Natale fotografico: le mostre da non perdere durante le feste

Cari Lomografi, abbiamo pensato di raccogliere le migliori mostre fotografiche su tutta Italia durante le feste! Dopo la frenesia degli ultimi acquisti e dell'attesa del 24, finalmente si trova il tempo per riposare e godersi non solo la famiglia, le giocate a carte e le passeggiate fotografiche. Si può approffittare del tempo libero che ci si ritrova per godersi delle mostre e delle molte proposte culturali che dalla provincia alle grandi città si possono godere.

Queste giornate lontani dal solito tran tran quotidiano e il tempo libero fa capolino così all'improvviso può portare a non saper ben gestirlo, così abbiamo scelto per voi, le mostre fotografiche aperte durante le feste fino al 6 gennaio. Ecco una lista delle più belle mostre fotografiche che potrete trovare in differenti zone della penisola:

Il forte di Bard - Valle d’Aosta

La montagna vista, vissuta e fotografata dai fotografi della celebre Agenzia Magnum Photos fondata nel 1947 da Henri Cartier Bresson, Robert Capa, David Seymour e George Rodger, icone della fotografia internazionale. E’ l’inedito progetto espositivo Mountains by Magnum Photographers, curato per la prima volta dal Forte di Bard insieme all’agenzia Magnum Photos Paris, che il Forte di Bard ospita fino 6 gennaio 2020.

Clicca qui per avere maggiori informazioni

Inle Lake, Myanmar, 2011 © Steve McCurry/Magnum Photos

Forma Meravigli, Milano - Lombardia

Per la prima volta in mostra una selezione finora inedita di fotografie a colori della ormai celeberrima “tata fotografa”, molte delle quali inedite, che raccontano il quotidiano americano tra gli anni Cinquanta e la metà dei Settanta. L’ironia, il calore umano, il paesaggio urbano, i ritratti, i bambini: Maier ha il dono di essere l’obiettivo invisibile per le strade di Chicago e New York, componendo un racconto che ha il carattere di una rivelazione.

Clicca qui per avere maggiori informazioni

© Fondazione Forma Per La Fotografia 2019

Camera – Centro Italiano Per La Fotografia, Torino - Piemonte

CAMERA rende omaggio al grande maestro Man Ray con una mostra che racchiude oltre duecento fotografie, realizzate a partire dagli anni Venti fino alla morte, avvenuta nel 1976, tutte dedicate a un preciso soggetto, la figura femminile, fonte di ispirazione primaria dell’intera sua poetica, proprio nella declinazione fotografica. In mostra alcune delle immagini che hanno fatto la storia della fotografia del XX secolo e che sono entrate nell’immaginario collettivo grazie alla capacità di Man Ray di reinventare non solo il linguaggio fotografico, ma anche la rappresentazione del corpo e del volto, i generi stessi del nudo e del ritratto.

Man Ray. Les larmes/Le lacrime, 1930-1932 (1976) cm 17.5 x 23 Collezione privata, Torino © Man Ray Trust by SIAE 2019 Photo by Renato Ghiazza.

TRE OCI, Venezia - Veneto

La Casa dei Tre Oci di Venezia ospita l’antologica di Ferdinando Scianna (Bagheria, PA, 1943), una delle figure di riferimento della fotografia contemporanea internazionale. La mostra ripercorre oltre 50 anni di carriera del fotografo siciliano, attraverso 180 opere in bianco e nero, divise in tre grandi temi – Viaggio, Racconto, Memoria.

Clicca qui per avere maggiori informazioni

© Ferdinando Scianna

Galleria Estense, Modena - Emilia-Romagna

La Sala Mostre delle Gallerie Estensi di Modena ospita la mostra Leggere di Steve McCurry, uno dei fotografi più celebrati a livello internazionale per la sua capacità d’interpretare il tempo e la società attuale.

Kunduz, Afghanistan, 2002 © Steve McCurry

Palazzo del Duca, SENIGALLIA | ANCONA - Marche

Senigallia Città della Fotografia presenta dal 25 ottobre 2019 al 2 febbraio 2020 la mostra Razza Umana di Oliviero Toscani. Le sale di Palazzo Ducale e di Palazzetto Baviera ospiteranno 70 fotografie di questo progetto che racconta i cittadini del mondo, per far riflettere sul valore dell’eguaglianza tra popoli nell’accettazione delle differenze.

Clicca qui per avere maggiori informazioni

©Oliviero Toscani

Museo di Roma in Trastevere, Roma - Lazio

Museo di Roma in Trastevere accoglie la retrospettiva di Inge Morath, la prima fotografa a entrare a far parte della celebra agenzia fotografica Magnum Photos.
Il lavoro di Inge Morath, prima di ogni cosa, è la testimonianza di un rapporto, di una passione, di una necessità con la fotografia. Un rapporto maturato negli anni attraverso esperienze ed incontri, nonché parte integrante della vita di una donna che è riuscita, con coraggio e determinazione, ad affermarsi in una disciplina all’epoca prettamente maschile.

Clicca qui per avere maggiori informazioni

© Inge Morath/Magnum Photos

Villa Pignatelli, Napoli - Campania

Lo hanno fatto 44 giovani napoletani inoccupati, dai 18 ai 29 anni, adesso protagonisti dell'esposizione "OpenHeArt. Quattro laboratori per una mostra" che ha rappresentato l'occasione per esprimere energie creative e scoprire la vena artistica che è in ognuno di noi, costruendo una rete di collaborazioni virtuose nel territorio regionale (e non solo).

Clicca qui per avere maggiori informazioni

© OpenHeArt

Sala Polifunzionale Arnaldo Leone- L'Aquila - Abruzzo

La Sala Polifunzionale Arnaldo Leone a L'Aquila inaugura la mostra fotografica Presenze Assenze di Giuseppe Mignola. Ingresso gratuito

Clicca qui per avere maggiori informazioni

© Giuseppe Mignola

Centro Internazionale di fotografia, Palermo - Sicilia

Il Centro Internazionale di fotografia di Palermo, diretto da Letizia Battaglia, - nell’ambito della programmazione dedicata ai grandi fotografi contemporanei. ha scelto di esporre gli scatti in bianco e nero di Susan Meiselas (Baltimora, 1948). Sempre in prima linea e in relazione con ogni soggetto, ha fotografato adolescenti e rivoluzionari, la lotta per i diritti civili, chi resiste alla violenza domestica e il mondo di tante donne di tutte le età. A partire dal reportage sulle Carnival Strippers che gli ha spalancato l'ingresso in Magnum Photos nel 1976. Da allora, il suo approccio rivoluzionario all'esplorazione e documentazione della realtà invita a riflettere.

Clicca qui per avere maggiori informazioni

© Shortie on the Bally. Barton, Vermont (1974) - Susan Meiselas

Durante le feste, le mostre sono tutte aperte, anche se consigliamo sempre di verificare gli orari e vi ricordiamo che alcune di queste il 24 & 25 dicembre saranno chiuse:

Scritto da macilomo il 2019-12-24 in #news

Altri Articoli Interessanti