Petzval 55 mm f/1.7 MKII: Prime impressioni con Kay von Aspern

1

Il fotografo viennese Kay von Aspern ha testato il Petzval 55 mm f/1.7 Art Lens.. Non solo ci racconterà la sua esperienza, ma darà anche alcuni suggerimenti per ottenere il massimo dal nuovissimo Art Lens.

Ti andrebbe di raccontaci del tuo background fotografico?

Ho iniziato all'incirca negli anni 80' fotografando di tutto, ma sono cambiato e diventato più serio nel 2004. Da 3 anni sono un professionista,offro workshop e coaching personali con particolare attenzione ai temi urbani come la street photography, paesaggi urbani e reportage. È una grande opportunità poter ispirare le persone e assistere ai loro successi quando scattano davvero dei capolavori.
 
La mia fonte di ispirazione è il mondo in cui vivo. Ci sono così tante cose, spesso piccole, minimali, ma notevoli per un fotografo come me innamorato dello spazio urbano. Mi permette di scattare foto quasi ogni giorno. Fotografi influenti che hanno inciso nel mio percorso, ad essere onesti è difficile nominare qualcuno. I vecchi maestri come Lee Friedlander, Ray K. Metzker, Tony Ray Jonesì sono grandi influenze, ma vorrei anche ricordare gli innumerevoli "no-nomi" che hanno avuto un impatto enorme sul mio lavoro. Al momento sto lavorando ad un mio progetto personale, un libro fotografico, ma è in elaborazione e non voglio aggiunger nulla di più al momento.

Qual è stata tua esperienza con l'obiettivo Petzval 55 MKII lens?

La mia prima impressione è stata "wow, questo è un pezzo incredibile!", non avevo mai utilizzato un obiettivo Petzval, ed mi sono sentito entusiasta di poter avere questa possibilità con la mia Sony A7. Onestamente all'inizio ho avuto delle difficioltà, perché normalmente uso un 35mm AF, mantre il Petzval è 55mm e completamente manuale. All'inizio era difficile metterlo a fuoco,per via della poca profondità di campo data dalla costruzione stessa dell'obiettivo, anche se l'apertura ad esempio va da 1,7 a 5,6. Molto spesso gli angoli (e molto altro) tendono ad essere molto morbidi, combinati allo speciale e intenso "Bokeh Petzval". Si può facilmente isolare oppure aggiungere un motivo nell'immagine. E' stato un piacere lavorarci anche grazie al mirino elettronico e alla messa a fuoco, è stato molto maneggevole e semplice da usare.

In che modo il Petzval 55 MKII ti ha aiutato con il tuo stile?

Credo che mi abbia aiutato a trovare sia le situazioni che le motivazioni. E' stato bello giocarci giocando con le luci, i colori e le sfumature che si andavano creando. E' l'atmosfera che conta in una fotografia. Diciamo che sentivo di creare come un'artista con la sua tela. Non si tratta del dettaglio definito, ma come riuscivo a "dipingere". Anche gli accessorri mi sono stati utili per le composizioni dello scatto.

Trucchi o tecniche che vorresti condividere con i fotografi che scattano per la prima volta con l'obiettivo MKZ Petzval 55 ?

Sicuramente iniziare con situazioni lente. All'inizio è un po' difficile da mettere a fuoco, ma dopo sarai più veloce e sicuro su come muoverti. Non passare troppo tempo con la caccia per il momento decisivo. Cerca di sentire l'atmosfera! Fotografa con un'apertura aperta o quasi. Questo è importante per ottenere raggiungere gli effetti speciali dell'obiettivo. Sii aperto e divertiti!


Visita il Website di Kay von Aspern per ammirare altri suoi lavori!

Il Petzval 55 mm f/1.7 MKII è stato creato tenendo a mente i nostri fotografi e cineasti più affezionati. Quest'obiettivo artistico versatile porta il look unico dell'originale Joseph Petzval nelle fotocamere moderne mirrorless. È stato progettata per lasciare spazio alla creatività con i suoi 7 livelli di controllo del bokeh e il sistema a doppia apertura. L'ottica è stata ottimizzata per mantenere il caratteristico effetto bokeh senza compromettere la nitidezza dell'immagine. È uno sturmento indispensabile da aggiungere al tuo equipaggiamento. Preordinalo online sul nostro shop

Scritto da apots il 2019-06-29 in #news #persone

La LomoChrome Metropolis è la prima e nuova pellicola color negative ad uscire negli ultimi anni. Dopo il successo della leggendaria LomoChrome Purple e LomoChrome Turquoise, questa nuova emulsione sarà disponibile nei formati da 35 mm, 110, 120, e 16 mm. Inondando le tue fotografie di colori tenui, contrasti sgargianti e toni desaturati, questa pellicola è misteriosa e grunge allo stesso tempo, come mai nessuna prima d'ora. Sostienici su Kickstarter e aiutaci a sancire l'inizio di una nuova era per la fotografia analogica!

Un Commento

  1. aronne
    aronne ·

    Bella lente, però sorge sempre la stessa domanda: perché produrla per il solo mercato mirrorless? Non era meglio dotarla di un attacco più universale, utilizzabile anche con le macchine analogiche?

Altri Articoli Interessanti