Al diavolo la perfezione. Libertà alla fotografia!

Terre fucsia e deserti turchesi: intervista a Drew Rhodes

Il fotografo Drew Rhodes ha esplorato il sud-ovest degli Stati Uniti d'America usando la pellicola Lomo Purple e Turquoise per catturare colori brillanti.

Ciao Drew! Bentornato su Lomography Magazine. Reccontaci un po' di te.

Grazie! Io sono uno scrittore, un fotografo, un magnete del caos e un possibile semidio segreto di tutte le cose bizzarre e assurde di Sacramento, in California.

Cosa ti attrae nella fotografia?

Steve McCurry una volta disse:

Non posso non pensare ad una cosa più accurata di quello che voglio dalla vita, eccetto quello di scrivere storie. Questo è quello che mi rende più felice: vagare per nuove terre, incontrare nuove persone, esplorare le storie che posso trovare e i momenti che posso catturare.

Tutto il resto, nella mia vita, è solo un'attesa del momento in cui posso cavalcare nuovamente quelle montagne russe.

Cosa ti spinge a esser fedele alla pellicola invece di seguire questa inversione di tendenza al digitale?

Adoro la misteriosità della pellicola. Quando sono in viaggio, io so che c'è un grosso rischio associato alla pellicola, ad esempio: la macchina dei raggi x in aeroporto, l'umidità, l'esposizione al calore o alla luce e l'ansia di non sapere se i tuoi scatti ci sono o no.

Le mie avventure sarebbero molto meno interessanti, se non fossi costantemente eccitato ogni volta che scatto una foto. Dovrei stare qui piuttosto, focalizzarmi su quel momento, invece di pensare a quello già passato.

Raccontaci delle tue ultime avventure fotografiche. Cosa puoi raccontarci della tua esperienza passata fra i deserti del sud-ovest degli Stati Uniti?

Io amo i deserti, sono dei luoghi esoterici, amo esplorarli. Così ho caricato la mia vecchia Subaru Outback con la mia attrezzatura fotografica, tutto l'occorrente per il campeggio, il mio cane e un po' di carne secca.

Ho viaggiato per giorni. Ho dormito nel mio bagagliaio abbracciato al mio cane sotto una coperta per riscaldarci, dal momento che le temperature scendono fino ai settegradi sotto lo zero.

Per trovare il luogo perfetto, mi spostavo la mattina all'alba, facendo escursionismo tra le fredde raffiche di vento freddo del deserto. Allestivo il mio treppiedi e con le dita congelate ottenevo questi scatti di luce alle prime ore di luce disponibili.

Ho visitato Death Valley, Zion, Bryce Canyon, The Grand Canyon, e Joshua Tree National Parks, così come una manciata di altri posti, durante il mio girovagare di 2500 miglia. Uno dei miei favoriti è stato una piccola città fantasma chiamata Nothing, Non c'era nulla lì. Letteralemente.

I tuoi scatti con le pellicole Lomochrome Purple e Turquoise donano un effetto pittoresco alle tue foto. Com'è stato il tuo approccio a queste due pellicole?

Con il Lomochrome Turquoise, devo pensare in termini binari. È come scattare in bianco e nero: nelle tue fotografie si rivelano differenti forme di color rame e turchese.

Il blu nella vita reale diventa rame nella stampa, mentre qualsiasi altra cosa diventa turchese. Per raggiungere un buon bilancimento devi trovare buon ammontare di blu. Così si spiega la mia scelta per la fotografia di paesaggi.

Spero tanto che Lomography riprenda a produrre questa pellicola, dal momento che è una delle mie favorite.

Con la nuova formula del Lomochrome Purple invece, non credo che i paesaggi desertici sarebbero notevolmente cambiati scattando con questa pellicola. Nella mia esperienza, non ha un effetto drammatico sul colore della luce quando si scatta in presenza di colori come il bianco o il beige.

Ero però curioso di vedere come avrebbe risposto scattando con un filtro giallo o verde. I risultati con il filtro verde non sono stati ottimi, ma ci sono degli scatti che mi piacciono: hanno effetto surreale, in stile vintage, un effetto quasi post-apocalittico.

