Robert Capa in mostra a Monza

Centocinque anni fa, oggi, nasceva uno dei più grandi fotografi di sempre: Robert Capa. Non solo si è trattato di uno dei principali fotografi di guerra di tutti i tempi, ma Capa ha saputo distinguersi anche come ritrattista di grande livello di personaggi quali Ernest Hemingway, Henri Matisse, Pablo Picasso e Truman Capote.

Copyright: Didascalia © Robert Capa © International Center of Photography / Magnum Photos

Il primo di ottobre è stata inaugurata all' Arengario di Monza una mostra che presenta 100 fotografie in bianco della figura di spicco del fotogiornalismo del XX secolo. In questi scatti ci vengono raccontati i cinque grandi conflitti di cui Robert Capa è stato testimone fino al 27 gennaio 2019: dalla guerra civile spagnola (1936-1939), alla seconda guerra sino-giapponese (che seguì nel 1938), dalla seconda guerra mondiale (1941-1945), fino alla guerra arabo-israeliana (1948) e alla prima guerra d’Indocina (1954). Fondatore di Magnum Photos nel 1947 insieme a Henri Cartier-Bresson, George Rodger, David “Chim” Seymour e William Vandivert, ha scattato dal 1936 al 1954, anno della sua morte in Indocina, per una mina anti-uomo.

L'esposizione è articolata in 13 sezioni e si conclude con un’aggiunta inedita: un cammeo di tre scatti, nei quali viene portata in mostra la relazione di Capa e la compagna Gerda.
La rassegna è promossa dal Comune di Monza ed è organizzata da Civita Mostre in collaborazione con Magnum Photos e la Casa dei Tre Oci. È a disposizione di tutti i visitatori, inclusa nel biglietto di ingresso, una audioguida in italiano e in inglese, con cui seguire tutto il percorso espositivo. Per ulteriori informazioni recatevi qua.

Copyright: Didascalia © Robert Capa © International Center of Photography / Magnum Photos

Scritto da chiaracarlucci il 2018-10-22 in #news

Altri Articoli Interessanti