La Potsdam Kino recensita dai social media testers

3

Qualche tempo fa avevamo una callout sui social media per fotografi e artisti che volevano provare la pellicola Potsdam Kino. Precedentemente abbiamo dato spazio a fotografi con stili distinti e ora abbiamo un nuovo gruppo da cui trarre ispirazione. Ecco la continuazione di questa serie di Prime Impressioni!

Cristian Geelen

Cristian Geelen è un fotografo di Haarlem, Paesi Bassi. Un brutto incidente lo ha portato a dedicarsi alla fotografia - è andato nelle Ardenne belghe per rilassarsi e godersi la natura, e ha pubblicato una foto di quel viaggio su Twitter. Il comitato del turismo lussemburghese trovò la foto e chiese se potessero usarla. Da allora, la fotografia è diventata il modo di esprimersi per Cristian, fotografando in digitale fino a quando non "si innamora perdutamente della fotografia analogica." Per questa sessione fotografica con la Potsdam, ha usato il suo kit preferito: una Nikon FM2n con una lente Carl Zeiss 50mm.

Poiché la pellicola Potsdam Kino è basata sul nuovo cinema tedesco degli anni '60, volevo creare qualcosa di elegante. Ho la fortuna di conoscere belle donne nella mia vita che considero amiche. Così ho chiesto alla ragazza che pensavo fosse perfetta per questo tipo di pellicola. Abbiamo messo un po' di musica e fatto qualche scatto. Adoro questa pellicola! Faccio tutto da solo, dalla fase di sviluppo alla stampa in camera oscura. La Potsdam Kino non delude mai. Lo sviluppo è semplice e quando si asciuga non si arriccia. Anche con la stampa nessun problema. E con i risultati, escono esattamente come dice...ti riporta a quei giorni del cinema tedesco. L'unico svantaggio è che è a 100 ASA. Questo significa che hai bisogno di molta luce per ottenere buoni risultati. Sfortunatamente, non ci sono dati disponibili per spingere l'elaborazione e con un solo rullino non oserei provarlo. Alla fine lo adoro! Sarà una buona aggiunta a tutte le altre pellicole con cui fotografo.

Grégoire Huret

L'artista e fotografo Grégoire Huret http: //www.tetedeloup.com si è innamorato della fotografia analogica quando è arrivato a New York sette anni fa. Lasciò Parigi con una vecchia Rollei 35 SE e rullini di Kodak Tri-X, la trovò perfetta perché era facile da usare e compatta. Esteticamente, era attratto dalla grana e dal contrasto. Da allora, si è trovato immerso nella fotografia di strada e documentaristica, sottolineando la sua passione per l'energia che sembra passare attraverso l'obiettivo. Ispirato da persone e storie, vuole essere il fotografo _ "che era lì al momento giusto per fare un buono scatto che racconta una storia." _ Un candidato perfetto per la pellicola Potsdam Kino, senza dubbio.

Era la prima volta che usavo un rullino Lomography e devo dire che è stato facile sviluppare (sviluppo le mie pellicole) e il risultato è ottimo. L'equilibrio tra bianco e nero è davvero morbido. Per il 90% del mio tempo sto usando la Leica M6 / summicron 35mm e ho caricato il Potsdam Kino per la mia fotografia di strada quando ho visto il grande incendio alla Cattedrale di Notre Dame. È strano quando provi a fare una bella foto di qualcosa di terribile. È come un fotografo di guerra ... Sono sempre colpito dalla qualità del risultato e da come una situazione tragica può rendere bella una foto. Ho anche provato i ritratti con questa pellicola e il risultato è andato ben oltre le mie aspettative. Nero profondo, un bel grigio e il bianco è abbastanza forte, puoi scattare anche a bassa velocità senza troppo rumore. In conclusione, la pellicola è una buona e "pronta a scattare" per me.

Tyler Glasenapp

Tyler Glasenapp ha iniziato a fotografare quando era in vacanza durante il suo primo anno all'high school. I suoi cugini avevano una Canon T1i, e si innamorò mentre la provava. Descrive il suo stile fotografico come un mix di lifestyle e moda, ma non vuole limitarsi ad uno stile. Trae ispirazione da film e musica, che lo aiutano a pianificare concetti più approfonditi. Durante le passeggiate con gli amici, anche le cose e le persone intorno a lui lo ispirano.

"Ho avuto la pellicola sulla mia scrivania per un po', non volevo sprecarlo in foto mediocri. Sono andato a Chicago per lo Spring Break e sapevo che sarebbe stato il posto perfetto per scattare. Non c'era un luogo specifico dove scattare, è stata solo una raccolta di foto durante i miei giorni a Chicago: ho usato una Canon EOS Elan 7e con un 24-70 2.8 II. È onestamente la mia pellicola in bianco e nero preferita. Adoro ogni aspetto di essa. I toni, la grana e il contrasto vanno tutti insieme incredibilmente bene.

Cattura i toni e il ricco contrasto del mondo che ti circonda, facendo scorta dellla B&W 100 35 mm Potsdam Kino, disponibile nell'online shop e Gallery Stores in tutto il mondo. Non dimenticarti di usare #heylomography nei tuoi post analogici sui social media!

2019-09-12

3 Commenti

  1. poesianellestrade
    poesianellestrade ·

    bell'articolo, foto grandiose :D
    io ho conservato dei Potsdam per l'autunno. vediamo che occasioni verrano fuori....

  2. ilcontrariodime
    ilcontrariodime ·

  3. ilcontrariodime
    ilcontrariodime ·

Altri Articoli Interessanti