Gli Scatti del Fotografo Spagnolo Pablo Padira con la Pellicola Berlin Kino B/N 400 ISO

Attraverso questa intervista il fotografo spagnolo Pablo Padira ci svela come si è trovato ad usare per la prima volta la pellicola Berlin Kino B/N 400 ISO.

© Pablo Padira - Berlin Kino B/N 400 ISO Film

Ciao Pablo, benvenuto! Potresti fare una piccola presentazione?

Ciao a tutti! Vengo dal sud della Spagna: Cádiz, la capitale. Sono nato qui 42 anni fa ed è qui dove ho vissuto tutta la mia vita, tranne una pausa di 4 anni che ho fatto a Barcellona. Il mio amore per la fotografia è iniziato quando ero piccolo, portavo sempre con me una macchina fotografica a tutte le gite scolastiche, ma la vera passione è iniziata circa 10 anni fa. In quel periodo ho iniziato a studiare in una scuola di fotografia nella mia città e ho iniziato a ricercare autori e, cosa più importante, è iniziata la mia vera formazione fotografica.

Raccontaci di più sul tuo background fotografico.

Come vi accennavo prima, tutto è iniziato quando ero un ragazzo: scattavo già foto, ma senza alcuna aspettativa. Poi, a 32 anni, mi sono veramente appassionato alla fotografia. Ho iniziato con un corso per principianti e da lì ho frequentato diversi corsi, fino ad entrare in una scuola di fotografia professionale. Lì ho riscoperto l'analogico ed è stato il momento in cui mi sono detto che tutto il mio lavoro personale lo avrei realizzato in analogico. Dato che amo l'artigianato, ho pensato che sarebbe stato il modo migliore per bilanciare le mie due passioni.

Ho frequentato alcuni corsi incentrati sugli autori, tenuti da un fotografo della mia zona (Julián Ochoa), che mi hanno aiutato a conoscere molti nuovi autori e le loro opere, il che alla lunga ha aumentato la mia cultura fotografica.

© Pablo Padira - Berlin Kino B/N 400 ISO Film

Queste meravigliose foto sono state scattate con la pellicola Berlin Kino B/N 400 ISO: quali sono le caratteristiche che ti hanno colpito di più? E qual è la caratteristica che ti è piaciuta meno?

Mi ha colpito molto il modo in cui la pellicola si presenta, grazie alla sua confezione é molto protetta. A causa della mia mancanza di abitudine con questa pellicola vi consiglio di stringere bene la pellicola alla fine in modo che la luce non entri. A suo favore, è una pellicola molto ricca di toni di grigio. In questo momento sto stampando delle foto e devo abituarmi a questa pellicola per ottenere il contrasto che mi piace, ma devo dire che mi piace molto grazie alla quantità di grigi che si possono ottenere.

Che macchina fotografica hai usato per queste foto?

Per le pellicole 120 mm di solito uso la mia Hasselblad perché penso che sia una macchina fotografica fantastica per i ritratti. È una macchina fotografica che ha bisogno di tempo e di osservazione per ottenere il massimo dalle 12 foto che vuoi scattare. Per questa serie, ho deciso di scattare un po' di tutto.

Il tipo di pellicola ha influenzato la scelta dei soggetti?

Non proprio: dato che era la prima volta che utilizzavo questa pellicola, ho semplicemente deciso di scattare in spiaggia, perché sapevo che avrei potuto trovare diversi soggetti e scenari.

Nel tuo sito affermi che il laboratorio è la tua seconda casa: quando hai iniziato la tua camera oscura?

All'inizio, la mia camera oscura era in un garage che avevo affittato per la mia auto, ma uscire la sera per andare in garage era molto difficile per me quando ero già a casa in pigiama. Adesso la camera oscura si trova dentro casa, quindi, se alle 11 di sera voglio usarla, non devo uscire per strada: esco semplicemente dal soggiorno ed entro nel laboratorio. Per me è molto più comodo e posso usarla molto più spesso. Sul mio sito, potete trovare molti post in merito.

E qual è la cosa più impegnativa dell'avere la propria camera oscura?

Per me la cosa più importante è averla in casa, ti incoraggia a praticare di più ed è il momento della giornata che dedichi a te stesso e alle tue cose. Un'altra cosa importante è non smettere di scattare perché questo ti incoraggia a stampare le foto su carta perché, alla fine, poter vedere la tua foto su carta è il modo per finalizzare il tuo lavoro di fotografo.

Hai sviluppato le foto scattate con il Berlin Kino nel tuo laboratorio? Se sì, puoi condividerne il tuo processo?

Ho sviluppato la pellicola a casa (nel mio laboratorio), dopo aver controllato sul vostro sito le istruzioni su come svilupparla (sarebbe fantastico se questa tabella fosse scritta presente anche sulla confezione della pellicola). Ho usato lo sviluppatore Kodak HC-110 a 20º e il tempo indicato è stato di 8 minuti e 7 secondi per la soluzione 1+31.

Quale attrezzatura fotografica porti con te nei tuoi viaggi?

Beh, la mia attrezzatura è molto semplice, non mi piace portare molto peso perché normalmente passo tutto il giorno a piedi. La cosa più importante è indossare scarpe comode, senza di esse è impossibile fare foto haha. Di solito porto due fotocamere, una Nikon fm2 con 24mm per la fotografia di strada e una Hasselblad c/m con un 80mm. Come potete vedere tutta la mia attrezzatura è manuale, in questo modo evito problemi di batteria. Porto con me anche un esposimetro esterno e una borsa nera così, in caso di problemi, ho sempre con me una camera oscura.

Hai in programma progetti o collaborazioni interessanti?

In questo momento sto lavorando a due progetti diversi, ma non posso dirvi di più. Recentemente ho partecipato ad alcuni festival fotografici spagnoli: l'anno scorso al REVELA´T a Vilassar de Dalt, Barcellona e recentemente al FESTCOMARCASPHOTO di Huelva.

© Pablo Padira - Berlin Kino B&W 400 ISO Film

Guarda tutti i lavori di Pablo sul suo profilo Instagram e sul suo sito. Mentre qui puoi trovare le sue stampe fotografiche in vendita.

Scritto da melissaperitore il 2021-10-27 in #gear #cultura

Maggiori informazioni

Lomography Berlin Kino 400 ISO

Lomography Berlin Kino 400 ISO

Cattura i momenti più sfuggenti della vita in un eterno fascino monocromatico con questo raro film cinematografico in bianco e nero.

Altri Articoli Interessanti