I delicati ritratti di Arianna Ceccarelli con l'obiettivo artistico Petzval 58

Femminilità e naturalezza negli scatti della talentuosa fotografa romana Arianna Ceccarelli. Le delicate figure femminili sono poste al centro dell'azione, dove il dettaglio e l'ambientazione arricchiscono di fascino misterioso e travolgono lo spettatore. Vediamo cosa ha realizzato con la lente artistica Petzval 58 Bokeh Control.

Credits: Arianna Ceccarelli
“Se vuoi qualcosa nella vita, allunga la mano e prendila…” Christopher Mccandless tratto dal film "Into the Wild"

è una citazione che accompagna Arianna e che descrive al meglio quello in cui lei crede.

Ciao Arianna, è un piacere averti qui con noi! Ti andrebbe di presentarti alla nostra community?

Ciao a tutti! Il mio nome è Arianna Ceccarelli, ho 24 anni, vivo a Roma e sono laureata in Lingue e Letterature. Mi occupo prevalentemente di generi come il fashion, ritratto e fine-art. Non ho mai frequentato accademie fotografiche ma solo seguito due piccoli corsi e un workshop in passato. Gran parte della mia formazione è quindi dovuta ad anni di esperienza e studio da autodidatta.

Credits: Arianna Ceccarelli

Quando ti sei avvicinata alla fotografia?

Da bambina non ero una grande appassionata di fotografia, dal momento che la vedevo esclusivamente come un mezzo per immortalare vacanze o feste di compleanno. Verso l’età di 15 anni però ho finalmente scoperto il lato artistico della fotografia: la sua grande potenza creativa, la capacità di raffigurare e trasmettere le nostre emozioni attraverso una singola immagine o una serie creando delle vere e proprie storie. La mia prima macchina fotografica è stata una Panasonic Lumix compatta (non ricordo il modello preciso purtroppo). Successivamente all’età di 18 anni ho ricevuto la mia prima reflex, la Nikon D7000 che due anni fa ho sostituito con l’attuale Nikon D610.

Come hai capito che la passione si stava per trasformare in un lavoro?

Sicuramente nel momento in cui sono iniziate ad arrivare le collaborazioni importanti e successivamente le prime proposte di lavoro.

Credits: Arianna Ceccarelli

Come gestisci il tuo rapporto con la fotografia nella vita quotidiana?

Per me la fotografia è tutto, come dico spesso. Mi piace immortalare qualsiasi cosa. Ultimamente mi sto approcciando anche alla fotografia di viaggio. Probabilmente il problema affiora solo nel momento in cui devo passare dalla parte opposta dell’obiettivo. Beh…lì mi sento molto a disagio e impacciata!

Quali sono state le tue primi impressioni con questa lente?

Beh, sicuramente la prima cosa che mi ha colpita è stato il metodo stravagante e lo ammetto, a tratti anche scomodo (soprattutto per le foto in verticale), di apertura e chiusura del diaframma. La messa a fuoco è molto complessa, soprattutto all’inizio. Ma dopo un po’ di prove sono riuscita a capire al meglio il meccanismo. Ammetto però che nella maggior parte dei casi ho dovuto utilizzare lo schermo per mettere a fuoco il soggetto, metodo che tendo a non usare mai.

Credits: Arianna Ceccarelli

Le tue fotografie sono dei bellissimi ritratti. Ci puoi raccontare come gestisci il rapporto con le persone che immortali?

Quando scatto per me è necessario instaurare un rapporto con il soggetto. A volte prima ma spesso anche durante e dopo la fase di scatto. Adoro il fatto che durante gli shooting ci si diverta, si ridi e si scherzi. Non sono una persona troppo seria sul set, anzi. Che si tratti di lavoro o di progetti personali, per me un mood sereno e a tratti divertente è fondamentale. Credo sia anche utile per le modelle, per farle sentire a proprio agio e dare il meglio di sé durante la fase di scatto.

Credits: Arianna Ceccarelli

Qual è per te l'aspetto più importante della composizione di una foto?

La composizione è assolutamente essenziale. Una composizione corretta è in grado di catturare l’attenzione dello spettatore, renderlo partecipe dell’azione immortalata o riuscire a fargli suscitare le stesse emozioni che fin dall’inizio avevamo intenzione di trasmettere.

Il luogo in cui scatti quanta importanza ha?

Tantissima. Credo che la location sia tutto e dedico moltissimo tempo alla ricerca del luogo perfetto in cui scattare, soprattutto per i generi concettuale o fashion.

Credits: Arianna Ceccarelli

Nei tuoi lavori quanto c'è di preparato e quanto invece è dovuto all'ispirazione del momento?

Dipende dal genere. Per esempio, per quanto riguarda gli editoriali fashion o beauty sicuramente dietro c’è molto più studio e organizzazione. A volte io e il mio team elaboriamo il progetto molti mesi prima della realizzazione. Per la ritrattistica classica invece tendo a farmi ispirare da ciò che mi circonda: location, natura, colori, luci, texture.

Credits: Arianna Ceccarelli

Quali caratteristiche della lente artistica la Petzval 58 Bokeh Control? hai apprezzato maggiormente? Per quali occasioni la raccomandesti?

Ho apprezzato molto in che modo l’effetto vortice o, come lo chiamo io, “effetto risucchio”, riesca a creare dinamicità all’interno della foto. Sembra quasi che il soggetto si muova o che, osservando la foto, ci si senta trascinare verso di essa. Direi un effetto quasi ipnotico.
Credo che questa lente sia perfetta per la ritrattistica ma anche per la fotografia di moda, se si ha voglia di creare un mood un po’ più surreale. Sicuramente non la vedo adatta al reportage o a generi di fotografia molto più movimentati, dal momento che la messa a fuoco va gestita con molta cura, pazienza e precisione.

Credits: Arianna Ceccarelli

Qual è secondo te il vantaggio di utilizzare una lente speciale?

Sicuramente la possibilità di creare degli effetti particolari già in fase di scatto e non, come avviene oggigiorno, durante la post-produzione.

Credits: Arianna Ceccarelli

Quale fotocamera hai utilizzato e con quali aperture?

Come fotocamera ho utilizzato la mia Nikon D610. Per quanto riguarda le aperture ho usato quasi sempre f/2.8 ma in alcuni casi anche f/1.9 e f/4. Ho preferito ovviamente mantenere il diaframma più aperto possibile per evidenziare l’effetto bokeh sullo sfondo.

Hai qualche progetto per il futuro?

Sto progettando alcuni editoriali di moda a cui tengo molto e che spero di pubblicare entro la fine dell’anno.

Credits: Arianna Ceccarelli

Continua a seguire i lavori di Arianna Ceccarrelli nella sua pagina Facebook e su Instagram !

Scritto da macilomo il 2018-08-02 in #gear #news

Altri Articoli Interessanti