tipster-is-about #doppie-esposizioni #disderi3lens #double-creativi #tipster-double #caricare-la-pellicola-per-double

Altri Articoli Interessanti