Luigi Ghirri: Retrospettiva del maestro dei colori

3

Il maestro italiano Luigi Ghirri è conosciuto nel mondo della fotografia come colui che ha rivoluzionato l'uso del colore attraverso l'espressione. Prediligendo composizioni uniche ed astratte, Parigi ha ospitato i suoi lavori alla Jeu de Paume, dove ha avuto luogo la prima retrospettiva parigina dell'artista, la mostra si intitolava Luigi Ghirri: Cartes et territoires.

Luigi Ghirri, Haarlem, 1973. La Vegini Luigi collection © Succession Luigi Ghirri; Luigi Ghirri, Bologna, 1973. CSAC, Università di Parma © Succession Luigi Ghirri; Luigi Ghirri, Brest, 1972. CSAC, Università di Parma © Succession Luigi Ghirri

L'attività di Luigi e i suoi complessi lavori concettuali hanno avuto il loro culmine durante gli anni '70. La sua serie Kodachrome fu la prima autopubblicazione di Ghirri. Maps and Territories mostra la sua cartografia poetica fatta di immagini di pagine di atlanti, mentre Diaframma 11, 1/125, luce naturale è una ricerca visuale del comportamento umano -- sul fotografare e sull'essere fotografati. Ghirri era incredibilmente affascinato dall'uso di mezzi diversi per rappresentare un'immagine originale del mondo. Ha detto:

“Sono interessato all'architettura effimera, l'universo della provincia, gli oggetti che sono visti con disgusto e considerati kitsch dalla maggior parte della gente ma non da me, oggetti carichi di desideri, sogni, ricordi collettivi, come finestre, specchi, stelle, palme, atlanti, mappamondi, libri, musei ed esseri umani visti attraverso le immagini."
Luigi Ghirri, '∞' Infinito, 1974 © Succession Luigi Ghirri; Luigi Ghirri, Calvi, 1976. Collezione privée. Courtesy Matthew Marks Gallery © Succession Luigi Ghirri

Nell'universo di Ghirri c'è un senso di avventura, audacia, motivi di composizione geometrica riguardo all'interazione tra esseri umani e il paesaggio che li circonda. L'umorismo e la sagacia delle sue composizioni scaturiscono in un inevitabile surrealismo, mostrando le qualità illustrative e l'arte grafica delle sue fotografie. La mostra include le serie Paesaggi di Cartone (1970-1973), Vedute (1970-1979), In Scala (1977-1978) e molte altre fotografie delle sue serie meno conosciute degli anni '70.

Luigi Ghirri, Padova, 1973. CSAC, Università di Parma © Succession Luigi Ghirri; Claude Nori, Ritratto di Luigi Ghirri, 1977 © Succession Luigi Ghirri; Luigi Ghirri, Modena, 1973. CSAC, Università di Parma © Succession Luigi Ghirri; Luigi Ghirri, Engelberg, 1972. CSAC, Università di Parma © Succession Luigi Ghirri; Luigi Ghirri, Marina di Ravenna, 1972. Bibliothèque nationale de France © Succession Luigi Ghirri

Images with permission, acquired from the press kit.

Scritto da cielsan il 2019-06-30 in #cultura #persone

3 Commenti

  1. poesianellestrade
    poesianellestrade ·

    e se vi è piaciuto l'articolo consiglio la lettura di "Lezioni di Fotografia".
    Gran libro, letto tutto d'un fiato in treno dalla sua ReggioEmilia alla puglia :D

  2. mirkos91
    mirkos91 ·

    @poesianellestrade Libro meraviglioso e pieno di utili esercizi!

  3. sirio174
    sirio174 ·

    E' appena uscito "Colazione sull'Erba", un vero capolavoro.

Altri Articoli Interessanti