Nicola D’Orta e la nuova pellicola Lomochrome Metropolis XR 100-400

4

Il fotografo Nicola D’Orta si occupa soprattutto di ritratti e di moda. Di recente ha scattato una serie di fotografie a Positano, uno dei più bei posti in Italia, con la nostra nuova emulsione Lomochrome Metropolis XR 100-400. Scopri cosa pensa della nuova pellicola:

Potresti farci una breve presentazione di te e del tuo approccio / filosofia quando si tratta di fotografia?

Mi chiamo Nicola D'Orta, ho 35 anni e scatto fotografie dall età di 13. Principalmente mi occupo di ritratti e di moda perchè adoro studiare volti, cogliere ogni mininmo dettaglio e capirne espressione ed emozione cercando di restiturlo allo spettatore. Questo è per me sinonimo di fotografia.

Parliamo di tecnica! Quando hai testato la nostra nuova pellicola, quale fotocamera e obiettivo hai usato? Hai usato luci stroboscopiche o quella naturale?

Per questo set ho utilizzato una Leica SL 1968 con ottica 45/90 f 2.8 servendosi di sola luce naturale che adoro perchè non "compromessa".

Potresti raccontare gli scatti che hai realizzato?

Questi scatti fanno parte di un progetto edititoriale di ritratto ambientato realizzato con la modella Cristina Losyuk nelle spiagge di Positano con fotocamera analogica e digitale.

Infine, cosa pensi della nuova pellicola?

La pellicola, scattata in condizione di luce nuvolo, ha un bellissimo viraggio sui rossi ma mantiene dei fantastici toni freddi. Esposta a 400 ISO si è rivelata ricca di dettagli nelle ombre e con una deliziosa e fine grana, simbolo di alta qualità della pellicola. Gamma dinamica non molto ampia, dato il grande contrasto che presenta, avrei voluto un po più dettaglio sulle alte luci, ma mi rendo conto che ero in controluce senza pannello o flash di schiarita, quindi un po me lo aspettavo. Ad ogni modo apprezzata tantissimo e pienamente soddisfatto del prodotto.

Cosa rende unica questa pellicola?

Una perfetta resa cromatica e piacevole grana!

La useresti ancora per scattare in street photography?

Adoro rendere paesaggi e strada il set perfetto per i miei shooting. Quindi credo proprio di sì, che la userei per i miei set e sicuramente la consiglierei soprattutto agli appassionati di colore

E per i ritratti?

Beh, ritratto che dire? Quella leggera e bellissima grana, cosa che adoro, è perfetta per eliminare lievi imperfezioni cutanee ed il leggero viraggio verso i toni rossastri restituisce una bellissima tonalità all'incarnato.

In base alla tua esperienza con la pellicola, potresti dirci senco te in quali situazioni questa pellicola andrebbe usata?

Io la utilizzarei per ritrattistica ambientata e per il paessaggio!

---
Grazie per questa chiacchierata davvero piacevole Nicola! Lasciati ispirare da altri suoi lavori sul suo Website e sulla pagina Instagram

Scritto da macilomo il 2019-07-16 in #news

4 Commenti

  1. osvald
    osvald ·

    ciao, pongo un quesito che immagino potrà risultare banale, ma in quanto neofita, ho necessità del supporto di utenti più esperti. Questo tipo di rullini ad iso "variabile" come vengono interpretate dalle fotocamere con lettura iso dx? (sono fotocamere non dotate di un settaggio iso manuale ma automatizzato in base al codice del rullino) nello specifico questo tipo di rullino presenterebbe un codice da 400 o da 100? Grazie buona giornata

  2. ilcontrariodime
    ilcontrariodime ·

    Avendo una gamma iso variabile non ci sarà nessun codice da leggere, e normalmente se viene caricato su una macchina fotografica automatizzata ma che non ti permette di impostare vari iso, lo scatterà a 100 iso @osvald

  3. osvald
    osvald ·

    @ilcontrariodime grazie per l'info!! gentilissimo

  4. aronne
    aronne ·

    @osvald puoi divertirti a creare tu i codici dx, in rete trovi gli schemi e poi ti basta armeggiare con carta alluminio, nastro isolante e forbici... ;)

Altri Articoli Interessanti