Il mondo visto da un oblò con LaFish World

Due soci e una macchina fotografica la Fisheye One hanno viaggiato per il mondo osservandolo a 170°. Ecco cosa ci hanno raccontato:

Ciao Ritz, Ciao Eli è un piacere avervi qui con noi! Vi andrebbe di presentarti alla community?

È un piacere per noi! Siamo Ritz e Eli, un art director e una scienziata, con in comune la passione per i viaggi e per le foto, e in particolare con un grande amore per la nostra Lomo: LaFish.

Credits: lafish

Quando avete iniziato a scattare con la Fisheye1? Vi va di raccontarci di questo magnifico progetto?

I primi scatti risalgono a 10 anni fa. Avevamo da poco scoperto la curiosità per la fotografia analogica e giravamo con una Nikkormat degli anni 70 (molto pesante!) e una Lomo Super Sampler. Abbiamo comprato LaFish in un Lomo Store a Lisbona, abbiamo cominciato a scattare e pian piano ci siamo accorti che era quella che ci dava più soddisfazione, la più sorprendente. Da allora viaggia sempre con noi.

Credits: lafish

Vi siete spostati per il mondo con la Fisheye, dove siete andati? Quali percorsi avete seguito? Per quanto tempo?

Devo dire che abbiamo avuto la fortuna di viaggiare abbastanza in questi anni fino ad arrivare a toccare tutti i 5 continenti ! I percorsi sono stati diversi, cerchiamo di cogliere qualsiasi occasione per partire. Spesso abbiamo trasformato i viaggi di lavoro in viaggi veri e propri come nel caso dell’Australia, ma anche del SudAfrica e della Cina, mentre altre volte è semplice curiosità o voglia di avventura come per l’Islanda o il Sud Est asiatico. Spesso ci capita anche di organizzare un viaggio proprio per andare a fare una foto in particolare, quindi

ogni tanto possiamo dire che decide LaFish.
Credits: lafish

Quali rullini avete portato con voi?

Non abbiamo un rullino “preferito”. Spesso abbiamo cambiato in base a quello che trovavamo anche se adesso quello che usiamo più spesso è un semplice Fujicolor 200.

Credits: lafish

Avevate sempre tutto il materiale necessario per scattare o vi siete appoggiati a momenti di fortuna?

L’unica cosa che abbiamo sempre dietro è la macchina. Non sempre siamo organizzati, tutt’altro. Spesso ci siamo ritrovati in posti sperduti con gli scatti contati o addirittura senza rullini e qualche foto ce la siamo persa. A tal proposito ricordo sempre con tanto affetto il “negozio di fotografia” di un paesino in Malesia che ci ha venduto un rullino già sviluppato con la conseguenza che al posto di 36 scatti dei meravigliosi Templi di Angkor Wat mi sono ritrovato con altrettante foto di un matrimonio Indiano! I rischi dell’analogico...

Credits: lafish

Ci raccontate dei vostri scatti?

Spesso l’ottica Fisheye è utilizzata, diciamo così, per foto divertenti e leggere mentre a noi piaceva l’idea di prenderla un po’ più sul serio e utilizzarla per raccontare, documentare effettivamente qualcosa. Ci siamo accorti che fotografare un paesaggio, un monumento, una strada con questa ottica offre sempre un punto di vista un po’ distorto e un po’ distaccato (grazie all’effetto “oblò”) che rende tutto un più interessante. Anche quando il soggetto è molto conosciuto ed è già stato fotografato in mille modi LaFish riesce a ritrarlo in modo originale.

Credits: lafish

Avete sia la LomoHome che una pagina Instagram che curate molto. Vi va di parlarne?

Si, quando ci siamo accorti che il volume dell’archivio fotografico era notevole e variegato, abbiamo pensato che sarebbe stato bello racchiudere tutti gli scatti in un unico progetto. Quindi abbiamo creato una vera e propria identità LaFish e abbiamo aperto un profilo Instagram e la nostra LomoHome dove ogni giorno (o quasi!) postiamo una foto pescando dal mucchio.

Credits: lafish

Dove vi porterà il futuro? Avete programmi che volete condividere con noi?

A breve saremo a Praga, che è una città che non abbiamo ancora immortalato e per il resto aspettiamo altre occasioni per muoverci ancora. Qualche idea c’è ma si tratta solo di idee. Per quanto riguarda LaFish ci piacerebbe espandere un po’ il progetto con un sito e con una serie di stampe da poter distribuire online oppure semplicemente, e qui siamo certi, con tante, tante, tante altre foto. Tante l’ho già detto?

Credits: lafish

Grazie mille per questa bella instervista :)
Continuate a seguire i viaggi di LaFish in giro per il mondo su Instagram e nella LomoHome

Scritto da macilomo il 2018-11-02 in

Altri Articoli Interessanti