Simeon Smith: Prime impressioni della Diana Instant Square

Sostenitrice analogica, Simeon Smith ha fotografato con la Diana Instant Square per le strade assolate di Wales e ci ha raccontato le sue impressioni sul nuovo prodotto della famiglia Lomography.

Ciao Simeon, grazie per essere qui con noi. Come va oggi?

Ho appena finito di prendere il terzo caffè espresso della giornata, così ogni cosa sembra fantastica!

Ti abbiamo prestato uno dei primissimi prototipi della Diana Instant Square, cosa hai scelto di scattare?

Ho sempre voluto scattare molti più ritratti, così ho colto l'occasione per contattare un paio di modelli, Dan e Lindsey, i quali hanno sempre un look eccentrico e irresistibile. All'inizio volevo essere sicura di sapere quello stavo facendo come prima esperienza con la fotocamera. Così andai in un bar vicino al fiume per scattare foto alle barche e conoscere meglio la fotocamera. Però scattare su oggetti inanimati ferisce il mio ego e non mi appassiona come quello che potrei fare con i modelli. E difatti, sono stati migliori questi con Dan e Lindsey; alla fine abbiamo concluso lo shooting con una birra nel mio pub preferito, al Park Inn a Mumbles.

Gli scatti istantanei cambiano il tuo modo di fare fotografia?

Non nel modo in cui scatto, ma cambia quello di interagire con le persone. E' davvero piacevole essere in grado di entrare in sintonia con le persone quando stai fotografando e che stai immortalando. Si elaborano ulteriori idee quando si lavora insieme. Questa complicità dona al modello la confidenza di provare nuove cose e osservare quello che hai raggiunto. Il riscontro istantaneo è sicuramente carente nella fotografia, quindi è un bel cambiamento.

Quali sono i punti di forza della Diana Instant Square?

Gli obiettivi intercambiabili! Adoro sia l'obiettivo originale della Diana e il supergrandangolare, li uso sempre con la mia Diana F+. Averli entrambi in un nuovo formato è stato meraviglioso! Mi piace molto anche il modo in cui il telephoto appare sulla pellicola istantanea Instax e la vignettatura di tutti gli obiettivi è sorprendente.

Quali altre avventure analagoche stai organizzando?

Sto trascorrendo moltissimo tempo vicino una stampante 3d per la costruzione di una nuova fotocamera, la Dora Goodman. Non ho mai fatto nulla come questo, ma mi sto divertendo molto ad osservare tutto il processo. Ho recentemente ripreso un video musicale a Londra per Andy Hunter utilizzando vecchi obiettivi anni 60 montati su una mirrorless digitale e alcune riprese sono state realizzate con il Lomography Lomokino e un vecchia Lomo135bc che è stata ripresa anche nel video. Dai uno sguardo qui.


Per vedere e seguire i lavori di Simeon Smith, visitare il suo website.

2018-12-05 #gear

Altri Articoli Interessanti