Benvenuto CHMARCO!

1

Marco è un giovanissim loomografo, iscritto da sole due settimane nella nostra community. La sua LomoHome ci ha colpito per la sensibilità visiva che dimostra nei suoi scatti.

Conosciamolo meglio in questa intervista, dove ci racconta di lui e delle sue passioni!

Credits: chmarco

Ciao Marco, è un piacere averti qui con noi. Ti andrebbe di presentarti?

Mi chiamo Marco, ho 21 anni e sono uno studente, mi sto per laureare in Informatica all’Università di Padova. Amo da sempre la fotografia, la musica e viaggiare.

Da quanto tempo sei iscritto?

In realtà da poco, una settimana o due. Conosco Lomography da un po’ ma prima d’ora non avevo ancora pensato di condividere i miei scatti con la community. Inizialmente condividevo i scatti tramite Instagram e Unsplash, ora però continuerò ad utilizzare Lomography per le mie fotografie analogiche: è stupendo poterle condividere specificando la macchina che le ha scattate e il tipo di pellicola usata, in modo anche da guidare anche le persone ad una scelta.

Quando è iniziata la tua passione per la fotografia?
È una passione che ho da sempre e che si è sviluppata particolarmente durante il liceo, dove tramite un prof di scienze, è nata la passione per l’astronomia che mi ha portato a sviluppare conoscenze più approfondite anche in campo fotografico. Purtroppo avvicinarsi all’astrofotografia è proibitivo sia in termini di tempi, che di costi, e ciò, assieme allo scarso tempo a disposizione, mi ha portato ad accantonare il tutto.
Ho mosso i primi passi nella fotografia tramite la reflex digitale che possedeva mio padre, anche se ho imparato davvero a scattare capendo tante cose quando mi sono avvicinato al mondo analogico, che per me continua ad essere il miglior modo per “vivere” la fotografia.

Credits: chmarco

Con quale fotocamera fotografi abitualmente?

Ultimamente sto usando la mia “nuova” Nikon FM, acquistata dall’Inghilterra tramite un’asta su eBay un mese fa circa: una macchina eccezionale con tutto quello che serve, completamente meccanica e dal fascino classico. Non posso però non menzionare la Nikon F801 con cui ho realmente iniziato: è stata la mia prima analogica acquistata dalla Germania sempre tramite eBay. Quest’ultima è un’ottima reflex, offre una base di elettronica per avere qualche garanzia in più, ma per me non incarna lo spirito della fotografia analogica.

A volte possiamo dire che “Less is better”.

Con questo spirito mi sono innamorato della mia Yashica Mat 124G, una macchina con un fascino intramontabile che strizza l’occhio alle meno accessibili Rolleiflex: una manciata di tempi e diaframmi disponibili, e un esposimetro analogico di cui non ci si può sempre fidare. Questa macchina insegna veramente a fotografare: con un rullino 120 hai 12 scatti, ognuno va studiato. Con questa macchina scattai per la prima volta a Venezia, città che amo ed in cui sono nato, fu subito amore.

Da cosa ti fai ispirare solitamente?

Dalla gente e dalla città. Quando fotografo generalmente ascolto musica, credo sia il mix perfetto per andare alla ricerca dell’attimo perfetto. Spesso però mi faccio guidare dai rumori della città: traffico, gente che parla, rumori e altro: tutto questo fa parte della foto, oltre ad un’immagine c’è una situazione unica, irripetibile, immortalata nella pellicola.
Mi piace poi osservare le persone, volti, gesti, situazioni. Aiuta a capire molto, e se qualcosa mi colpisce scatto.

Credits: chmarco

Ti va di raccontarci gli scatti che hai caricato nella tua lomohome?

Nella mia lomohome al momento ci sono diversi scatti fatti a Venezia, che è una risorsa infinita, alcuni scatti con una modella, Martina, ed altri in alcune città che mi piacciono, come Milano, e arriveranno presto anche le foto fatte qualche giorno fa a Bologna. Direi che lo stile predominante è quello della “street photography“, genere che amo perché cattura le persone e la società. Le foto di Vivian Maier sono un faro in tal senso.
Amo molto lo scatto fatto nella metro milanese, è un condensato di attesa e di persone nei loro attimi di quotidianità. Mi piace poi in particolare la foto scattata con la mia Yashica in cui compare un gondoliere con lo sfondo della Basilica della Salute a Venezia , mi sono affezionato a questa foto, forse anche perché è una delle prime fatte con quella macchina, tanto che ora è appesa nella mia camera. Un’altra foto a cui non farei a meno forse è questa, uno dei primi scatti su pellicola, erano gli ultimi giorni di dicembre di un anno particolare, la bicicletta fuori fuoco che tradisce il centro dell’attenzione, la Basilica di Sant’Antonio nello sfondo ed il traffico sulla destra e le persone sulla sinistra la rendono uno scatto che mi piace particolarmente e a cui sono legato.

Credits: chmarco

Quale fotocamera hai utilizzato? E quale pellicola?

Come detto poche righe più sopra, ho utilizzato Nikon F801, Nikon FM e la Yashica Mat 124G, queste ultime sono le mie preferite.
Come pellicole ne ho provate di diverse, e ho sempre più voglia di provarne di diverse. Per ora ho scattato con Ilford HP5 Plus ed FP4 Plus, Rollei Retro 400S, Kentmere 400 (queste due mi sono piaciute molto), Kodak Portra 160 e Tri-X 400 e Fujifilm Pro 400H. Ho acquistato da un po’ una Washi A ISO 12, però non ho ancora trovato l’occasione per usarla. Come si sarà capito, amo il bianco e nero.

Non vedo l’ora di provare Ilford Pan F 50, e le pellicole Lomography, in particolare la nuova Metropolis, Lady Grey ed Earl Gray.

Ancora non hai pubblicato un intero album, per cosa lo dedicherai? Fotografia di strada o ritratti?

Credo che il primo album che pubblicherò sarà dedicato alla street photography, è un volto della fotografia che mi attira e che amo, che secondo me può trovare piena espressione solamente in analogico, è come imprimere su pellicola un istante di vita.
Prossimamente però vorrei pubblicarne uno anche sui ritratti: mi affascina ritrarre le persone. Ho avuto l’occasione di scattare con una modella, ed è intrigante, quasi un gioco, in cui ci si adatta entrambi all’ambiente e alle situazioni circostanti cercando di creare qualcosa che possa avvicinarsi all’arte.

Credits: chmarco

Grazie Marco per questa intervista! Seguitelo nella sua LomoHome e diamogli un caloroso benvenuto!

Scritto da macilomo il 2019-08-23 in #persone

Un Commento

  1. aronne
    aronne ·

    Benvenuto @chmarco! Bella intervista e belle foto! Hai mai provato a scattare con qualche toycamera?

Altri Articoli Interessanti