Al Siren Festival con la Lomo’Instant Wide Central Park: un grande successo!

La serata del 6 giugno a largo Venue di Roma ha riscaldato gli animi e proiettati finalmente verso la calda estate ricca di eventi musicali e nuove vibrazioni che ci ispirano e conducono verso nuovi mondi da esplorare con le nostre macchine fotografiche. La musica fa battere i nostri cuori e la pellicola ci permette di immortalare quei momenti che per noi sono unici, che ci emozionano e che ci fanno rivivere le sensazioni in formato ricordo.

La musica così come la fotografia è un arte che fa parte di noi!

Giulia Razzauti è la fotografa ufficiale del Siren Festival, diventato uno degli appuntamenti musicali dell'estate al quale non si può mancare, e con la Lomo’Instant Wide Central Park siamo riusciti a vivere la preview come preludio alla magia che ci aspetta a fine luglio con l'evento ufficiale dal 26 al 29 luglio a Vasto.

Foto di Giulia Razzauti_ PUBBLICO SIREN

I toni che ci sono susseguiti tra un gruppo e un altro, hanno fatto sognare. Ci hanno trasportato verso l’ebbrezza estiva della calda estate, tra una chiacchiera e un’altra, un anticipo della line-up entusiasmante che quest’estate andrà a comporre il Siren Festival e delle nostra compagna d’avventure, la Lomo’Instant Wide Central Park!

Foto di Giulia Razzauti_SIREN MASKS
Foto di Giulia Razzauti_LAAGO e TUNE YARDS

Giulia com'è stato fotografare con Lomo’Instant Wide Central Park un gruppo come Unknown Mortal Orchestra?

Gli Unknown Mortal Orchestra sono super talentuosi e disponibili. Jake, il loro bassista, ha sempre con sé la sua Yashica,

ed è stato divertente osservare come ognuno dei due voleva utilizzare la macchina dell’altra oltre alla propria.

Quando Jake ha visto la Lomo l’atmosfera è diventata ancora più friendly, ed è stato interessante poterci scambiare le opinioni sulle macchine che stavamo utilizzando e sul nostro approccio fotografico.

Foto di Giulia Razzauti_UNKNOWN MORTAL ORCHESTRA

Cosa pensi della Lomo'Instant Wide?

Prima di utilizzare la Lomo'Instant Wide è importante cambiare l’approccio mentale che sia ha nei confronti delle istantanee.
E’ una macchina affascinante sia per il design accattivante e retrò, sia per le mille possibilità che offre dal punto di vista tecnico come il poter variare l’angolo di campo con le lenti addizionali, oppure scegliere i tempi e poter compensare l’esposizione in modo creativo, anche con l’utilizzo delle gelatine colorate per il flash, o addirittura il controllo remoto.

L’unico limite è veramente la fantasia.
Foto di Giulia Razzauti_THE RAINBAND

E del formato Wide?

Il formato wide è sicuramente più interessante, soprattutto se si utilizza la posa B e si creano effetti con luci addizionali.

Foto di Giulia Razzauti_CALCUTTA
Foto di Giulia Razzauti_GIORGIO POI MENTRE GIOCA A CALCIO BALILLA

Quindi ti sei divertita a scattare durante la Preview del Siren Festival?

E’ una macchina sfiziosa sotto ogni punto di vista, forse la più completa tra le istantanee, ma va approfondita.

Grazie Giulia per aver condiviso con noi questa esperienza con la Lomo’Instant Wide Central Park. Potete continuare a seguire Giulia Razzauti su Instagram . Noi lomografi con Giulia saremo al Siren Festival a fine luglio, venite anche voi, no?

Scritto da macilomo il 2018-06-22 in

Altri Articoli Interessanti