Intervista al lomografo Galloerre

Galloerre è un utente della nostra community che abbiamo scelto di intervistare, incuriosi da alcuni scatti che ha realizzato e caricato nella sua LomoHome. E' un lomografo appassionato non solo di fotografia, ma di viaggi e innamortato della sua terra l'Isola d'Elba. Scorrendo le sue fotografie si evince una personalità interessante! Conosciamolo meglio!

Credits: galloerre

Ciao Riccardo, è un piacere averti qui con noi! Ti andrebbe di presentarti alla community?

Ciao a tutti, mi chiamo Riccardo e sono dell'Isola d'Elba, ho 49 anni, sono un tecnico informatico ma con il pallino dell'agricoltura, cioè faccio il contadino nel dopo lavoro e mi da tantissime soddisfazioni. Trovo anche il tempo per fare un po' di volontariato in Misericordia come soccorritore 118.

Quando e come ha scoperto la fotografia? Qual è stato il suo percorso di crescita e apprendimento dell’arte fotografica?

La fotografia l'ho scoperta nel 1990 facendo l'università a Pisa, mi sono iscritto ad un corso dell'Opera Universitaria, durava due anni, il primo era dedicato alle tecniche di ripresa, mentre il secondo alla camera oscura. Da li è iniziato un'amore senza fine per la fotografia. Verso le fine del 2010 mi sono avvicinato anche alla fotografia digitale, ma ancora oggi prediligo il fascino dell'analogico e delle stampe in casa delle mie foto :-)

Credits: galloerre

Abbiamo notato i tuoi scatti recenti. Hai una predilizione per la pellicola in BN, è una scelta stilistica tua personale? Cosa ti piace fotografare?

La scelta del BN ricade proprio nel contesto, seppur utilizzo il servizo Lomography per lo sviluppo così ho anche una professionale digitalizzazione del negativo, in questo modo riesco poi a stamparmi nella mia camera oscura le foto che preferisco, giocando un po' con l'ingranditore.

Ci racconti il suo concetto di inquadratura? Che tipo di luci preferisci?

Come luce preferisco di gran lunga quella naturale e adoro applicare le tecniche dei grandi maestri come il sistema zonale di Anselm Adams Ho conosciuto la lomografia in questo contesto, dopo qualche anno di digitale mi è presa la curiosita di vedere se la mia vecchia Pentax Z10 chiusa nel cassetto funzionasse ancora, poi mi sono chiesto se esisteva online una community di "analogici" per condividere gli scatti e vi ho trovato. Adoro il concetto di punta e scatta tipico della lomografia e poi aspettare per vedere cosa è venuto fuori!

Credits: galloerre

Quale nuovo genere di fotografia vorresti esplorare che non hai ancora provato?

Curiosità future: ... ho visto un mostra di caravaggio e mi sono soffermato sul foro stenopeico la cosa mi ha incuriosito tantissimo e vorrei piano piano avvicinarmi a questo modo di fare fotografia.

La mia citazione ... embè .. il piccolo principe ... "l'essenziale è invisibile agli occhi" ... e in fotografia si applica molto bene per non essere banali.

Credits: galloerre

Grazie Riccardo per esserti messo in gioco e aver partecipato all'intervista :) E' un piacere averti qui con noi nella Community di Lomography. Visitate la sua LomoHome

Scritto da macilomo il 2019-04-05 in

La LomoChrome Metropolis è la prima e nuova pellicola color negative ad uscire negli ultimi anni. Dopo il successo della leggendaria LomoChrome Purple e LomoChrome Turquoise, questa nuova emulsione sarà disponibile nei formati da 35 mm, 110, 120, e 16 mm. Inondando le tue fotografie di colori tenui, contrasti sgargianti e toni desaturati, questa pellicola è misteriosa e grunge allo stesso tempo, come mai nessuna prima d'ora. Sostienici su Kickstarter e aiutaci a sancire l'inizio di una nuova era per la fotografia analogica!

Altri Articoli Interessanti