Found in translation: alla ricerca di Santosha

Almeno una volta nella vita abbiamo tutti provato il sentimento di vera contentezza – a volte grazie alla nostra abilità di risolvere problemi complessi o grazie al raggiungimento di piccoli obiettivi. Questo ci rende pieni e soddisfatti e sentiamo come di aver portato a compimento la nostra giornata. Ma hai mai sperimentato una contentezza assoluta, o quella che gli Induisti e Buddisti chiamano santosha?

Credits: yokekei, bebopbebop, hodachrome, jeabzz, maryona & fotobes

Secondo Dr. Tim Lomas, un lessicografo residente a Londra, santosha è la beatitudine (संतोष) (Sanscrito, n.) che deriva dalla crescita personale e dall’accettazione di sé stessi e degli altri; uno dei cinque niyama della filosofia Induista e Buddista.

Il noto poema epico indiano Mahabharata parla del santosha nel Shanti Parva (Libro della Pace) come la più alta forma di paradiso, il gradino più alto della beatitudine:

"Quando riusciamo ad allontanare da noi i desideri come una tartaruga ritira la testa nelle pieghe della sua pelle, allora la natura della nostra anima si manifesta. Quando si riesce a non temere nessuna creatura, né tantomeno alcuna creatura prova timore nei nostri confronti, quando si è capaci di vincere desideri ed avversioni, allora possiamo definirci padroni di noi stessi. Quando altresì, attraverso gesti e parole, non si reca dolore nei confronti di alcuno e quando non si coltivano desideri, si può raggiungere il Brahman (consapevolezza-beatitudine)."

Si tratta di una forma di beatitudine stabile e costante. Si tratta di essere felici della vita sopra il nulla. Ci si sente pieni e felici con le cose che si possiedono, senza la pretesa di altro. Si tratta della felicità che tutti noi vorremmo raggiungere. Si tratta di uno stato idilliaco, ma forse possiamo provare ad immaginare che cosa sia attraverso le piccole cose, come un gentile sorriso o un luccichio negli occhi di un passante. Potrebbe anche provenire da una risata di cuore. Se si è capaci di leggere il linguaggio del corpo potremmo forse riuscire a catturare il santosha.

Credits: wil6ka, mallorynox, caramba, tamsoam, renatamotteran, miriel & peropero

2018-09-07 #cultura

Altri Articoli Interessanti