Spazi e monocromie, la fotografia del lomografo Corinthian!

1

Fotografie spontanee e di strada con amore per la pellicola monocromatica, conosciamo il lomografo Corinthian!

Ciao CORINTHIAN, siamo davvero molto felici di conoscerti e averti qui a Lomography con noi. Ti andrebbe di raccontare qualcosa di te e di presentarti per iniziare?

Ciao! Mi chiamo Ugo vivo a Roma ormai da anni ma sono originario di Cosenza, studio architettura quindi sicuramente ciò ha influenzato tantissimo il mio stile fotografico. Sono infatti appassionato di prospettive e di spazi geometrici, spesso infatti ciò si riflette tantissimo nelle mie fotografie. Il mio genere preferito ovviamente è la street, ma mi piace tantissimo anche fare paesaggi urbani - e quando posso naturali- ed ogni tanto qualche ritratto.

Credits: corinthian

Quando hai preso in mano una macchina fotografica per la prima volta?

Certo! Diciamo che ho sempre vissuto la fotografia in casa in quanto mio padre è sempre stato un appassionato (ed integralista) nikonista.
Però la prima macchina su cui mi fu data totale carta bianca di utilizzo fu una Minolta Weathermatic 35DL, una compattina subacquea molto robusta.
Avevo circa 11 anni e così in ogni caso, considerando la robustezza della macchina fotografica, avrei potuto portarla in giro senza problemi e senza fare danni. Mio padre era contento, mia madre invece si lamentava del fatto che non prendessi mai nelle foto in quanto preferivo fotografare altre cose o persone!
Il mio ritorno all' analogico è stato quando mio padre tre anni fa mi disse "Ho ritrovato la mia vecchia Nikon FM, ti va di prenderla ed usarla -solo un po?-. Ovviamente quel "solo un po'" dura da allora perché è stato amore a prima vista :)

Credits: corinthian

Hai da poco pubblicato delle bellissime fotografie di strada, sia a colori che monocromatica. Ti andrebbe di raccontarci il tuo stile?

Adoro il bianco e nero, e la mia avventura analogica è iniziata con le* pellicole ilford*, specialmente FP4 ed HP5. Amo infatti le pellicole dalla grana grossa molto contrastate, mi piace come restituiscano una patina malinconica e drammatica su tutto,

probabilmente la mia pellicola preferita di sempre in bianco e nero è la Fomapan 400!

Non disdegno nemmeno il colore, cerco tuttavia di trovare qualcosa che restituisca immagini non troppo saturate ma sono comunque sempre avido di nuove esperienze su rullino. A conti fatti comunque adoro la super basica Colorplus 200 che è stata mia compagna di tante avventure.
Cerco di catturare i momenti più spontaneamente possibile e provo ad incastonarli in qualsiasi tipo di geometria che il paesaggio urbano mi offre

Credits: corinthian

Sono luoghi che già conoscevi o sei entrato in sintonia con essi solo ammirando il paesaggio circostante?

Vivendo a Roma, e studiando Architettura, è impossibile non conoscere il serpentone di Corviale! E' una realtà abbastanza particolare ed abbastanza insolita; è in pratica un enorme casermone lungo un chilometro in mezzo al nulla con una storia un po' controversa.
Nasce come una città satellite che doveva essere totalmente autosufficiente, ma alla fine per le solite infinite questioni burocratiche ed amministrative non andò proprio nel modo che i progettisti avevano immaginato. E' davvero suggestivo il fatto che intorno a questo immenso leviatano di cemento si possano vedere facilmente greggi di pecore che pascolano quasi indisturbate. Non è la prima volta che ho visitato Corviale, c' ero già stato a scattare (se andate indietro sulla mia galleria potrete trovare qualche altro vecchio scatto) ma questa volta sono andato in compagnia dei ragazzi di RomeOnFilm , il gruppo facebook che gestisco dove organizziamo, tempo permettendo, uscite fotografiche analogiche.

Credits: corinthian

Qual è stata la tua compagna d'avventure per queste passeggiate fotografiche? E rulli?

La mia fida Nikon FM appunto. E' immancabile ogni volta che io decida di muovermi per scattare o se vado in vacanza in qualche posto, oltre ad essere la macchina che ho usato di più e quindi so bene come sfruttarla al massimo, adoro il fatto che sia relativamente leggera e compatta, adoro il feeling di scatto ed il rumore del suo otturatore! Il rullino montato (quello usato per le foto che avete visto) è un Kodak Ektar 100, e come obiettivo ho montato il classicone Nikkor 28mm f/2.8
Poi ho portato una Zenza Bronica ETRSi con uno Zenzanon 50mm f2./8 ed una Nikon F3 con un 35mm f/2.8 (anche se ancora devo caricare tutte le foto;) Erano caricate rispettivamente con un Ilford FP4 ed un Colorplus 200.

C'è qualche dettaglio tecnico che vorresti condividere con la community? Ad esempio come ti sei regolato con la gestione dell'illuminazione?

Mi fido molto e conosco bene l' esposimetro della mia FM, quindi per gli scatti con quella macchina mi sono affidato totalmente a quello, con la Zenza Bronica che è priva di esposimetro. Era una giornata molto soleggiata e calda, ed il posto presenta molti scorci che passano da ombra totale a sole diretto, quindi alla luce diretta mi sono regolato con la classica regola del 16, quando invece c' erano situazioni di luce più particolari ho preferito non rischiare e regolarmi con l' app per android LightMeter che in assenza di un esposimetro più o meno professionale è un' ottima alternativa.

Credits: corinthian

***

Grazie mille per questa intervista! Seguite CORINTHIAN nella sua Lomohome

Scritto da macilomo il 2020-08-05 in

Un Commento

  1. lomoemy
    lomoemy ·

    Una bella giornata passata insieme. Spero di rifarla presto !

Altri Articoli Interessanti