Occasionalmente scatto con entrambe le pellicole, perchè il LomoChrome Turquoise lavora bene al buio, dove il cielo fa uscire un suggestivo color rame, condizione non ideali per usare il LomoChrome Purple. La prossima volta che scatterò in queste situazioni, andrò ad usare o l'una o l'altra, ma non insieme nello stesso tempo.

Cosa ti attrae dei colori di queste pellicole e dei loro risultati?

Adoro le fotografie che ricordano i sogni, che catturano qualcosa di effimero. Non mi interessa molto catturare la realtà, mi piaccciono le foto strane.

Quando scatto voglio essere io la prima persona a creare quella foto, voglio mostrare alle persone qualcosa che non hanno mai visto prima.

Sembra che tu sia attratto dalle macerie vecchie auto, cosa ti intriga di loro?

Non si tratta tanto delle vecchie auto, ma piuttosto di un'attrazione verso le rovine di un tempo passato.

Volevo esplorare tutto il deserto, la sua immensità racchiusa fra montagne frastagliate e pieno di piante strane ricoperte di spine. Conformazioni rocciose che sembrano arrivare direttamente da un altro mondo. Non solo volevo catturare tutto questo, ma addirittura amplificarlo grazie alle due pellicole.

Per me, il segno dell'uomo sul paesaggio è importante quanto i punti di riferimento naturali.

Quale consiglio vorresti dare alle persone che vogliono provare questo tipo di pellicola?

Comprarelo quando potete, non lasciatelo sugli scaffali per troppo tempo!

So che questo rompe la regola del "non pensare, scatta", ma questa pellicola è speciale, motivo per cui dovresti realizzare qualcosa di incredibile.

Ho trovato le pellicole LomoChrome Turquoise a Parigi, lo scorso giugno. A dire il vero, sono volato fino a lì da Edimburgo, solo per acquistarle!

Era la prima volta, dopo mesi d'attesa, che lo trovavo nuovamente disponibile. Già sentivo che mi sarei pentito se non avessi comprato tutta l'intera fornitura!

Ho atteso un po' di tempo prima di utilizzarla, in quanto non avevo in mente un progetto davvero speciale. Uno di quei progetti che avrebbe davvero reso onore a questo magico rullino. Quello che vedi sono i frutti di quella pazienza e ne sono davvero orgoglioso.

Quali sono i tuoi prossimi progetti?

Il mio lavoro sarà esposto alla Old Soul al Weatherstone il 10 febbraio a Sacramento, in California. Tutte le foto sarannp stampate direttamente su alluminio: la lucentezza che il metallo conferisce alle foto le rendeancora più strane, quasi alene.

Il mio lavoro sarà anche presente sulla copertina di The Blue Earth Review, la rivista letteraria ufficiale del Minnesota State University, Mankato.

Inoltre, le mie stampe saranno presenti anche al Lomography Gallery store di New York a marzo. Sono davvero eccitato, non vedo l'ora di scattare alcune scene di strada mentre sarò nella Grande Mela.

Finalmente, a giugno, volerò a Londra per un progetto fotografico e viaggerò in tutta Europa. Non vedo l'ora di giocare ancora con il Lomochrome Purple!

Dove possiamo seguire i tuoi lavori ?

Se vuoi seguire le mie avventure (o, più onestamente, le disavventure), puoi dare un'occhiata al mio profilo Instagram o il mio sito web pieno di storie esilaranti, notizie sulle mostre, sulle mie macchine fotografiche e pellicole. Potete anche trovare recensioni relative ai viaggi, e un negozio per l'acquisto per le stampe del mio lavoro!


Visita il nostro Lomography Gallery store di New York il prossimo 29 marzo per l'apertura della mostra di Drew. Per ulteriori informazioni sull'evento puoi seguire il profilo Facebook del nostro gallery store di New York.

Scritto da sarahlindsayk il 2018-03-13 in #luoghi

Altri Articoli Interessanti