Poesianellestrade ci porta al Festival Fotografia Europea 2019

Lorenzo Caleca aka poesianellestrade ha pubblicato RUHRGEBIET un libro fotografico dedicato al suo periodo passato a Essen in Germania, interamente scattato in bianco e nero con la Diana Mini e abbiamo avuto l'onore di conoscere nel dettaglio il suo progetto parlandone in questa intervista dedicata
RUHRGEBIET: la poesia nelle strade della Ruhr attraverso la Diana Mini

Da alcuni giorni i suoi scatti sono in mostra al festival culturale internazionale dedicato alla fotografia contemporanea Fotografia Europea a Reggio Emilia. Ecco cosa ci racconta nel dettaglio, le emozioni e la gioia di far parte di questo evento!

Credits: poesianellestrade

Ciao Lorenzo! Siamo davvero felici di essere qui insieme a te! Raccontaci un poche parole il tuo progetto RUHRGEBIET interamente scattato in bianco e nero con una Diana Mini.

Posso dire che vedere la mostra esposta in occasione di un festival così importante è stupendo...e che è gratificante quando è un curatore a proporti di esporre la mostra.
Volendo fare spoiler posso anticiparvi che è prevista una mostra per settembre in zona Firenze.

Cosa hai pensato quando sei stato invitato a mostrare i tuoi scatti al Festival di FOTOGRAFIA EUROPEA di Reggio Emilia?

L'emozione principale è stata la gioia e la soddisfazione nel vedere i propri lavori appesi.
La cosa divertente è che inizialmente avevo partecipato alla call di FE2019 ed ero stato scartato; certo visti i nomi del circuito ufficiale non mi sono fatto troppe domande ma .... uno ci prova!
E poi è uscito il bando del Circuito Off e comparire nel catalogo delle mostre con ben 3 progetti (due mostre ed una perfomance) affianco a nomi come Oriol, Polici, Rigolli, Nightingale e D'Agata...bhe è una di quelle cose che credo racconterò ai nipoti.

Credits: poesianellestrade

Sono trascorsi i primi giorni dall’apertura dell’esibizione, come si è sviluppato questo weekend fotografico?

E' stato un weekend molto intenso. Iniziato con largo anticipo per me. La data ufficiale dell'inizio del festival era fissata per il Venerdì, ma grazie agli amici di The Mammoth's Reflex sono entrato con l'accredito alla conferenza stampa del giovedì. Lo stesso giorno ho ultimato di allestire la mostra.
Il giorno d'apertura, venerdì, per me è stata una festa. Ero emozionatissimo. Ero incredulo davanti alla mole di mostre da visitare, e poi la sera inauguravo Leute. Devo ammetere che vederla finalmente stampata, sui muri della Gargotta, è stato stupendo !
Il sabato ho continuato con la visita alle mostre, mentre la domenica ero presente con una perfomance fotografica all'Atelier in Via DueGobbi tre che già conoscevo ma che dopo averlo vissuto, posso affermare che è una delle cornici più belle (e stimolanti!) dell'intero festival; Inoltre, la performance era Tribe quindi oltre a ringraziare gli artisti dell'atelier per l'ospitalità, ci tengo a ringraziare anche tutti coloro che si sono prestati a farsi fotografare ed a lasciarmi un sorriso "in istantanea". Prima o poi li digitalizzerò tutti. Giuro!

Immagino te con la tua Diana Mini sempre pronto allo scatto sfuggente, non è così?

Ovviamente, non giro mai senza! Anzi, ne vado così fiero che per non pedere neanche un istante l'ho portata sempre con me. Ho raccolto alcuni scatti interessanti perchè insomma.... è giusto che in un tripudio di reflex, obiettivoni (spesso sbagliati e fuori luogo) e blogger armati di cellulari anche l'analogico abbia il suo ruolo.
Certo, non sono (ancora?!?) ambasciatore Lomography, ma se ho imparato qualcosa sulla fotografia è grazie agli scatti su pellicola ed è grazie a Lomo se negli ultimi anni sono tornato nel bellissimo mondo del' analogico.
Come se non bastasse la lomohome, ho scoperto che ci sono un sacco di Lomonauti in giro, molti troppo timidi per caricare le foto, molti che "ne ho una ma non la uso molto". Ecco, a loro vorrei dire di "cacciare le foto"... #nonsiatetimidi.

