Una fotocamera istantanea fatta di LEGO

2017-03-16

Dopo aver testato le acque dell'alterazione delle macchine fotografiche con le sue fotocamere Fujifilm Instax Mini e Wide modificate, "il mago dell'istantanea" Albertino di Hong Kong, si è avventurato in un progetto ancora più assurdo: costruire una TLR istantanea da zero. E il materiale? I bei vecchi mattoncini Lego! Dai un'occhiata alla sua nuova creazione in questa intervista.

Ciao Albert! Ben ritornato sul magazine di Lomography. Che cosa hai in serbo per noi?

Questa volta ho una nuova fotocamera rivoluzionaria. Utilizzando i Lego, ho creato una fotocamera biottica che usa la pellicola Instax Mini. Sembra che sia la prima fotocamera Instax Mini fatta coi Lego. Ha uno schermo di preview nella parte alta dove puoi comporre la tua foto. Dopodichè, puoi schiacchiare l'otturatore per scattare. La parte migliore è che poi puoi premere il pulsante di espulsione all'interno di una porticina "segreta" posizionata su un lato della macchina. L'istantanea balzerà fuori dall'alto della fotocamera. Infine puoi goderti quel momento magico in cui l'immagine appare sulla pellicola.

La porta Lego è "segreta" in quanto non vedi niente quando la apri, ma c'è un pulsante nascosto all'interno. Questo inoltre impedisce che i bambini premino per sbaglio il pulsante di espulsione.

Le persone rimangono scioccate quando si accorgono che si tratta di una fotocamera. Già vedere qualcuno che porta in giro un castello Lego è strano. Una volta ho portato la fotocamera Lego in un affollato mercato all'aperto. Stavo cercando di fotografare un vecchio negoziante addormentato. Altri commercianti mi hanno interrotto raggruppandosi intorno a me curiosi. Un gentiluomo occidentale mi ha dato un colpetto sulla palla, mi ha chiesto se fosse una fotocamera e dove fosse possibile comprarla.

"Mi ha attirato istantaneamente mentre ero nel bel mezzo di un mercato di Hong Kong e visivamente ultrastimolato. Vedere questa cosa che tu stesso hai creato e la fotografia sviluppata ha reso l'intero viaggio degno di essere fatto" mi ha detto in seguito. Era un turista e Hong Kong era l'ultima tappa del suo lungo viaggio.

Che cosa ti ha ispirato? E perchè creare proprio una reflex biottica?

L'ispirazione mi è arrivata dalla vita quotidiana. Durante i giorni nei quali ho solo lavorato sulla fotocamera di cui ho parlato nella precedente intervista with Lomography, ho notato il mio vicino gettare nell'immondizia una busta piena di Lego. All'improvviso mi è venuta questa idea assurda di combinare i Lego e la fotografia istantanea. A quel punto, ho concepito un sistema di espulsione posizionato dietro i mattoncini e due obiettivi nella parte davanti. Ci ho rimuginato per diverse settimane prima di decidermi a ordinare una scatola di Lego per costruire la fotocamera.

Perchè ho impiegato diverse settimane prima di iniziare? I tipi di Lego e materiali necessari per il progetto sono stati difficili da decidere. Avevo solo gli obiettivi e il sistema di espulsione preso da una esistente fotocamera istantanea. Se avessi avuto un sacco di Lego, avrei potuto combinarli fino a trovare la giusta soluzione. Ma non ci giocavo da decenni. Avevo bisogno di tempo per sviluppare nuove idee prima di continuare su questo progetto.

Ho scelto una reflex (TLR) biottica semplicemente perchè mi piace la "preview" della composizione e la messa a fuoco nel mirino. Ho un'esperienza limitata con ciò ma il "previewing" è magico. Quello che viene mostrato in questo schermo di preview può essere trasformato in immagine attraverso i magici mattoncini del Lego. Come uno schermo LCD ma senza usare l'elettronica. Onestamente penso che il sistema biottico sia un design geniale. Anche se non fotografi nulla, vedere attraverso il mirino ti dà soddisfazione. A mio figlio di due anni piace sbirciare attraverso il mirino. È la prima e l'unica cosa che fa con una fotocamera biottica vintage, dopo aver strofinato gli obiettivi col dito.

La fotocamera Lego appare come un mistero quando le persone la vedono per la prima volta. Innanzitutto mostro loro come guardare attraverso il mirino. Capiscono subito che si tratta di una vera fotocamera fatta coi Lego. Di solito faccio una foto così che possano fare esperienza della magia della fotografia istantanea.

