Vinci una Copia di "Endless Summer" e Una Fotocamera Simple Use Ricaricabile

Qualche mese fa vi avevamo parlato del nuovo collettivo fotografico Patient Wolves, in concomitanza con l'uscita di Tres, il precedente numero della loro Zine. Oggi, vi presentiamo invece un numero davvero speciale scattato interamente su pellicole Lomography: Endless Summer.

Ho iniziato a giocare con la luce più di 15 anni fa. Analogicamente. Ovviamente. E anche se in questo lungo percorso ho qualche volta “tradito” la pellicola non ci siamo mai mollati, né allontanati per un attimo. In poche parole, è l’unico percorso che mi permette di dare il peso necessario e profondo a qualsiasi idea mi frulla nella testa. Ecco, l’idea. E poi la sua messa in scena, il contatto umano, lo scatto, immaginare cosa ne verrà fuori, lo sviluppo, l’imprevisto meraviglioso e infine la resa dei conti. Dopo questo magico trip capisci che il flusso creativo si catapulta in una dimensione superiore. E poi, ci sono tutti quei sentimenti a colori: Redscale e il fuoco candido, Purple apocalittico, il freddo infiammabile di Metropolis e infine il dramma bianco e nero catartico dei Berlin Kino. Tutte le mie Isole hanno trovato nuovi Oceani. Alexander Gonzalez Delgado
© Alexander Gonzalez Delgado
L’analogico sospende il mio Matrix. Scelgo, “tatuo” & mi mischio ad ogni incontro. Che diventa sempre più vero & raw. Le pellicole Lomography Metropolis & Purple hanno reso ogni racconto ancora più selvaggio & pieno d’amore. Gio Blondie.
© Giò Blondie
Il motivo dietro la scelta dell’analogico? Ovvio: paraculismo. Vuoi mettere? Una foto solo perché è analogica è bella il doppio! Scherzo, ovviamente. La continuità dell’analogico mi permette di ‘illudermi’ di raccogliere più frammenti di realtà rispetto ad un segnale discreto. E poi è da quando avevo sei anni che attendere lo sviluppo mi genera emozioni fortissime. Perché rinunciarci? La pellicola Berlin Kino mi ha sorpreso per delicatezza e ricchezza di sfumature, riprende e supera (a mio avviso) l’amatissimo bw400cn. Mentre della pellicola Metropolis e dei suoi cromatismi puoi solo innamorarti. Nulla di tecnico, solo amore, profondissimo amore. lundesnombreux
© Giulio aka lundesnombreux
Appartengo per età anagrafica alla pellicola. Sono nata e cresciuta in quel mondo. Il digitale è arrivato dopo, come una specie di àncora di salvezza: il campo delle infinite possibilità. Ma l’analogico resta per me il primo grande Amore, per l’emotività che mi pervade, tecnicamente per la colorimetria e per la densità dei neri, e poi i tempi, le attese, gli imprevisti, la grana e le imperfezioni casuali e meravigliose e, poi ancora, per i suoni e gli odori e la verità. La verità. L’analogico - in fotografia - è - per me - un’arte differente, un mondo dentro al mondo. Ho scattato, per questo Endless Summer, utilizzando il LomoChrome Purple, una catastrofe cromatica di pura bellezza visiva, e il LomoChrome Metropolis, che ha reso il sole gelido in piena estate. Entrambe le pellicole hanno portato i miei due personaggi alla Fine del Mondo. Che era quello che speravo accadesse. Lulu Withheld
© Lulu Withheld
Scattare in analogico per me è un processo che inizia con il comprare le pellicole (ogni soggetto lo vedo con un determinato tipo di pellicola), aprire la scatoletta e sentire l’odore che emana, scegliere il soggetto da fotografare, desiderarlo, esserne ossessionata a volte, portare le foto al laboratorio, avere l’ansia nell’attesa che arrivino le scansioni, accettare le foto scattate…ognuno di questi passaggi mi dà un’emozione diversa e ho bisogno di tutto questo...ne sono dipendente...Avevo già provato in altre occasioni la pellicola Metropolis e per questa serie avevo deciso che l’avrei riutilizzato, nella mia mente prendevano forma quelle immagini, quei colori…quell’atmosfera…che con un’altra pellicola non avrei ottenuto. Sono contenta di averla scoperta. Stefania Zucca
© Stefania Zucca

Endless Summer lo trovi a questo LINK e fino a sabato 9 ottobre puoi vincerne una copia cartacea insieme ad una nostra fotocamera Simple Use Ricaricabile partecipando a questo giveaway!


Fanno parte di Patient Wolves: Alexander Gonzalez Delgado, Giò Blondie, Lulu Withheld, Lundesnombreux e Stefania Zucca.

Scritto da melissaperitore il 2021-10-05 in #gear #cultura

Maggiori informazioni

LomoChrome Metropolis XR 100–400

LomoChrome Metropolis XR 100–400

Questa pellicola possiede una formula chimica unica sviluppata appositamente nella nostra compagnia di sviluppo pellicole Lomography, che desatura i colori e fa risaltare i contrasti.

Altri Articoli Interessanti