Credits: poesianellestrade

Fino a quando sarai presente al Festival di FOTOGRAFIA EUROPEA?

Il Circuito Off chiuderà ufficialmente i battenti il 9 giugno quindi le mostre torneranno incartate fino alla prossima occasione. Per chi fosse interessato il 28 maggio presenterò il volume Ruhrgebiet all'interno di una iniziativa culturale organizzata dalla Biblioteca che ospita la mostra, quindi se qualcuno volesse una copia del libro, scambiare quattro chiacchiere o visitare la mostra con "commento audio"...siete tutti invitati!

Per chi invece volesse visitare Leute il discorso si fa più interessante: la mostra -tenetevi forte!- è allestita in un'osteria, delle migliori, dove dopo aver visto le stampe potrete rifocillarvi o bere un bel bicchierozzo di vino...Del resto a tavola la gente chiacchiera. e quale posto migliore per allestire una mostra?

Ti andrebbe di raccontare l’ultimo album che hai pubblicato nella tua LomoHome "FOTOGRAFIA EUROPEA 2019"?

Bhe, si... diciamo la verità. Io stesso avevo proposto un articolo su primo weekend di FE2019 ma tra una mostra e le vacanze mi sono lasciato andare e quando mi sono rimesso a scriverlo dopo pasquetta bhe, era passato troppo tempo e le impressioni non erano più d'impatto come avrei voluto. Allora ho selezionato le foto che avevo scattato e ne ho fatto un album con qualche didascalia che spiegasse e raccontasse come se fosse un articolo.
Ho cercato di prendere tutti i momenti salienti dall'inaugurazione fino alla domenica sera e, ci tengo a dirlo, per l'occasione ho anche compilato tutti i metatag....in modo che se qualcuno si trovasse in zona può andare a visitare i luoghi che, credetemi, meritano un sacco.

Credits: poesianellestrade

Qual è stato il momento saliente di questi primi giorni?

Il giorno della conferenza stampa speravo di riuscire a "beccare" qualche fotografo in giro per Reggio ed il caso ha voluto che a presentare la mostra Unbridled Curiosity ci fosse proprio Larry Fink, ed è stato li che prima si è lasciato fotografare per poi chiedermi cosa fosse quel "giocattolo" che avevo usato. Ovviamente conosceva bene la Diana anche se "ai suoi tempi le facevano più grandi".
Una seconda foto gliel'ho rubata la sera in osteria dove lui era andato a mangiare e (da quanto mi dicono) a vedere le mostre; non ho avuto l'ardire di chiedergli se gli fosse piaciuta la mia, ma prima che andasse via gli ho rubato un'ultima foto...

sempre con la tua stupida macchinetta di plastica?
si, non me ne separo mai!
Credits: poesianellestrade

Grazie a Lorenzo per aver condiviso con noi questa bellissima esperienza. Puoi seguire tutti i lavori di Lorenzo nella sua LomoHome, nel suo sito web o nel suo profilo Instagram.

Per scoprirne di più sul suo progetto RUHRGEBIET, potete visitare questa pagina.

Venite a scoprire la Diana Mini nel nostro shop online.

Scritto da macilomo il 2019-05-10 in

La LomoChrome Metropolis è la prima e nuova pellicola color negative ad uscire negli ultimi anni. Dopo il successo della leggendaria LomoChrome Purple e LomoChrome Turquoise, questa nuova emulsione sarà disponibile nei formati da 35 mm, 110, 120, e 16 mm. Inondando le tue fotografie di colori tenui, contrasti sgargianti e toni desaturati, questa pellicola è misteriosa e grunge allo stesso tempo, come mai nessuna prima d'ora. Sostienici su Kickstarter e aiutaci a sancire l'inizio di una nuova era per la fotografia analogica!

Altri Articoli Interessanti