Le forze trainanti della mia creazione sono state l'amore e la mia famiglia. La creatività o l'artigianalità è soltanto un modo per esprimere i miei pensieri. Ho cominciato a scattare moltissime foto dopo la nascita di mio figlio. I momenti più felici della mia vita sono quando vedo mio figlio crescere, imparare nuove cose, e chiamarmi papà. Da quando è nato ho scattato centinaia di foto con la mia fotocamera digitale per immortalare tutto. Più tardi ho scoperto che l'istantanea è il modo perfetto per fare ciò. Ogni immagine è così unica e preziosa che non può essere ripetuta dopo che è stata scattata, così come ogni momento importante della nostra vita non può più essere rivissuto. L'immagine digitale, in questo senso, è virtuale e non realistica poichè può essere copiata e modificata troppo facilmente. Questo potrebbe spiegare il perchè proviamo emozioni più intense quando vediamo un'immagine istantanea rispetto a quando clicchiamo sullo schermo del tuo cellulare.

Utilizzare i mattoncini di plastica, che qualcuno considera solo come giocattoli per bambini, per costruire la tua fotocamera è veramente affascinante. Perchè hai scelto questo materiale particolare?

Ciò che mi ha colpito dei Lego è la loro versatilità. Può essere modellato in tantissimi modi senza il minimo sforzo. Immagina come sarebbe il mondo se tutto fosse compatibile coi Lego. Certamente abbasserebbe il livello richiesto per essere un "creativo" o "designer". I Lego sono un mezzo conveniente per creare e modificare. È stato un caso che lo abbia applicato a una macchina fotografica.

Sono stato anche ispirato da alcuni post su internet chiamati "Lego hacks". Spiegano come adattare i Lego per scopi creativi, per realizzare piccoli gadgets, decorazioni, quadri, piante, sedie a rotelle per tartarughe, etc. Ho visto che alcuni fotografi li hanno utilizzati per costruire fotocamere a largo formato. Ma per quanto riguardo le fotocamere istantanee, credo di essere il primo.

Qual è la caratteristica che ti piace di più in questa fotocamera? Quali sono i punti che necessitano di miglioramento?

Mi piace molto il mirino. Mi piace poter vedere prima la composizione, anche quando non ho intenzione di scattare la fotografia.

Inoltre mi piace l'interfaccia Lego. Mi permette di "modificare" la fotocamera abbastanza facilmente. Posso rimuovere qualche mattoncino oppure aggiungerci nuove parti. Come nella tradizionale TLR, ho aggiunto un magnifico vetro per migliorare la messa a fuoco. Ho anche aggiunto un flash esterno alla mia fotocamera; può essere facilmente inserito dopo aver montato qualche mattoncino Lego come supporto per il flash.

Un eventuale miglioramento sarebbe aggiungere una messa a fuoco a zona. Quella del mirino è un po' difficoltosa in ambienti poco illuminati. Per la qualità della foto non c'è molto che posso aggiungere visto che sfrutta a pieno il pieno potenziale degli obiettivi.

Cosa possiamo aspettarci da te in futuro?

Fare ricerca richiede tempo e sforzo. Come padre, fotografo, costruttore di fotocamere e mago, ho cercato di sfruttare tutto il tempo e le risorse necessarie per farmi spazio nel mondo della fotografia. Per supportare tali progetti creativi e le ricerche future, ho cominciato a proporre queste fotocamere a persone e organizzazioni diverse. Sono stato contattato da molta gente interessante dopo che ho reso pubblica la fotocamera Lego, non solo da fotografi ma anche persone che pensano di poterla usare nell'educazione per bambini, dentisti che vorrebbero usarla per rompere il ghiaccio coi pazienti, altri che sognano di usarla per impressionare gli amici, etc.

Mi piacciono questi progetti perchè mi ispirano ad approcciarmi ai problemi in modo diverso, a vedere il mondo sotto una nuova prospettiva e ci incoraggiano a condividere le idee. Ci sono sempre possibilità. Non vedo l'ora di lavorare con persone appassionate.

Ho venduto la mia prima fotocamera a un ortodentista che fa seminari in giro per il mondo ed è un appassionato quanto me. Ha deciso di utilizzarla in una clinica per ispirare i bambini alla creatività e all'immaginazione e far passare la paura di essere dal dentista. Sapevo che sarebbe stato interessante e che si sarebe preso cura della fotocamera, che inoltre è stata un regalo perfetto per suo figlio che ora può immortalare tutti i ricordi più belli coi genitori.

Dopo assidue richieste da parte dei miei amici, ho velocemente creato una seconda fotocamera Lego, una versione più avanzata della prima. Questa può essere posizionata su un treppiede. Inoltre è divertente inserire ruote; mio figlio la adora... anche se ciò in realtà aumenta le probabilità che caschi dal tavolo. A livello più tecnico ho realizzato un attacco per cambiare gli obiettivi come se fosse una fotocamera professionale.

Infine, il mio progetto Lomo segreto è quasi ultimato. Lo condividerò con voi più avanti!


Tutte le immagini e informazioni in questo articolo sono di Albertino e utilizzate con la sua autorizzazione. Per vedere altri suoi lavori, visita il suo sito oppure seguilo su Instagram e sulla sua LomoHome.

Scritto da lomographymagazine il 2017-03-16 in #persone #videos

Altri Articoli Interessanti