Roma Pride 2019 con LithiumSociety

1

Ciao Matt&Vale, grazie per essere nuovamente con noi. E’ un piacere avervi qui con noi. Abbiamo ammirato in questa intervista lo shooting realizzato a Villa Sciarra.

Adesso affrontiamo con voi uno stile fotografico completamente diverso dal precedente, di street photography in occasione della manifestazione Roma Pride 2019. Un'esperienza che tutti i fotografi dovrebbero vivere, fotografare durante le manifastazioni e cogliere l'essenza dell'evento.

Com’è stato fotografare durante una manifestazione alla quale hanno partecipato migliaia di persone?

Ciao Lomography e ciao Lomografi è sempre un piacere scambiare due chiacchiere con voi.

Possiamo dire che per noi fotografare il Pride:

è stata una bellissima “prima volta”.

Matt: Solitamente sono io che faccio scatti di street photography e spesso capita che la gente non la sia molto felice di essere fotografata: per questo devo imboscare la macchinetta e cercare di confondermi il più possibile tra la folla. Invece al Pride, nonostante tutta quella gente, nessuno si è mai nascosto davanti all’obbiettivo ed è stato tutto molto più spontaneo e divertente.

Una parata di opposizione e rivalsa. Che clima si respirava tra le strade affollate?

Non è il primo Pride a cui partecipiamo e possiamo dire che Il clima è sempre fantastico, si respira un’aria di festa: tutti si rispettano e si vogliono bene. Forse è una delle poche occasioni in cui nessuno si sente giudicato e un abbraccio è sempre il benvenuto.

Con quale fotocamera avete realizzato questi scatti? Avete usato delle impostazioni particolari?

Avevamo con noi solamente un Olympus MJU:II, una compatta con ottica fissa da 35mm e 2.8 di massima apertura. Il pregio di questa macchinetta è l’impostazione spot che in queste occasioni è molto d’aiuto. Come rullino abbiamo usato la pellicola Lomography a colori 35mm, 800 ISO per poter avere tempi brevi visto che i carri sono in continuo movimento.

Cosa significa per voi raccontare un pezzo di storia?

Una manifestazione come questa difficilmente viene dimenticata. Essere testimoni di un sentimento comune che è quello di sognare e un giorno vivere in una società diversa, libera e laica, un mondo nuovo e possibile. Non è così semplice come può sembrare.

Siamo molto vicini al mondo LGBT e collaboriamo già da tempo con gruppi di attivisti. Ultimamente ci stiamo occupando della grafica della pagina Facebook “_Ti vedo serena Ama_”. In sostanza possiamo dire che è un argomento che sentiamo nostro al di là dell’evento in sé.

Il Pride di quest’anno sicuramente sarà tristemente ricordato per via del particolare periodo storico che stiamo vivendo, dove tutti i diritti fino ad oggi conquistati sono stati rimessi in discussione. Ci auguriamo che in un futuro il mondo possa cambiare e per questo continueremo a batterci per i diritti di tutti.

Ogni scatto racconta una micro storia di chi sta davanti l’obiettivo. Avete avvertito un senso di responsabilità?

Matt: A dire la verità siamo andati al Pride senza l’intento di scattare foto, ma porto sempre nel marsupio la mia fidata Mju e un paio di rullini. Eravamo con amici, così ho iniziato a scattare loro e poi mi sono detto: perché non provare a fare un reportage? Ho iniziato a scattare perdendo un po’ di vista il resto del gruppo. E’ stato tutto così spontaneo che non me ne sono praticamente reso conto.

C’è qualcosa di particolare, un momento, che desiderate raccontare alla community di lomography?

Ti raccontiamo il momento per noi più divertente del Pride. Premessa: Vale è stata una grande fan di Britney. Quando il corteo ha raggiunto via Labicana, con il Colosseo sullo sfondo, da un carro è partita “Oops!… I Did It Again”. A quel punto la folla è letteralmente impazzita, tutti cantavamo e ballavamo, ed è stato veramente fantastico.
Per concludere, crediamo che per comprendere veramente cos’è il Pride sia fondamentale partecipare almeno una volta, uscire da casa, abbandonare i pregiudizi e divertirsi tutti insieme.

Grazie mille per questa intervista, non vediamo l'ora di ammire nuovi progetti!

Seguiteli su Instagram @lithiumsociety e nella LomoHome per essere sempre aggiornati sui loro lavori!

Scritto da macilomo il 2019-11-27 in #cultura #news #persone

Maggiori informazioni

Lomography Color Negative 400 (35mm)

Lomography Color Negative 400 (35mm)

Amarai i colori vibranti e la fantastica definizione del rullino Lomography Color Negative 400 35mm.

Un Commento

  1. sirio174
    sirio174 ·

    Splendido articolo, belle foto, bella e significativa manifestazione. Bravi!

Altri Articoli Interessanti