La Bigotta e la sua Lomo Instant Wide

Anna Neudecker, in arte La Bigotta, è una tatuatrice tutt'altro che bigotta. Si è avventurata nel mondo dei tatuaggi per puro gioco diventando una delle tatuatrici vintage più note del panorama italiano. E cosí, sempre per puro gioco, si è divertita a scattare e a disegnare sulla nostra Lomo'Instant Wide, innamorandosene a tal punto da decidere di esporla presso Casa Bigotta, il suo nuovo studio a Milano, per far si che chiunque passi di là possa catturare quel momento speciale. Sei pronto? Andiamo a conoscere meglio questa creativissima artista!

Ciao Anna, o meglio, La Bigotta, è un vero piacere averti qui sul Magazine di Lomography! Oggi ci addentreremo nell’affascinante universo del tatuaggio. Prima di iniziare però, raccontaci qualche cosa su di te. Chi è La Bigotta?

Chi è La Bigotta? Allora, La Bigotta è una Tattoo Artist e illustratrice che si è avventurata nel mondo dei tatuaggi per puro gioco - dopo avere ricevuto come regalo del trentesimo compleanno da parte di mio marito, una macchina per tatuare. Il nome “La Bigotta” nasce dopo circa un anno, principalmente per avere un nome d’arte più riconoscibile e più facile da ricordare (sicuramente più del mio cognome) - e perché perché trovavo divertente accostarlo alla mia persona - tutt’altro che bigotta.

Quali sono state le tue impressioni sulla Lomo’Instant Wide? Era la prima volta che sperimentavi la fotografia istantanea?

La mia prima impressione è stata molto positiva perché essendo un esteta - ho subito apprezzato molto il look e il packaging di Lomography - e la trovo molto elegante e stilosa. Avevo, già da piccola, una grande passione per la fotografia istantanea e ho sempre sperimento molto.

Tatuaggio e fotografia analogica sono mondi non poi così lontani… Entrambi imprimono - uno su pelle e uno su pellicola - un ricordo unico, irripetibile. Quando e come hai compreso che il tatuaggio era la tua vera passione?

È vero! Infatti, in casa mia, una macchina fotografica istantanea è stata sempre presente, proprio per catturare il momento speciale. Ho compreso che il mondo del tatuaggio era la mia vera passione dopo pochi minuti mentre facevo il mio primo Tattoo sulla gamba di mio marito. Da quasi subito, questa forme di arte l’ho sentita molto vicina al mio essere.

La Bigotta, anticonformista di nome e di fatto! I tuoi disegni, così sognanti e surrealistici, che cosa raccontano?

Mi resi conto abbastanza velocemente di voler proporre uno stile di tatuaggio riconoscibile e personale. Nascono così i miei personaggi surreali che - solitamente - attraverso la loro “testa” raccontano storie, emozioni, oppure rispecchiano la personalità della persona tatuata. Il “mio” mare spesso presente nelle mie illustrazioni insieme alla barchetta di carta rappresentano invece la vita con i suoi alti e bassi come il mare in tempesta oppure sereno.

Hai da poco aperto il tuo studio a Milano. Non si tratta però di un comune studio, quanto più di una bottega delle meraviglie… Puoi raccontarci qualche cosa di questo magico luogo?

Casa Bigotta è un sogno che avevo in mente già da qualche anno proprio per aver un luogo che mi rappresentasse al cento per cento e dove posso accogliere la mia clientela in un ambiente di “casa”.

Conosci le 10 regole d’oro di Lomography? Anche per i tatuatori esiste un codice che vi accomuna?

Sicuramente esiste un codice nel mondo del tatuaggio - ad esempio - sconsigliare i tatuaggi sulle mani e sul collo - specialmente quando non hai altri tatuaggi esistenti proprio perché sono parti del corpo particolarmente visibili e devono essere conservati per la fase più matura del proprio percorso di tatuaggi. Io - negl’inni - ho anche sviluppato un codice personale sull’etica del Tatuaggio per quel che riguarda l’età, la grandezza, e alcuni soggetti da evitare avendo una clientela adulta che spesso si trova difronte al primo Tattoo. Consiglio sempre di andare piano.

Sei una brava fotografa?

A questa domanda non so bene rispondere, lascerò a voi il giudizio!

Quali progetti hai in mente per la tua Lomo’Instant Wide?

Sicuramente la mia Lomo’Instant Wide sarà presente a Casa Bigotta proprio per lasciare la possibilità ad ognuno che passi da qua di catturare il momento.


Se questa intervista ti ha incuriosito e vuoi saperne di più sulla Bigotta, visita il suo profilo Instagram e scorri la sua sognante gallery di lavori. Di recente è uscito anche il suo libro illustrato Il mare non serve a niente che puoi trovare in tutte le migliori librerie.

Scritto da chiaracarlucci il 2019-02-26 in

Altri Articoli Interessanti