Le Foto di Lluc Queralt con la Pellicola Berlino Kino

Lluc Queralt, fotografo spagnolo, pittore e amante delle pellicole in bianco e nero ha provato per la prima volta la nostra pellicola Berlin Kino B/N. Leggi la sua esperienza con questa pellicola in questa intervista.

© Lluc Queralt - Pellicola Berlin Kino

Ciao Lluc! Puoi fare una tua breve presentazione?

Sono nato nel 1978 a Tarragona, una città sul Mediterraneo. Sono pittore e fotografo.

Parlaci del tuo background fotografico. Qual è la tua storia? Quando hai iniziato a fotografare?

La mia prima esperienza con la fotografia risale a quando sfogliavo gli album di famiglia che i miei nonni tenevano nel ripostiglio. Era bello vedere i tempi passati. Ho iniziato a fotografare all'età di 13 anni, ma l'ho fatto semplicemente per documentare la vita dei miei amici. Gli skaters mi hanno messo le ali per viaggiare e spinto a cercare di più. Negli anni 90 scattavo a colori, usando diapositive; richiedeva molta precisione. Avevo una macchina fotografica manuale, una Canon AE1 che mia madre mi regalò all'età di 17 anni.

© Lluc Queralt - Pellicola Berlin Kino

Ora invece scatti esclusivamente in bianco e nero. Perché questa scelta?

Ho sempre in mente i colori: attraverso il mirino, guardo a colori ma catturo le immagini in B/N. La fotografia su pellicola ha qualcosa di magico che può tele trasportarti nel passato, tornando agli album dei miei nonni, dove tutto ebbe inizio. Mi piace creare fotografie senza tempo che l'osservatore non può datare. C'è una vasta gamma di possibilità quando si fotografa oggi pensando a ieri o a decenni fa.

© Lluc Queralt - Pellicola Berlin Kino

In un'epoca innegabilmente digitale, perché hai scelto di scattare su pellicola?

Nell'era digitale, ha più senso scattare su pellicola perché rende le fotografie più uniche.

Sul tuo sito abbiamo trovato una tua bellissima descrizione scritta da Esperança Cobo. Ecco un piccolo estratto: “Lluc, your eye is an accurate diaphragm, it is a predator of instants always crouching in search of the coveted piece. (...) You have drunk from the beginnings of the history of photography. You are not an ‘emerging artist’ who needs to jump on the fragile bandwagon of the latest trend, dig into the original and revisit known spaces to end up in mere exercises of style. You are a classic anchored in postmodernity.” Come ti ritrovi in questa descrizione? Da dove trai ispirazione per i tuoi lavori fotografici?

Mi ritrovo totalmente in questa descrizione fatta da Espe: non sto cercando di fare nulla di nuovo, cerco solo di vedere cose nuove e migliorare come fotografo. Le opere fotografiche vengono create dall'unione dei nostri riferimenti, ma la fotografia muta sempre verso il tuo futuro.

© Lluc Queralt - Pellicola Berlin Kino

Le fotografie che troviamo sul tuo sito sono state scattate in tutto il mondo: come ha influito la pandemia sul tuo lavoro?

Il giorno in cui è iniziata tutta la questione della pandemia, ero in Angola con Guillem Trius, un bravissimo fotografo, per un reportage sul più grande baobab della terra. Siamo riusciti a lasciare l'Africa e poi sono andato a Mallora Algaida, dove ho vissuto un frammento della mia vita. Lì è dove ho iniziato a scoprire il mondo naturale in fotografia.

© Lluc Queralt - Pellicola Berlin Kino

Queste fantastiche foto sono state scattate con una pellicola Berlin Kino. Quali sono le caratteristiche che ti hanno colpito maggiornmente?

Ho provato questa pellicola con l'obiettivo di capire le sensazioni che poteva darmi: sono rimasto sorpreso dal calore e dall'atmosfera cinematografica che offre. L'ho scattato nella mia città, Tarragona.

© Lluc Queralt - Foto dei suoi progetti precedenti

Quale attrezzatura fotografica porti con te nei tuoi viaggi?

Di solito porto con me una voigtländer R3 o la Leica M 7.

Hai qualche progetto interessante in programma?

Attualmente sto per andare in Russia per documentare il balletto di San Pietroburgo, insieme alla grande fotografa Evdokiya Witwickiya. Se tutto va bene, i tutù faranno parte di un progetto che sto portando avanti sulla nostalgia per l'Est. Più avanti, farò un progetto in Giappone sul monte Fuji, tutto scattato su pellicola.

© Lluc Queralt - Foto dei suoi progetti precedenti

Segui Lluc sul suo profilo Instagram. Visita il suo sito per vedere tutti i suoi progetti fotografici, mentre qui trovi tutti i suoi dipinti.

Scritto da melissaperitore il 2021-12-10 in #gear

Altri Articoli Interessanti