Lomography x Perimetro - 36 Shots About, la tua Storia in un Rullino: Intervista ad Arianna Angelini

Una grande open call: più di 250 candidature, un network di 39 partner tra istituzioni culturali, scuole di fotografia, magazine, laboratori e spazi creativi indipendenti che ci hanno supportato selezionando i 49 progetti finalisti, 7 per le 7 città, che hanno mappato questo viaggio tra le vostre storie. Visioni libere e personali tutte diverse tra loro, senza regole o temi da rispettare, per una fotografia che, in 36 scatti, riscopre il piacere della sorpresa e la bellezza dell’imprevisto. Oggi vi presentiamo il progetto di Arianna Angelini, dal titolo Benedetta Malinconia, realizzato su pellicola Berlin Kino.

© Arianna Angelini - pellicola Berlin Kino

Ciao Arianna! Raccontaci di questo fantastico progetto: com'è nata l'idea?

Ciao Lomography, che piacere risentirvi! Benedetta Malinconia è un progetto nato per dare voce a quel senso di tristezza e malinconia estiva che ogni anno mi assale e mi fa sentire impotente ed incapace di vivere il tempo. Volevo provare per la prima volta ad esprimere questo sentimento ma soprattutto ad esorcizzarlo tramite un qualcosa di visivo e tangibile come il diario. Volevo che questo progetto fosse personale ma al tempo stesso un qualcosa in cui tutti si potessero identificare e ritrovare.

© Arianna Angelini - pellicola Berlin Kino

Hai accompagnato le tue foto con i tuoi pensieri, trascritti a mano da tua nonna. Com'è stato coinvolgerla in questo progetto?

Coinvolgere mia nonna nel progetto è stata forse la parte migliore di tutto il processo. È una cosa che è nata all’ultimo proprio quando avevo davanti tutte le foto, mettendole insieme ho capito che mancava qualcosa. Mi ero ripromessa di creare una sorta di diario accompagnato da frasi e pensieri che rappresentassero il momento e le sensazioni che stavo vivendo e così ho fatto. Ho usato le note del telefono scrivendomi ogni volta la data ed un pensiero che sentivo nell’esatto momento in cui scattavo e ho deciso poi di far trascrivere tutto a mia nonna perché anche io come lei vivo da sempre ogni cosa con estrema nostalgia. L’ho coinvolta nel progetto perché lei rappresenta una parte molto importante di me e perché più passo il tempo e più mi rendo conto di quanto io, soprattutto nelle emozioni, le somigli.

© Arianna Angelini - pellicola Berlin Kino

Per questo progetto hai scelto la nostra pellicola Berlin Kino: come mai questa scelta e quali caratteristiche ti hanno colpito particolarmente di questa pellicola?

Ho scelto la Berlin Kino perché volevo scattare con una pellicola che non conoscevo e perché sentivo il bisogno di raccontare il progetto attraverso il bianco e nero. È stata una bellissima scoperta e ho amato questa pellicola perché a mio parere è molto delicata e restituisce delle foto con una vasta gamma di grigi che rendono l’atmosfera tenue e sognante.

© Arianna Angelini - pellicola Berlin Kino

Quale fotocamera hai utilizzato?

Ho scattato il progetto con una Olympus point and shoot. Ho deciso di utilizzare questo tipo di macchina perché volevo qualcosa che fosse immediato e che mi consentisse di focalizzarmi soltanto su quello che stavo vivendo senza dovermi preoccupare di settare ogni volta tempi e diaframma.

Hai inoltre sperimentato molto con il processo di sviluppo, che ha conferito a questi scatti una luce particolare: quali procedure hai adottato?

Volevo fare qualcosa che non avevo mai fatto e volevo mettermi alla prova nuovamente una volta finite tutte le foto. Mi sono detta “o la va o la spacca”, cosciente che avrei potuto perdere tutto quello che avevo scattato nei tre mesi estivi. Ho imbevuto il rullino in una soluzione di acqua e limone e l’ho lasciato a mollo per un paio di
giorni. Prima di farlo sviluppare ho ripreso il rullino e ho cercato di asciugarlo con il phon buttando l’aria all’interno, il tutto in una stanza che era esposta alla luce. È stata proprio quella luce che ha “bruciato” le foto e gli ha conferito quel bagliore che tanto le rende malinconiche e sognanti. Il rullino, una volta asciutto, è stato infine sviluppato con dei chimici molto diluiti.

© Arianna Angelini - pellicola Berlin Kino

Avere solo 36 scatti a disposizione è stato per te uno stimolo oppure un limite per il tuo processo creativo?

Avere a disposizione soltanto un rullino è stato difficile ma al tempo stesso anche uno stimolo. Era la prima volta che dovevo condensare tutto un progetto all’intero di un solo rullino e questo ha fatto si che mi sforzassi di più ad ascoltare le mie emozioni e cercare di capire quando fosse realmente il caso di scattare un momento piuttosto che un altro.

Cambieresti qualcosa se potessi riscattare lo stesso rullino?

Non penso che cambierei qualcosa ma sicuramente se avessi potuto avrei voluto avere un rullino in più :)

© Arianna Angelini - pellicola Berlin Kino

Che ruolo ha per te la fotografia analogica nel 2024?

Per me ad oggi la fotografia analogica ha due ruoli fondamentali, uno educativo e l’altro creativo. Scattare con una macchina analogica nel 2024 può essere considerato come
un'esperienza formativa perché richiede comprensione, tempo e soprattutto rispetto delle regole e dei concetti che la caratterizzano. Viviamo in un’epoca in cui siamo abituati ad avere tutto e subito mentre la fotografia analogica ci insegna a rallentare, a godere del tempo e soprattutto dell’attesa di un qualcosa che verrà. L’altro ruolo che per me ha la fotografica analogica è quello creativo. L’analogico lascia ed offre spazio alla creatività e alla sperimentazione in tutte le sue fasi. Ci sono tantissime tecniche e manipolazioni che si possono utilizzare e che a mio parere sono uno spunto e soprattutto uno stimolo per noi giovani fotografi.

Hai qualche progetto o collaborazione interessante in programma?

Ho tantissime idee e progetti in testa per questo 2024 che mi auguro di poter realizzare. Una cosa che vorrei senz’altro fare è partire per una meta sconosciuta ed iniziare un progetto personale di documentazione.


Segui Arianna sul suo sito e su Instagram.

Scritto da ludovicazen il 2024-01-24 in #gear

Altri Articoli Interessanti