Leri & Lucy - LC-A 120: il nuovo progetto di Kiodo90

6

Alberto, è un lomografo della nostra community con la passione per la fotografia e una collezione interessante di macchine fotografie. Abbiamo notato nella sua LomoHome
Kiodo90 per la community, un progetto interessante. Scatti in bianco e nero in un posto isolato, decadente, misterioso...

Siamo stati colpiti dal tuo progetto fotografico “Leri e Lucy - LC-A 120". Da dove sei partito per realizzarlo?

“Leri e Lucy” è un progetto fotografico nato dalla voglia di sperimentare qualcosa di nuovo…
Qualche mese fa ho partecipato ad un corso di fotografia sul tema del ritratto e lì ho conosciuto Lucy. Durante una chiacchierata dopo la lezione io e Lucy abbiamo parlato molto di Francesca Woodmann e dei suoi sublimi autoritratti… Lì ho avuto l’idea di chiedere a Lucy se avesse voglia di posare per qualche scatto provando a interagire e a confondersi con gli ambienti, come faceva la Woodmann.
Ci siamo divertiti un mondo a sperimentare pose, inquadrature, tecniche, a creare un’atmosfera surreale e un po’ tetra. La cosa bella di questo progetto è che fotografo e soggetto hanno partecipato attivamente insieme alla realizzazione degli scatti, è stato un vero e proprio gioco.

Kiodo90

Cosa vorresti trasmettere?

Abbiamo cercato di trovare un modo per fondere in uno scatto ciò che due menti potrebbero realizzare. Abbiamo creato scatti alternativi che non mettessero in luce la naturale bellezza di Lucy ma bensì la nostra co-creazione.

Kiodo90

La tua fotocamera è stata la LC-A 120. Come mai questa scelta?

La scelta della LC-A 120 è stata dettata dal fatto di essere stati ispirati da alcuni scatti 6x6 della Woodmann. Per cui, quale migliore attrezzatura avrei potuto sceglie se non la LC-A 120? Una compatta 6x6, automatica con un’ottima lente, anche se avrei preferito fosse anche lei f 2.8 come la sorella in formato 35 mm. Abbiamo realizzato anche tanti scatti in digitale. Essendo stata la nostra prima esperienza insieme avevamo bisogno di un feedback più immediato.

Hai scelto la ILFORD HP5 Plus 400, una pellicola in bianco e nero ad alta sensibilità, ideale per il tuo progetto. Avevi già scattato con questa pellicola oppure hai scelto di sperimentare?

Io non scatto molto in bianco e nero, ma la ILFORD HP5 PLUS 400 ISO mi sembrava la pellicola ideale per fotografare soggetti in ambienti scarsamente illuminati.
Le foto sono ben contrastate i neri sono naturali e ben esposti, la grana è poco visibile.
Mi è capitato di usarla altre volte in versione 35 mm, in formato 120 mm è stata la prima volta. La ritengo particolarmente adatta per ritratti.

Come hai gestito la luce nei tuoi scatti? Quali impostazioni hai utilizzato?

Ci siamo affidati alla luce naturale proveniente dalle finestre, lasciandoci ispirare dal fascino tetro e decadente della location. Abbiamo giocato con ombre e riflessi, tentando di realizzare scatti in equilibrio tra rose e abiti scuri...
Ci siamo affidati all’esposimetro dell’LC-120 montata su cavalletto e scatto flessibile, lasciando a lei la magia.

Dove e come hai scelto la location? L’edificio storico era abbandonato?

Leri Cavour è un borgo abbandonato che un tempo è stato una tenuta agricola d’eccellenza e la residenza di campagna di Camillo Benso Conte di Cavour.
All’entrata del borgo troviamo la villa di Cavour, una splendida villa a due piani in cui ci sono numerose stanze decorate con colori affascinanti in cui regna l’abbandono.
Un set perfetto per ciò che volevamo fare io e Lucy.

Hai dei consigli da dare a chi vorrebbe realizzare un progetto come il tuo?

Ciò che più mi sento di consigliare è che, nonostante l’intento sia un progetto di co-creazione, il controllo dello scatto lo deve avere il fotografo. Lui è l’unico che può avere una visione totale della scena, la posizione delle mani, del corpo e l’inquadratura dev’essere sempre sotto il controllo di chi scatta. Questa cosa non va mai sottovalutata per una buona riuscita del progetto.

Kiodo90

Quali altri progetti ci dobbiamo aspettare per il futuro?

Questi scatti appartengono a un progetto non ancora concluso che io e Lucy vogliamo portare avanti, con altri scatti in paesi fantasma e luoghi dell’abbandono. Uno dei prossimi passi potrebbe anche essere utilizzare una terza persona come soggetto.
Personalmente, sono in continua ricerca dello scatto imperfetto ma interessante e, soprattutto, non convenzionale, senza mai riuscire a saziarmi.

Grazie Alberto! Segui la sua lomohome Kiodo90!

Scritto da macilomo il 2019-03-15 in #persone

Maggiori informazioni

Lomo LC-A 120

Lomo LC-A 120

Vincitrice del premio Phoblographer Editor's Choice in quantp "The best street photography camera: film or digital. Pretty much nothing will beat this."

6 Commenti

  1. aronne
    aronne ·

    Complimenti @kiodo90! Il progetto, le foto e l'intervista: molto interessante.
    Trovo che la macchina abbia risposto meravigliosamente alla mancanza di luce di un ambiente abbandonato. Grande!

  2. kiodo90
    kiodo90 ·

    Grazie @aronne, si LC-A 120 sta diventando una delle mie macchine preferite

  3. sirio174
    sirio174 ·

    Bellissimo progetto!

  4. kiodo90
    kiodo90 ·

    Grazie @sirio174

  5. ilpando
    ilpando ·

    bellissimi scatti artistici, complimenti per il progetto davvero ben realizzato , la location ha un qualcosa di magico..

  6. kiodo90
    kiodo90 ·

    Grazie e gentilissima @ilpando

Altri Articoli Interessanti