Penflont: scatti artistici con pellicole Lomography

Ispirata dalla vita nelle grandi città italiane e dalla scena underground, fosse essa musicale o artistica, Camilla esprime la sua poesia fotografica in modo molto chiaro e personale. La LomoAmiga Penflont ha realizzato diversi scatti con le nostre pellicole negli ultimi mesi: eccone una selezione per voi!

Ciao, Camilla! Presentati alla nostra community!

Mi chiamo Camilla - in arte Penflont. Ho iniziato a scattare in analogico durante la mia adolescenza per le strade di Torino, affascinata dalla street photography e dall'idea di catturare volti e protagonisti della cultura underground nei loro luoghi. Da due anni vivo tra Roma e Milano, dove ho avuto modo di esplorare tanto la scena musicale quanto il settore della moda, iniziando a collaborare con diversi magazine e brand. Da questi ambienti, e dal loro intersecarsi con l'arte, ho sviluppato la passione per la fotografia come art direction, che svolgo tutt'ora rimanendo fedele alle Polaroid, alla fotografia in 35mm ed al medio formato.

Models: Susanna Rocca, anitalorus

Nella serie di scatti che ci hai inviato i soggetti sono ritratti in modo movimentato e artistico: parlacene un po'!

Il progetto “A State In Between” è una raccolta fotografica, composta da scatti realizzati in modalità bulbo o in doppia esposizione. Sono quasi tutti dei portraits, che ho scattato nell’arco di diversi anni fino ad arrivare ad oggi. L’intento di “A State In Between” è di rappresentare la realtà “blurred” che ci circonda, creata da continue accelerazioni e decelerazioni, e da un futuro sempre incerto e sfocato. Proprio per questo motivo, oggi è forse il periodo più appropriato per pubblicare questa raccolta.

Model: ciaosplendore

Come hai scelto i tuoi modelli?

I modelli non sono dei veri e propri modelli, sono più che altro amici, familiari o colleghi, catturati in situazioni casuali e non. Infatti alcune foto sono degli scatti molto ingenui che ho fatto durante il giorno o in serate con amici, mentre le foto scattate in medio formato sono la riproposizione di un vecchio shooting, in cui il soggetto è un artista che ho voluto utilizzare come modello.

Ci descrivi in breve la tua esperienza con le nostre pellicole?

Lomography mi ha mandato due pellicole medio formato, ovvero la Potsdam 100 e la Lomochrome Purple. Le ho utilizzate entrambe per scattare un progetto in chiave “movimento” ispirandomi a uno shooting realizzato l’anno scorso per il magazine Cap74024, intitolato “Skin”. La Potsdam ha dato un effetto molto delicato, rendendo la foto più soft, rispetto al IlFord 400 che avevo utilizzato originariamente. La Lomochrome invece ha dato vita a qualche contrasto in più, dovuto anche alla polarizzazione del colore in due dominanti: il verde e il rosa.

Models: aurorarossafiammante, _daria_comedini_:https://www.instagram.com/_daria_comedini_/?hl=en, Earl Cave,

Che consigli hai per i nostri lomografi?

Bisogna sfruttare le situazioni limitanti per spingersi sempre più in là con le sperimentazioni artistiche, perché è proprio nei momenti più incerti che si hanno le produzioni più interessanti.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

In futuro sicuramente mi piacerebbe diventare creative director nel mondo della moda (editoria, pubblicità), e mi sto approcciando a questo mondo sia tramite la via della fotografia, sia tramite la via dello styling (dato che sto finendo la triennale in Fashion Editor, Styling and Communication presso l’Accademia di Costume e Moda a Roma).

Model: ciaosplendore

Grazie a Camilla per questa intervista intrigante! Seguitela sulla sua pagina Instagram!

Scritto da macilomo il 2020-04-09 in

Altri Articoli Interessanti