Identità Non Binaria, Solitudine e Iconizzazione del Salento su Pellicola: Intervista a Tonio Martella

Tonio Martella è un fotografo pugliese giovanissimo (ha solo 15 anni!) ma si è già fatto notare per il suo talento e siamo certi che la sua strada nel mondo della fotografia sarà tutta in discesa: leggi l'intervista e guarda tutti i suoi scatti su pellicola LomoChrome Metropolis.

© Tonio Martella

Ciao Tonio, potresti fare una tua piccola presentazione per i lettori del nostro Online Magazine?

Sono Tonio Martella, ho 15 anni e abito in un piccolo paese nella provincia di Lecce e ora sono al secondo anno del liceo scientifico. Il posto in cui abito è veramente molto piccolo, quindi sin da subito mi sono dovuto confrontare con la noia e soprattutto con persone che non capivano e continuano a non capire quello che faccio.

Parlaci del tuo background fotografico. Qual è la tua storia? Quando hai iniziato a fotografare?

Mi ha sempre affascinato il mondo della fotografia ma ho iniziato ad intraprendere un percorso di ricerca solo nel 2018 quando, durante un viaggio a Siena, comprai la mia prima analogica (un’Agfa) per una questione principalmente economica.

© Tonio Martella

Quale significato ha per te la fotografia?

Per me la fotografia è un’efficace strumento per conoscere se stessi, venire a contatto con altri punti di vista e acquisire sempre più consapevolezza; penso che il mio percorso fotografico converga in qualche modo con quello di conoscenza personale.

In un'era digitale, come mai la scelta della pellicola?

Come ho detto prima, la scelta della pellicola all’inizio è stata una necessità economica, successivamente, nonostante l’acquisto di macchine digitali, ho continuato ad usare la pellicola per una questione di tempi, in quanto la lentezza mi permette di essere più riflessivo in fase di scatto, nell’elaborare le foto, inoltre, la matericità del supporto mi da sicurezza in un certo senso.

© Tonio Martella

Su cosa si basa la tua ricerca fotografica?

La mia ricerca fotografica è basata sull’identità con l’obiettivo di mostrare le strutture che la legano allo spazio e al tempo, in modo da generare un continuo racconto iconografico e introspettivo. In particolare il mio lavoro fa focus sul mio essere non binario, la solitudine e l’iconizzazione del Salento.

Hai da poco annunciato sul tuo profilo Instagram che farai parte del nuovissimo collettivo usthey Narrative: come nasce questa collaborazione?

Il collettivo usthey Narrative è stato fondato a metà di quest’anno da due fotografə bravissimə e che stimo tanto ovvero Eleonora Sabet e Marzio Emilio Villa, con l’intento di riunire fotografə facenti parte di minoranze, per poter riappropriarsi in modo etico della propria narrazione e creare un dialogo. Quando ho saputo che il collettivo cercava nuove persone, conoscendo già Eleonora, ho deciso di propormi, successivamente ho incontrato Marzio a Lecce e il 2 dicembre sono stato annunciato come fotografo emergente del collettivo insieme ad altrə artistə bravissimə.

© Tonio Martella

Questi meravigliosi ritratti sono stati scattati con la pellicola LomoChrome Metropolis: quali sono le caratteristiche che più ti hanno colpito?

Sono rimasto molto colpito dalla resa cromatica e dalla grande versatilità della pellicola in situazioni di luce naturale e artificiale.

© Tonio Martella

Quale fotocamera hai utilizzato per queste foto?

Per queste foto ho utilizzato la mia macchina preferita ovvero una pentax MX con un 50mm f1.7.

© Tonio Martella

Chi sono gli artisti che segui e da chi-cosa trai ispirazione per le tue foto?

Apprezzo molto il lavoro di Letizia Battaglia, Tina Modotti, Andy Warhol, Luigi Ghirri, Man Ray. Di solito per le mie foto traggo ispirazione da tutto ciò che mi circonda: luoghi, canzoni, libri ecc...

© Tonio Martella

Hai qualche nuovo progetto o collaborazione interessante in programma?

Sì, tra veramente poco uscirà un progetto molto personale a cui ho lavorato nell’ultimo anno e mezzo. Per i prossimi mesi spero di riuscire a continuare la mia ricerca e ad indagare la mia fotografia più a fondo in modo da poter portare avanti una narrazione più consapevole riguardo nuovi temi.


Segui Tonio sul suo profilo Instagram.

Scritto da melissaperitore il 2022-01-19 in #gear

Altri Articoli Interessanti